• Dicembre 5, 2022

Il Sudafrica richiede un incontro urgente dell’OMS sulla variante multimutazione COVID19 B.1.1.529, rilevata per la prima volta in Botswana.

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Scienziati in Sud Africa stanno studiando un recentemente identificato nuova variante del coronavirus questo è motivo di seria preoccupazione, alimentando i timori che il paese possa affrontare una quarta ondata potenzialmente grave che potrebbe diffondersi a livello internazionale.

La nuova scoperta, chiamata B.1.1529 fino a quando non viene assegnata una lettera greca, porta un numero insolitamente elevato di mutazioni ed è “chiaramente molto diversa” dalle precedenti incarnazioni, ha dichiarato Tulio de Oliveira, un professore di bioinformatica che gestisce istituti di sequenziamento genetico in due università sudafricane.

“Ecco una variante di mutazione di seria preoccupazione”, ha dichiarato il ministro della Salute Joe Phaahla allo stesso evento mediatico. “Eravamo fiduciosi che avremmo potuto avere una pausa più lunga tra le onde – forse che avrebbe rimandato a fine dicembre o anche l’anno prossimo a gennaio”.

I virologi hanno rilevato quasi 100 casi legati alla variante nel paese fino ad oggi, ha detto Anne von Gottberg, microbiologa clinica e responsabile delle malattie respiratorie presso l’Istituto nazionale per le malattie trasmissibili. I funzionari dell’Organizzazione Mondiale della Sanità si sono incontrati per discutere del virus, che è stato rilevato anche in Botswana, secondo una dichiarazione separata.

È probabile che la nuova variante si sia evoluta durante un’infezione cronica di una persona immuno-compromessa, possibilmente in un paziente HIV / AIDS non trattato, ha detto Francois Balloux, direttore dell’UCL Genetics Institute, in una dichiarazione pubblicata dal Science Media Centre. Il maggior numero al mondo di casi di HIV ha complicato gli sforzi del Sudafrica per combattere la pandemia di coronavirus, poiché le persone immuno-compromesse possono ospitare il virus più a lungo, dicono gli scienziati.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

GOOGLE NO VAX – Centinaia di dipendenti firmano un manifesto contro l’obbligo al vaccino Covid

Read Next

Domenico Righi di Lazise (Verona) doppiamente vaccinato con Reithera: “Devo fare altre tre dosi per avere il green pass”

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock