• Agosto 16, 2022

La prossima mossa del World Economic Forum

Da Brownstone Institute

È ovvio dall’inizio del 2020 che c’è stata una propaganda organizzata che ha permeato il mondo nel suo complesso. È possibile che tutto ciò sia nato da un errore gigantesco, aiutato da un’improvvisa ignoranza della biologia cellulare e una lunga esperienza di salute pubblica, com’è possibile che un virus respiratorio stagionale sia stato utilizzato da alcune persone come un’opportunità per prendere il potere per qualche altro scopo.

Segui il denaro e il potere e quest’ultima conclusione diventa difficile da contestare.

Gli indizi erano tutti lì. Anche prima che l’OMS dichiarasse una pandemia nel marzo 2020 (almeno diversi mesi prima rispetto alla reale pandemia) e prima di qualsiasi blocco, c’erano già blitz mediatici che parlavano di “Nuova Normalità” e del “Grande Reset” (che è stato ribattezzato come “Build Back Better”).

Aziende farmaceutiche come Pfizer, Johnson & Johnson, Moderna e Astra-Zeneca stavano attivamente facendo pressioni sui governi per far acquistare i loro vaccini già a febbraio 2020, presumibilmente meno di un mese dopo che la sequenza genetica (o sequenza parziale) è stata resa disponibile dalla Cina.

Come persona che ha trascorso tutta la sua carriera professionale nello sviluppo farmaceutico e vaccinale, ho trovato l’intero concetto di passare da zero a un vaccino pronto all’uso in pochi mesi semplicemente assurdo.

Qualcosa non quadrava.

Personaggi come Bill Gates, Neil Ferguson, Jeremy Farrar, Anthony Fauci e altri avevano fatto pressioni o perseguito già le strategie di blocco per molti anni. Tuttavia, la portata delle azioni sembrava troppo ampia per essere spiegata anche solo con quei nomi.

Quindi, le domande fondamentali che mi sono posto sono state “perché” e “chi”? Il “Perché” sembra vertere sempre su questioni che vanno oltre la salute pubblica. Naturalmente al “Chi” i giocatori erano ovvi: l’OMS, la Cina, il CDC, NIH / NIAID e vari governi, ma sembrava esserci ancora di più a monte. Questi attori sono collegati all’aspetto della “salute pubblica”, ma questo sembrava solo graffiare la superficie.

Le ricerche che ho fatto hanno prodotto alcune “coincidenze” molto interessanti.

Se vi do i nomi delle seguenti persone – Biden, Trudeau, Ardern, Merkel, Macron, Draghi, Morrison, Xi Jinping – cosa pensate che abbiano in comune? Sì, sono tutti amici e si sostengono a vicenda, ma questa non è la connessione.

Si può vedere molto rapidamente che questi nomi si collegano certamente a individui che hanno ignorato le proprie leggi e / o cercato in qualche modo di usurparle. Ma c’è di più e darò un suggerimento fornendo un link con ogni nome.

Sono tutti associati al World Economic Forum (WEF), un’organizzazione privata “senza scopo di lucro” fondata (nel 1971) e guidata da Klaus “Non possederai nulla e sarai felice” Schwab e la sua famiglia. Questa è un’organizzazione privata che non ha alcuna relazione ufficiale con alcun organo di governo mondiale, nonostante il nome. Avrebbe potuto anche essere chiamata la “Chiesa di Schwab”. Il WEF è stato l’origine del “Great Reset” e immagino che sia stato l’origine di “Build Back Better” (dal momento che la maggior parte dei nomi di cui sopra hanno usato quel termine di recente).

Se pensate che l’adesione al WEF finisca con solo i leader dei paesi, ecco alcuni altri nomi:

Permettetemi di introdurre di più sul WEF fornendo un elenco di nomi del Consiglio di fondazione.

  • Al Gore, ex WP degli Stati Uniti
  • Mark Carney, inviato speciale delle Nazioni Unite per l’azione per il clima
  • T. Shanmugaratnam, Ministro del Seminario Singapore
  • Christine Lagarde, Presidente, Banca centrale europea
  • Ngozi Okonja-Iweala, Direttore generale, OMC
  • Kristalian Georggieva, Amministratore delegato, FMI
  • Chrystia Freeland, Vice Ministro del Canada
  • Laurence Fink, CEO, BlackRock 

Potete vedere una sezione trasversale di leader politici ed economici. Il leader dell’organizzazione, cioè il leader del Consiglio, è ancora Klaus Schwab. Ha costruito una serie impressionante di seguaci.

Se volete davvero vedere l’entità dell’influenza, andate sul sito Web e scegliete il nome aziendale che preferite; ce ne sono molti tra cui scegliere: Abbott Laboratories, Astra-Zeneca, Biogen, Johnson & Johnson, Moderna, Merck, Novartis, Pfizer, Serum Institute of India, BASF, Mayo Clinic, Kaiser Permanente, Bill and Melinda Gates Foundation, Wellcome Trust, Blackrock, CISCO, Dell, Google, Huawei, IBM, Intel, Microsoft, Zoom, Yahoo, Amazon, Airbus, Boeing, Honda, Rakuten, Walmart, UPS, Coca-Cola, UBER, Bank of China. Banca d’America. Deutsche Bank, State Bank of India, Royal Bank of Canada, Lloyds Banking, JP Morgan-Chase, Equifax, Goldman-Sachs, Hong Kong Exchanges, Bloomberg, VISA, New York Times, Ontario (Canada) Teacher’s Pension Plan.

L’estensione della portata è enorme anche al di là della rete di leaders mondiali. Ad esempio, sappiamo tutti cosa Bill Gates ha fatto con la sua ricchezza attraverso la Bill and Melinda Gates Foundation (BMGF) e il Wellcome Trust è all’altezza del compito. Chi è il direttore del Wellcome Trust? Uno di nome Jeremy Farrar, del REGNO UNITO SAGE – probabilmente l’architetto dei lockdown USA-Regno Unito nel 2020 – è strettamente associato al WEF.

Per quanto riguarda la portata che può verificarsi, permettetemi di fare alcuni esempi dal solo BMGF.

Alcuni anni fa, il BMGF ha assegnato all’Institute for Health Metric Evaluation (IHME) un premio decennale di quasi 280 milioni di dollari. IHME (associato all’Università di Washington a Seattle) è stato in prima linea nella modellazione al computer per elaborare i blocchi e gli interventi non farmaceutici durante il 2020. Il loro nome è stato visto spesso sulla stampa o su MSNBC o CNN.

Nel 2019, IHME ha assegnato all’Editore del Lancet (Dr. Richard Horton) un premio di $ 100.000 e lo ha descritto come un “editore attivista”. The Lancet, un tempo considerata una delle migliori riviste mediche, è stata in prima linea nel censurare i punti di vista scientifici non allineati dal 2020 e pubblicare “articoli” non adatti ad essere pubblicati. Non sono mai riuscito a capire cosa significasse essere un redattore “attivista” in una rivista scientifico/medica rispettata perché, stupido me, ho sempre pensato che il primo lavoro dell’editore fosse quello di essere imparziale. Credo di aver imparato nel 2020 quanto mi sbagliavo.

Naturalmente, il Lancet è fortemente finanziato da aziende farmaceutiche come Pfizer (anche membro del WEF).

Ma la portata del BMGF va ben oltre il semplice IHME e queste connessioni sono state abbastanza riconoscibili. Ecco alcuni esempi delle organizzazioni e dei soldi ricevuti nel solo 2020 suddivisi per aree.

Sovvenzioni della Fondazione Bill e Melinda Gates 2020

Bill Gates ha inoltre investito molto in Moderna e i suoi investimenti lo hanno ripagato bene. Il BMGF ha poi donato quasi 100 milioni di dollari alla Clinton Health Access Initiative.

Le domande che ora devono essere poste:

  • È questo l’inizio di una società autoritaria controllata intrecciata attraverso il WEF?
  • Il panico Covid è stato messo in scena per preparare il terreno?

Le prossime domande, per quelli di noi che almeno fingono di vivere in società “democratiche”, devono essere:

  • È questo che ti aspettavi e/o vuoi dalle persone che eleggi?
  • Quante persone sapevano delle “Associazioni” delle persone per cui hanno votato?

Possiamo anticipare le loro prossime mosse? Ci possono essere alcuni suggerimenti.

La prossima mossa

Jeremy Farrar di The Wellcome Trust ha recentemente scritto un articolo per il WEF con il CEO della Novo Nordisk Foundation, Mads Krogsgaard Thomsen. È un riassunto di un pezzo più ampio scritto e pubblicato dal Boston Consulting Group.

In questo articolo, propongono che il modo per “risolvere” il problema dei batteri resistenti agli antibiotici sia tramite un servizio di abbonamento. Cioè, paghi una tassa e quando hai bisogno di un antibiotico, presumibilmente uno efficace sarà disponibile per te.

La mia ipotesi è che abbiano la stessa filosofia per i vaccini e questo sembra certamente essere l’approccio con il Coronavirus. Continua a pagare e prendere booster.

Alla luce di questa filosofia, gli obblighi sui vaccini hanno senso. Rendi la società “dipendente” da un intervento, efficace o meno, e poi continua a rifornirli. Ciò diventa particolarmente efficace se riesci a mantenere viva la paura.

Questo approccio è così miope, da un punto di vista scientifico, che mi stupisce. Ma, come gran parte della storia recente, penso che la scienza abbia poco a che fare con questo. L’obiettivo non è scientificamente fondato, l’obbiettivo è il controllo.

Dopo la scoperta della penicillina quasi un secolo fa, ci sono stati scienziati che hanno avvertito che l’uso di antibiotici dovrebbe essere considerato con molta attenzione nella pratica perché le pressioni evolutive porterebbero a specie di batteri resistenti agli antibiotici. A quel tempo, erano considerati scienziati canaglia; dopo tutto, non abbiamo improvvisamente avuto una cura miracolosa per molte malattie mortali?

Dal momento della scoperta, ci sono voluti più di un decennio prima che i metodi di fermentazione fossero sviluppati per produrre quantità sufficienti di antibiotici per essere pratici. Questi metodi hanno permesso l’uso della penicillina sul campo di battaglia verso la fine della seconda guerra mondiale e senza dubbio hanno salvato molte vite allora e più tardi nelle guerre successive (Corea e Vietnam) prevenendo gravi infezioni derivanti dalle ferite subite durante la battaglia.

Tuttavia, non ci volle molto prima che l’establishment medico distribuisse antibiotici come caramelle. L’ho sperimentato io stesso quando ero un bambino nel 1960. Ogni volta che andavamo dal dottore, non importa quale fosse il problema, mi veniva data una serie (non solo una) di iniezioni di penicillina. Non ci sono mai stati tentativi di determinare se avessi un virus, batteri o persino un’allergia. La risposta era: iniezione. Non riesco a contare quante volte sono stato “punto” da bambino.

Non ci volle molto prima che specie di resistenza iniziassero ad apparire. Il risultato è stato che sempre più denaro è stato pompato nella ricerca e sviluppo per gli antibiotici. Quando ero alla scuola di specializzazione durante il 1980, un modo sicuro per ottenere alcuni finanziamenti NIH era quello di legare la ricerca agli “antibiotici”. Gli antibiotici sono diventati un grande business.

Ora abbiamo diverse classi di antibiotici che vengono utilizzati per casi specifici. Abbiamo Aminoglicosidi (Streptomicina, Neomicina, ecc.), Beta-Lattamici Cefalosporine (quattro generazioni tra cui Cefadroxil-G1, Cefaclor-G2, Cefotaxime-G3, Cefepime-G4 , Beta-Lactams Penicilline (tra cui Ampicillina, Amoxicillina e Penicillina), Altri Beta-Lattamici (Meropenem), Fluorochinoloni (Levofloxacina, Gemifloxicina, ecc.), Macrolidi (Azitromicina, Claritromicina, ecc.), Sulfonamidi (Sulfisossazolo, ecc.), Tetracicline e altri come Clindamicina e Vancomicina (tipicamente riservati per batteri resistenti). Tutto sommato, i medici hanno oltre 50 diverse scelte per gli antibiotici.

Il posto più comune per incontrare batteri resistenti agli antibiotici è l’ospedale. La maggior parte delle persone che ottengono una sorta di infezione nella normale routine della vita, come un’infezione sinusale o un’infezione della pelle, probabilmente non incontreranno una specie resistente agli antibiotici.

Solo che c’è stata un’altra fonte: l’approvvigionamento alimentare. Gli antibiotici sono diventati molto popolari con impianti di produzione di carne intensivi di tutti i tipi, manzo, pollame, suini e persino pesce. L’uso eccessivo di antibiotici in queste industrie ha prodotto forme resistenti di batteri.

Ad esempio, nel tentativo di limitare i batteri e. coli, comuni ai mammiferi, sono stati utilizzati antibiotici e questo ha portato ad alcune forme resistenti agli antibiotici di e. coli. Un’infezione da e. coli (resistente agli antibiotici o meno) può essere evitata con una corretta cottura e manipolazione delle carni. Tuttavia, a volte ciò non accade e ci sono focolai di e. coli (anche da verdure lavate in modo improprio che possono utilizzare acqua di irrigazione contaminata).

Per la maggior parte delle persone sane, sperimentare e. coli (resistente o meno) è solo un disagio passeggero che include crampi intestinali, diarrea e altri disturbi gastrointestinali. A seconda della quantità di contaminazione, una persona può soffrire per un giorno o due o per diversi giorni.

Ma, per alcune persone, può essere grave o mortale (come negli anziani in cattive condizioni di salute e nei bambini piccoli). Se ciò si verifica, la presenza di una forma resistente agli antibiotici può essere una questione seria. La presenza di una forma non resistente può essere trattata più facilmente.

Qualche anno fa ho avuto la polmonite; un caso relativamente lieve. Mi è stata data una scelta di trattamento ospedaliero o ambulatoriale ed è stato un gioco da ragazzi. Se volevo assicurarmi che la mia polmonite potesse essere gestita dal normale ciclo di antibiotici (mi è stato dato un chinolone), stare a casa e lontano dall’ospedale era importante. Sapevo che la polmonite acquisita in ospedale poteva essere una situazione molto più grave. Quindi, sono rimasto a casa e mi sono facilmente ripreso. Ciò non significava che mi fosse garantito di ottenere una forma resistente più grave in ospedale, ma ho capito che il rischio era molto maggiore.

Produrre più antibiotici e darli in pasto agli utenti non è la risposta. Ciò porterà solo a forme più resistenti e ci sarà questo ciclo continuo di uso di antibiotici. Ma, se l’obiettivo reale è la dipendenza sociale dagli antibiotici per paura, proprio come la dipendenza dai vaccini Universali Covid per paura, allora ha senso.

Trovare alcuni antibiotici universali che si occupano delle forme resistenti è importante ed è anche importante usarli con parsimonia e solo come ultima risorsa. Inoltre, una migliore gestione dell’uso di antibiotici nella nostra società farebbe molto per attenuare il problema.

Non c’è nulla di particolarmente controverso in questa osservazione. È stato accettato da quasi tutti i professionisti della salute responsabili solo due anni fa. Ma viviamo ora in tempi diversi di sperimentazione estrema, come l’implementazione di lockdown in tutto il mondo per un virus che ha avuto un impatto altamente focalizzato, con risultati catastrofici per il mondo.

È stato il WEF il 21 marzo 2020 a garantirci che “i lockdown possono fermare la diffusione del Covid-19“. Oggi quell’articolo, mai ritirato e tanto meno ripudiato, si erge come probabilmente il suggerimento e la previsione più ridicola e distruttiva del 21 ° secolo. Eppure, il WEF è ancora lì, suggerendo quello stesso anno che i lockdown – almeno- hanno ridotto le emissioni di carbonio.

Possiamo facilmente prevedere la richiesta del WEF di un piano di abbonamento universale e obbligatorio per gli antibiotici – spinto con l’intenzione evidente di puntellare la capitalizzazione finanziaria dei principali produttori di farmaci – incontrerà lo stesso destino: scarsi risultati sanitari, più potere alle élite radicate e sempre meno libertà per il popolo.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Austria- Sensazionale sentenza della Corte Suprema in tema Covid: LE PERSONE SANE NON POSSONO INFETTARE NESSUNO

Read Next

“Praticamente nessuna protezione” – questo studio austriaco sui vaccini sconvolge