• Gennaio 27, 2023

Bill Gates capisce la differenza tra un virus informatico e un virus umano?

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


In un’intervista sorprendente, Bill Gates ha dichiarato quanto segue: “Non abbiamo vaccini che blocchino la trasmissione. Abbiamo vaccini che aiutano la tua salute, ma riducono solo leggermente la trasmissione. Abbiamo bisogno di nuovi vaccini”

È strano come parli di farmaci come se fossero un software.

Provarlo per osservare come funziona. Quando trovi un problema, metti i tecnici al lavoro. Ogni nuova iterazione è un esperimento. Libero di provare fino a quando non si risolve finalmente. Sicuramente nel tempo, troveremo la risposta al problema di bloccare o eliminare gli agenti patogeni.

Software. Hardware. Applicazioni. Sottoscrizioni! Questo è il modo in cui pensa, come se il corpo umano e la sua danza mortale con i virus fosse un problema sorto di recente e fossimo solo agli albori della medicina, non si rende conto che questa condizione è stata presente per l’intera esistenza umana e che abbiamo avuto un enorme successo nel corso del 20 ° secolo riducendo al minimo i danni dai patogeni, senza la sua supervisione e filantropia.

Probabilmente per Gates, la prassi tradizionale della salute pubblica è desueta; nell’era digitale, c’è bisogno di pianificazione governativa, tecnologia avanzata, sorveglianza di massa e della capacità di controllare gli esseri umani come una società di software gestisce i personal computer.

Un uomo così ricco e intelligente, ma così carente su questioni essenziali di biologia cellulare complessa. 

Hackerare il corpo umano, migliorandolo con upload e download, è sicuramente una sfida più inquietante che inventare e gestire computer creati dall’uomo.

Le carenze di questi vaccini nel fermare l’infezione e la trasmissione sono ormai ben note. C’è qualche motivo tuttavia per credere, che possano essere utili almeno per la popolazione vulnerabile.

Cosa si può dire della dichiarazione di Gates: “Abbiamo bisogno di nuovi vaccini”?

Viaggiamo indietro nel tempo per esaminare la sua carriera in Microsoft e la sua eperienza relativa alla creazione del sistema operativo Windows. All’inizio degli anni ’90, Gates era solo un esperto di personal computer. La sicurezza contro i virus non faceva parte delle sue competenze, semplicemente perché non molte persone utilizzavano Internet, quindi il livello di minaccia era basso. Il browser è stato inventato nel 1995. La sicurezza dei personal computer non era una questione che Microsoft aveva affrontato prima di quel momento.

La negligenza nei confronti di questa minaccia si trasformò in un disastro.

All’inizio degli anni 2000, c’erano migliaia di versioni di malware (chiamate anche bug) che fluttuavano su Internet e infettavano i computer che eseguivano Windows in tutto il mondo. Hanno distrutto dischi rigidi. Hanno risucchiato dati. Hanno forzato azioni . Hanno invaso lo spazio con strani popup. Stavano distruggendo l’esperienza dell’utente e minacciando il futuro di un intero settore.

Il problema del malware è stato soprannominato virus. Era una metafora. Non reale. Non è chiaro se Gates l’abbia mai veramente capito.

 I virus informatici non hanno nulla a che vedere con i virus biologici.

Per mantenere un disco rigido pulito e funzionante, occorreva dunque evitare e bloccare un virus informatico a tutti i costi. Qualsiasi esposizione doveva essere assolutamente vietata. La soluzione era evitare i virus fino all’eradicazione.

Con i virus biologici sappiamo bene che funziona diversamente. La nostra evoluzione è frutto dell’esposizione ai patogeni e della susseguente attivazione del sistema immunitario, sviluppatosi proprio per riuscire ad affrontarli con successo. 

Un corpo che blocca tutti gli agenti patogeni senza immunità è un corpo debole che morirà alla prima esposizione.

Un sistema immunitario che affronta la maggior parte dei virus e li supera, diventa più forte.

Questa è una differenza gigantesca che Gates non ha mai capito.

L’avvento di un esercito di “agenti patogeni informatici” ha in passato minacciato il suo grande successo. Microsoft cercava freneticamente una soluzione, ma la creatività dell’esercito di malware si muoveva troppo velocemente per i suoi ingegneri.

A questo punto, altri hanno colto l’opportunità. Aziende specializzate in software antivirus hanno fatto affari dal 1990, ma sono diventate più sofisticate nei primi anni 2000. Quando Internet è diventato così veloce, questi pacchetti software possono anche essere aggiornati quotidianamente. Sono sorte aziende sempre più competenti, ognuna con un metodo diverso e un diverso modello di marketing e prezzi.

Alla fine, il problema è stato per lo più risolto sul personal computer, ma ci sono voluti dieci anni. Anche ora, i prodotti Microsoft sono meno protetti di quelli di Apple e Microsoft deve ancora mitigare il problema dello spam sul proprio client di posta elettronica nativo.

In breve, tenere i virus fuori dai computer costituisce la più grande lotta professionale nella vita di Gates. La lezione che ha imparato è che il blocco e l’eradicazione degli agenti patogeni è la strada da seguire. Quello che non ha mai veramente capito è che la parola virus era semplicemente una metafora di codice informatico indesiderato e sgradito.

L’analogia non si può applicare alla vita reale.

Dopo aver finalmente fatto un passo indietro dalle operazioni di Microsoft, Gates ha iniziato a dilettarsi in altre aree, come tendono a fare i “nuovi ricchi”. Spesso amano immaginarsi particolarmente competenti nell’affrontare sfide in cui altri hanno fallito, inebriati dai loro successi professionali. C’è da dire che a questo punto della sua carriera, era circondato solo da opportunisti che non avrebbero interrotto il suo delirio di onnipotenza.

E su quale settore si è avventato? Ma sulla scienza! Fare agli agenti patogeni umani quello che ha fatto in Microsoft: eliminarli! Ha iniziato con la malaria, poi altri patogeni e…alla fine ha deciso di affrontarli tutti. E qual era la sua soluzione? Ovviamente software antivirus. E cosa sono questi software? Sono i vaccini.

Il tuo corpo è il disco rigido che vuole salvare con la sua soluzione in stile software.

All’inizio della pandemia, Gates ha spinto molto per i lockdown. La sua fondazione sta finanziando laboratori di ricerca in tutto il mondo con miliardi di dollari, oltre a università e sovvenzioni dirette agli scienziati. Sta anche investendo molto nelle aziende produttrici di vaccini.

Per farsi un’idea delle opinioni di Gates, conviene guardare i suoi video .

Ne viene fuori la figura di un uomo totalmente incompetente in ambito medico-scientifico, incapace di elaborare una spiegazione di base riguardo ai virus e alla loro interazione con il corpo umano. Eppure stava dando lezioni al mondo sull’agente patogeno in arrivo e su cosa si sarebbe dovuto fare a riguardo. Il suo motto è sempre lo stesso: più sorveglianza, più controllo, più tecnologia.

Una volta che si prende atto della sua completa ignoranza medico-scientifica e dell’ assurda analogia PC/ corpo umano, si riesce a individuare il suo ragionamento. E’ convinto che l’essere umano sia un ingranaggio in una macchina enorme chiamata società, da migliorare fino al punto di perfezione operativa.

I ricchi, le loro pretese, la loro influenza: a volte affascinanti, a volte benefiche, a volte profondamente maliziose. L’influenza di Gates sull’epidemiologia è stata tremendamente velenosa, ma non è chiaro se ne sia consapevole. 

Intanto Gates ha tratto enormi profitti dai lockdown e dagli obblighi vaccinali, vedendo la sua ex azienda crescere a dismisura tanto quanto la sua proprietà azionaria nei produttori di vaccini. 

Quindi sì, la sua ignoranza è stata ricompensata profumatamente. Per quanto riguarda la sua influenza sul mondo, la storia probabilmente non perdonerà.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Terzo richiamo Covid-19 e vaccino ai bambini sono uno “scandalo”. L’OMS fa appello ai paesi per fermarlo

Read Next

Ancora errori sulle somministrazioni, diversi bambini della California stanno male dopo una dose sbagliata di vaccino COVID

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock