• Giugno 26, 2022

Aumentano i decessi tra vaccinati nelle ultime ore. 56enne e 64enne con tre dosi a Cosenza e 57enne con due dosi a Viterbo. Nei giorni scorsi 49enne con tre dosi morto in Campania

Aumentano i decessi tra i vaccinati ma quasi mai vengono segnalati dai mass media. Solo alcune testate locali riportano queste notizie. Oggi due giornali locali di Cosenza e Viterbo segnalano tre decessi di due cinquantenni e un sessantenne vaccinati.

Nelle ultime ore sono deceduti due pazienti positivi al covid all’ospedale Annunziata di Cosenza. Entrambi, di 56 e 64 anni, erano ricoverati nel reparto di Rianimazione del nosocomio bruzio già da qualche giorno. I due pazienti avevano ricevuto la somministrazione della terza dose del vaccino covid.

 A Viterbo è deceduto un uomo di 57 anni all’ospedale di Belcolle. Era vaccinato con due dosi

La vittima, la 532esima nella Tuscia dall’inizio della pandemia, da settimane era ricoverato nel reparto di terapia intensiva.

Il 57enne è uno dei 51 morti nella Tuscia dall’inizio del nuovo anno. Nei primi 42 giorni del 2022 il picco di decessi è stato registrato il 2 e l’8 febbraio, rispettivamente con cinque e quattro vittime. Nello stesso periodo dello scorso anno i morti sono stati il doppio, ossia 101.

Nei giorni scorsi è deceduto anche Ciro Criscuolo, 49 anni di Castellammare di Stabia (Napoli), vaccinato con tre dosi.

Forte il dolore per la perdita dello stabiese che lavorava nel settore della edilizia. “Un angelo” lo definiscono amici e parenti. Una vittima di questa pandemia che ha tolto il futuro ad un uomo impegnato a combattere per guarire e continuare a vivere con la sua famiglia. 

FONTE

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Milano. 24enne sta male dopo la seconda dose di Pfizer. Diagnosticata trombosi cerebrale

Read Next

Reggio Emilia. Stava male dopo la dose booster di pochi giorni fa. Quarantenne trovato morto nel suo appartamento mercoledì 9 febbraio