• Febbraio 9, 2023

Il 26enne giocatore di golf professionista rimane paralizzato a causa di un coagulo di sangue. Operato d’urgenza

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Il golfista professionista Luis Vega, 26 anni in vacanza a New York City, si è svegliato nel cuore della notte con un forte dolore alla schiena e mal di testa. Ha fatto una doccia per lenire il dolore e la sua ragazza, fisioterapista, gli ha dato alcuni esercizi e consigli di respirazione per riaddormentarsi.

Poche ore dopo, Vega si è svegliato di nuovo, e questa volta non è stato in grado di muovere le gambe. All’inizio ha pensato che forse le sue gambe si fossero addormentate. Ma quando due ore dopo Vega non era ancora in grado di muovere le gambe, ha capito che qualcosa non andava.

“Ho provato ad alzarmi per fare un’altra doccia, e quando ho provato ad alzarmi dal letto, sono letteralmente caduto”, ha detto Vega a TODAY. “Le mie gambe non erano in grado di sopportare il peso del mio corpo, e questo è stato piuttosto spaventoso.”

Una risonanza magnetica ha rivelato due possibilità: era probabile che Vega avesse un tumore o un ematoma (coagulo di sangue) che esercitava pressione sul suo midollo spinale, ha riferito il dottor Wesley Bronson, chirurgo della colonna vertebrale e assistente professore nel dipartimento di chirurgia ortopedica al Mount Sinai.

“È stato subito ovvio che aveva solo un grosso coagulo di sangue, ed era molto compressivo”, ha rivelato Bronson. “Si potrebbe davvero dire che stava esercitando pressione sul midollo spinale.”

I medici hanno rimosso il coagulo durante l’intervento chirurgico,e subito dopo è stato di nuovo in grado di muovere le dita dei piedi. La sensibilità è tornata il giorno dopo ed è stato anche in grado di fare qualche passo.

La condizione sviluppata da Vega, che Bronson ha descritto come “estremamente rara”, è chiamata ematoma epidurale spontaneo. In sostanza, ciò significa che Vega ha avuto un’emorragia spontanea nella colonna vertebrale, che è diventata abbastanza grande da esercitare una pressione significativa sul midollo spinale, al punto da causare la paralisi alle gambe, ha spiegato Bronson.

Le persone che sviluppano la condizione in genere hanno determinati fattori di rischio, come disturbi della coagulazione o anomalie sottostanti nei loro vasi sanguigni che li predispongono a problemi di sanguinamento. Anche l’assunzione di alcuni farmaci, come i fluidificanti del sangue, può essere un fattore. Inoltre, ci sono alcune segnalazioni di casi di sollevatori di pesi che sviluppano ematomi epidurali spontanei durante un allenamento intenso, ha osservato Bronson.Ma il team medico di Vega ha eseguito test dopo test e non ha trovato nulla che lo mettesse a rischio per la condizione. “Aveva una diagnosi straordinariamente rara e non aveva alcun fattore di rischio perché accadesse”, ha detto Bronson. “Quindi, (il suo caso è) il più raro dei rari.”

Leggi di più

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Muore improvvisamente a scuola a 10 anni. Era in perfetta salute

Read Next

Malore in palestra: morta donna di 43 anni

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock