• Maggio 19, 2022

In Francia il Governo impone vaccino obbligatorio ai ciclisti professionisti. Colpito da improvvisa aritmia il ciclista francese Anthony Jullien dopo i casi di Martina Fidanza e Gianni Moscon

Lunedì 17 gennaio il Ministro dello Sport francese Roxana Maracineanu ha annunciato l’obbligo del vaccino covid per tutti i ciclisti professionisti che gareggeranno nelle corse in territorio francese.

Sarà necessario il vaccino covid, quindi, per partecipare alle corse più importanti del ciclismo come il Tour de France, la Parigi-Nizza e la “regina delle classiche” Parigi-Roubaix.

Ieri, 20 gennaio, tuttobiciweb.it scrive “un altro caso di ciclista con il cuore ballerino“.

Si tratta, ormai, di una vera e propria epidemia. L’ultimo caso, annunciato ieri, riguarda il ciclista 23enne francese dell’AG2R Citroën Anthony Jullien, a cui è stata riscontrata un’improvvisa aritmia cardiaca.

La squadra ha comunicato: “In questo momento non è ancora nota la data del suo ritorno alle competizioni”.

Tra gli altri casi, il mese scorso la ciclista italiana campionessa del mondo Martina Fidanza è stata sottoposta ad un intervento di ablazione dell’atrio destro dopo un’improvvisa aritmia cardiaca riscontrata durante gli allenamenti e ad ottobre è stata diagnosticata un’aritmia al ciclista professionista italiano Gianni Moscon. Anche per lui, i medici stanno valutando un possibile intervento di ablazione.

Il cardiologo Roberto Corsetti ha prospettato questa ipotesi in un’intervista a La Gazzetta dello Sport: “Può darsi che Moscon si debba sottoporre ad una ablazione. È una ipotesi, ma non l’unica. Quando avremo tutti gli elementi a disposizione decideremo“.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Intervento urgente di angioplastica per il calciatore Matheus Cavichioli, portiere dell’América Mineiro. Riscontrata una ischemia cardiomiopatica improvvisa

Read Next

Ragazza adolescente muore dopo la seconda dose di vaccino COVID-19