• Dicembre 4, 2022

Dopo 33 anni di fallimenti nel produrre qualsiasi vaccino, Novavax punta ai BAMBINI per il vaccino COVID-19

Meno di un anno prima che la pandemia di Covid-19 devastasse il mondo, Novavax stava affrontando il delisting dal Nasdaq. L’azienda farmaceutica aveva versato centinaia di milioni di dollari in ricerca e sviluppo per i vaccini – eppure, dopo ben 33 anni, non aveva all’attivo un solo vaccino approvato.

Gli investitori disprezzavano, piuttosto che premiare, la lungimiranza. A gennaio 2020 l’interesse allo scoperto ha raggiunto il 30%, secondo S3 Analytics. Anche dopo che la società ha iniziato a lavorare sul suo vaccino Covid-19, gli investitori hanno continuato a dubitare.

Ora la società con sede nel Maryland è sul punto di ottenere l’approvazione nel Regno Unito, che probabilmente sarà seguita dagli Stati Uniti.

“È la storia di Cenerentola”, ha detto Stacey Schultz-Cherry, specialista in malattie infettive presso il St Jude’s Children’s Research Hospital nel Tennessee. “Una piccola azienda che era sul punto di chiudere potenzialmente è stata davvero in grado di giocare con i grandi nella corsa per il vaccino Covid”.

Ben Adams di FiercePharma, la pubblicazione commerciale di marketing per l’industria farmaceutica, ha appena pubblicato oggi un articolo che annuncia che Novavax ha lanciato una nuova “campagna educativa” per il suo vaccino COVID-19 che dovrebbe ottenere presto un’EUA (autorizzazione all’uso di emergenza) dalla FDA.

Questa “campagna educativa”, dove la parola “educazione” dovrebbe essere intesa come “marketing” o “propaganda”, prende di mira i “titubanti del vaccino” e i bambini, un mercato mirato per il loro vaccino COVID-19.

Questo comunicato stampa su FiercePharma ammette che i vaccini mRNA COVID-19 sono in realtà pericolosi per i bambini, qualcosa che la FDA e il CDC si rifiutano di riconoscere, poiché presentano Novavax come un’alternativa migliore per i bambini.

Pfizer, Moderna e Johnson & Johnson sono stati i più veloci a portare i vaccini COVID, ma Novavax spera di raggiungerli presto.

Il biopharma, che ha approvazioni e autorizzazioni in Europa e in tutto il mondo, è ora all’apice di un potenziale via libera negli Stati Uniti. E col mercato arriva la necessità di marketing.

Ma poiché non ha ancora l’approvazione degli Stati Uniti – e non può per legge pubblicizzare ai consumatori in Europa – Novavax sta lanciando due nuovi programmi globali di educazione ai vaccini senza marchio: “We Do Vaccines” e “Know Our Vax“. Sono progettati per offrire informazioni sui vaccini e “spiegare l’impegno di Novavax nello sviluppo e nell’innovazione dei vaccini”, ha detto la società a Fierce Pharma Marketing.

Il messaggio principale della campagna è che “le persone devono avere scelta quando si tratta del loro vaccino”, ha dichiarato in un’intervista Silvia Taylor, vicepresidente senior degli affari aziendali globali di Novavax. “Vogliamo che la gente capisca che abbiamo questo vaccino e che questo vaccino è diverso“.

Novavax sa di avere una forte concorrenza – i vaccini di Pfizer e Moderna dominano il mercato statunitense – ma la piccola biotecnologia sta puntando alcune nicchie di mercato: gli “esitanti al vaccino ” che potrebbero essere diffidenti nei confronti della nuovissima tecnologia mRNA nei vaccini di Pfizer e Moderna, e ai bambini.

Il vaccino contiene una versione della proteina spike SARS-CoV-2 prodotta in laboratorio e un adiuvante, che è un ingrediente di richiamo progettato per rafforzare le risposte immunitarie al vaccino.

Novavax si rivolge anche alla popolazione pediatrica. Ci sono dubbi sull’efficacia dei vaccini a mRNA nei bambini più piccoli. Ci sono anche problemi di sicurezza, in particolare i tassi di miocardite nei ragazzi giovani e adolescenti, che sembrano essere più a rischio, che può causare una pericolosa infiammazione del cuore.

Taylor ritiene che Nuvaxovid possa essere una seconda scelta sicura ed efficace per bambini e adolescenti al di fuori dell’mRNA. (Articolo completo.)

Ecco l’elenco di Wikipedia che riporta tutti i loro continui fallimenti nel produrre un vaccino dal 2013:

Nel giugno 2013, Novavax ha acquisito la piattaforma adiuvante Matrix-M con l’acquisto della società svedese Isconova AB e ha rinominato la sua nuova controllata Novavax AB.

ResVax ·

Nel marzo 2015, la società ha completato uno studio di fase I per il suo candidato vaccino contro l’Ebola, nonché uno studio di fase II negli adulti per il suo vaccino RSV, che sarebbe diventato ResVax.

Lo studio ResVax è stato incoraggiante in quanto ha mostrato un’efficacia significativa contro l’infezione da RSV, utilizzando un trattamento a base di nanoparticelle utilizzando una lipoproteina F ricombinante o saponina, “estratta dalla saponaria di Quillaja [o?] Corteccia di Molina insieme a colesterolo e fosfolipidi.” Ha lo scopo di stimolare la resistenza all’infezione da virus respiratorio sinciziale, rivolgendosi sia alle popolazioni adulte che a quelle infantili.

Il 2016 ha visto fallire il primo studio di fase III dell’azienda, lo studio Resolve per 12.000 adulti, per il suo vaccino contro il virus respiratorio sinciziale, che sarebbe diventato noto come ResVax.

Ciò ha innescato un calo dell’ottantacinque percento nel prezzo delle azioni della società. I risultati dello studio di fase II per adulti pubblicati anche nel 2016 hanno mostrato una stimolazione dell’antigenicità, ma un fallimento nell’efficacia.

La valutazione di questi risultati ha suggerito che una strategia di dosaggio alternativa avrebbe potuto portare al successo, portando a piani per eseguire nuovi studi di fase II.

Le difficoltà dell’azienda nel 2016 hanno portato a una strategia in tre parti per il 2017: riduzione dei costi attraverso la ristrutturazione e la cessazione del 30% della loro forza lavoro; riversando maggiori sforzi per portare ResVax sul mercato; e l’inizio di studi clinici su un vaccino contro il virus Zika.

Accanto agli studi sugli adulti di ResVax, il vaccino è stato inoltre nel 2016 testato contro l’infezione da RSV infantile attraverso la via dell’immunizzazione materna.

Nel 2019, i test clinici in fase avanzata di ResVax sono falliti per la seconda volta, il che ha comportato una grave flessione della fiducia degli investitori e una riduzione del settanta percento del valore del capitale per l’azienda.

Come risultato secondario, la società è stata costretta a condurre un frazionamento azionario inverso al fine di mantenere una qualifica minima, il che significa che era a rischio di essere cancellata.

NanoFlu

NanoFlu è un vaccino antinfluenzale quadrivalente, che ha completato con successo gli studi clinici di fase II nel 2019. Nel gennaio 2020, è stata concessa la designazione fast track dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti per passare agli studi di fase III, che si sono completati a marzo 2020. (Articolo completo.)

Quindi, come fa un’azienda con un track record di 33 anni di fallimenti, anche dopo aver ricevuto una sovvenzione di ricerca di $ 89 milioni dalla Bill and Melinda Gates Foundation nel 2015, e poi altri $ 384 milioni dalla Coalition for Epidemic Preparedness Innovations nel 2020, che è sempre finanziata da Bill Gates, arrivare al punto in cui introduce il suo primo vaccino per il “virus” COVID-19?

Allo stesso modo in cui Pfizer e Moderna sono state in grado di introdurre un vaccino a mRNA sul mercato dopo decenni di incapacità di ottenere un vaccino a mRNA approvato per l’HIV / AIDS:

Chiedi all’amministrazione del presidente Trump di dichiarare una “pandemia” in modo che la FDA possa iniziare a distribuire EUA a Big Pharma per resuscitare questi vecchi vaccini che in condizioni normali non avrebbero mai ricevuto l’approvazione della FDA senza un EUA, e quindi riempili di denaro per farli continuare.

Ed è quello che è successo nel luglio del 2020 quando l’operazione Warp Speed di Trump ha dato a Novavax 1,6 miliardi di dollari, anche se non erano riusciti a produrre un singolo vaccino per oltre 30 anni.

Donald Trump è stato semplicemente il fantoccio che ha timbrato tutto questo, ovviamente, poiché chi ha reso possibile tutto questo sono state le Mega Banche di Wall Street, guidate da Jamie Dimon e JPMorgan Chase, che si sono salvate alla fine del 2019  creando il denaro necessario per realizzare tutto questo.

Hanno poi detto a Trump cosa fare e hanno persino fornito i leader dell’Operazione Warp Speed che gli hanno detto di nominare, questi avevano tutti una precedente storia di collaborazioni passate, quando cercavano di portare i vaccini a mRNA sul mercato per l’AIDS / HIV.

E’ possibile che questi banchieri e miliardari di Wall Street avessero previsto tutto e abbiano scelto il collega miliardario di Wall Street Donald Trump nel 2016 come presidente, probabilmente perché avevano una leva su di lui e potevano contare su di lui per realizzare i loro piani.

Il Dr. Moncef Slaoui, Bill Gates, il Dr. Anthony Fauci, la Dr. Deborah Birx e il direttore del CDC Robert Redfield sotto Trump, hanno tutti una lunga storia di collaborazioni nel tentativo di sviluppare un vaccino mRNA contro l’HIV / AIDS.

Quindi, una volta che le banche hanno creato i soldi dal nulla per l’occasione, e Trump ha dato a Big Pharma trilioni di dollari per sviluppare i vaccini COVID-19, le società di investimento hanno raccolto tutti quei soldi e hanno iniziato ad acquistare le azioni di queste società.

Questo è esattamente ciò che sta accadendo con Novavax, e ora abbiamo capito come mai abbiano autorizzato la stampa e i mezzi di informazione a pubblicare notizie negative nei confronti del vaccino Pfizer per ibambini, abbiamo visto che hanno addirittura recentemente ammesso che non ha funzionato per i bambini da 5 a 11.

Queste società di investimento, guidate da Vanguard e Blackrock, ora probabilmente venderanno solo la maggior parte delle loro azioni in Pfizer, se non lo hanno già fatto, e passeranno a Novavax.

Ecco chi possiede Novavax secondo il Wall Street Journal:

E perché no? Questo playbook ha funzionato così bene per Pfizer, che ha rastrellato profitti record! Perché non farlo di nuovo per un’altra azienda assolutamente incapace di produrre un vaccino che supereri gli standard FDA, emettendo un EUA e quindi puntando la popolazione che deve ancora ottenere un vaccino COVID-19: gli “esitanti” e i bambini?

Come riportato in precedenza, alcuni gruppi pro-life stanno ora sostenendo che il tessuto fetale è stato utilizzato nello sviluppo di questo vaccino, mentre Novavax cerca di conquistare la popolazione cristiana pro-vita.

Spiacenti cristiani pro-vita pro-vaccino – Novavax è basato su linee cellulari fetali abortite

Il vaccino Novavax ha recentemente ricevuto l’autorizzazione per essere utilizzato in Canada, e Tamara Ugolini di Rebel News ha recentemente riferito sugli sforzi per scoprire su cosa si basasse questa autorizzazione attraverso una richiesta di accesso alle informazioni, ma il documento di 8.000 pagine che hanno ricevuto è stato per lo più inutile in quanto oscurato in molte parti.

Health Canada ha annunciato l’autorizzazione per il vaccino Novavax il 17 febbraio 2022. Novavax ha presentato la propria richiesta ai sensi del “Regolamento alimentare e farmaceutico modificato il 27 agosto 2021, per supportare un’autorizzazione permanente” e dovrebbe distribuire il proprio prodotto al pubblico canadese nelle prossime settimane.

I cittadini interessati hanno presentato una richiesta di accesso alle informazioni su questa autorizzazione normativa e mi hanno inoltrato i risultati. Health Canada ha risposto lanciando 8.313 pagine al richiedente. Essendo per lo più oscurati, i documenti sono praticamente inutili.

Pagina 305 è una fattura in gran parte oscurata , ma sembra che i vaccini siano stati acquistati nel gennaio del 2021.

Qual è stato il motivo del ritardo?

Nell’autunno del 2021 le azioni Novavax sono crollate dopo che Politico ha riferito che la società ha affrontato ostacoli significativi mentre cercava l’approvazione normativa apparentemente a causa di problemi di purezza. Bassi livelli di purezza significano che nel prodotto finale si trovano contaminanti o altre sostanze, il che può significare una diminuzione dell’efficacia o maggiori possibilità di reazioni avverse.

È difficile sapere quali fossero gli ostacoli normativi e come fossero stati risolti perché tutto ciò che è rilevante nei moduli di presentazione dei farmaci a partire da pagina 1.915 è oscurato.

Tuttavia, ciò che ha trovato è stata la monografia del prodotto Novavax.

Ecco alcuni punti salienti:

AVVERTENZE E PRECAUZIONI” (pg. 6), sotto Fertilità: i ricercatori dicono che non è noto se questa iniezione avrà un impatto sulla fertilità. I modelli animali non hanno indicato effetti nocivi diretti o indiretti sulla fertilità femminile o sulla tossicità riproduttiva. Si sono anche preoccupati di testare i maschi?

Più in basso in 7.1 Popolazioni speciali, 7.1.1 Donne in gravidanza: la sicurezza non è stata stabilita.

Sotto Allattamento al seno: Non è noto se l’iniezione venga escreta nel latte materno. Non può essere escluso un rischio per neonati/lattanti.

In TOSSICOLOGIA NON CLINICA (pg. 19), sotto Cancerogenicità (cioè, l’iniezione ha la capacità di causare il cancro): sembra che non sia stata valutata per la cancerogenicità negli animali, poiché gli studi di cancerogenicità non sono stati considerati rilevanti per questo vaccino. Seriamente???

Pagina 21 specifica tutti coloro che non dovrebbero ricevere il vaccino, altri casi in cui si dovrebbe consultare il medico e che l’iniezione non è mai stata studiata in combinazione con altri vaccini.

Eppure gli “esperti” hanno propagandato che mescolare e abbinare i vaccini sia sicuro ed efficace. (Fonte.)

Novavax è già stato autorizzato per l’uso in alcuni paesi in Europa e per il momento, considerando l’adesione, si sta rivelando l’ennesimo fallimento dell’azienda.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Casi di cancro ovarico ai massimi storici. I documenti Pfizer hanno rivelano che il vaccino Covid-19 si accumula nelle ovaie. Un caso?

Read Next

Novavax, i primi eventi avversi