• Dicembre 9, 2022

Le vittime di REMDESIVIR citano in giudizio per danni i centri medici negli Stati Uniti

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Dr. Peter F. Mayer

Sta diventando chiaro a sempre più persone che i maggiori problemi con SARS-CoV-2 sono stati, da un lato, le misure dannose imposte dalla politica (lockdown, mascherine obbligatorie, distanziamento, chiusura delle scuole …) e la paura e il panico diffusi in collaborazione con i media e, d’altra parte, i trattamenti non scientifici o il rifiuto di un trattamento efficace con vitamina D3, zinco ecc. Nonché farmaci come ivermectina o idrossiclorochina. E questa chiarezza e intuizione portano a cause legali da parte delle parti lese .

Nuove cause legali sono state presentate contro un certo numero di centri medici comunitari in California per il loro protocollo di cura Covid. Il remdesivir comunemente usato da Gilead è un farmaco che ha giustamente ricevuto molte critiche.

Prima della pandemia, anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rifiutato l’uso del farmaco a causa di studi scadenti. Anche gli studi sponsorizzati dall’agenzia statunitense NIAID avevano documentato problemi preoccupanti. Le reazioni avverse riportate sono state significative.

Quindi, un gran numero di studi ha indicato che il farmaco avrebbe potuto avere effetti potenzialmente pericolosi e fatali, a seconda dello stato di salute del paziente. Ad esempio, nei pazienti con debolezza multiorgano, sono stati osservati effetti avversi sulla funzionalità renale dopo la somministrazione del farmaco.

Tuttavia, la FDA ha concesso un’autorizzazione all’uso di emergenza (EUA) per remdesiviv dopo che uno studio ha dimostrato che ha ridotto la durata della degenza ospedaliera per COVID di 4 giorni.

Da quel momento in poi, remdesivir è stato incluso in ogni protocollo COVID-19 negli Stati Uniti.

I rapporti del 2020 indicano che se un paziente vulnerabile (di età pari o superiore a 65 anni) si recasse in un centro medico e fosse risultato positivo, remdesivir era il trattamento più probabile da offrire. Questo paziente veniva quindi ricoverato in ospedale nell’unità di terapia intensiva.

Secondo fonti locali in California, gli ospedali che trattano casi ospedalieri complessi potrebbero addebitare fino a 144 volte di più di un caso ambulatoriale. Una volta trattati questi pazienti presso le loro strutture, potevano richiedere il rimborso tramite Medicare. In altre parole, c’era un chiaro incentivo finanziario per gli ospedali a “sovratrattare” i pazienti per massimizzare i loro profitti.

Alla luce di questi rapporti, 14 residenti in California dell’area di Fresno hanno intentato cause contro varie strutture mediche. Questi includono Community Regional Medical Center, Clovis Community Medical Center e St. Agnes Medical Center.

Particolarmente significative sono le dichiarazioni di un querelante sul protocollo Covid di un centro medico:

“I pazienti vanno spesso in ospedale per problemi che non hanno nulla a che fare con COVID-19. Viene loro detto che hanno la COVID-19 o “polmonite COVID”. Vengono immediatamente separati dai loro cari e di solito trasferiti nel reparto di terapia intensiva, anche se sono spesso ospitati in una sola stanza. Viene detto loro che il remdesivir (mortale) è l‘unico trattamento disponibile e sicuro. Di solito viene detto loro che la loro assicurazione scadrà se lasciano l’ospedale contro il “consiglio medico”. Sono collegati a una macchina BiPap (BiLevel Positive Airway Pressure) ad alta frequenza, che rende difficile per loro respirare. Le loro mani sono spesso ammanettate in modo che non possano rimuovere il dispositivo BiPap dai loro volti. Dopo che le mani sono state ammanettate, a volte anche prima, uno psichiatra entra nella stanza e determina che il paziente è “irrequieto”. Di conseguenza, il paziente del protocollo viene messo sotto morfina o qualcosa di simile. Sedando i pazienti, diventa più difficile per loro comunicare e combattere gli effetti del remdesivir, soprattutto in termini di capacità di respirare …”

Tutte le cause legali sono finanziate dall’organizzazione di difesa medica senza scopo di lucro con sede in Arizona Truth For Health Foundation. L’organizzazione è guidata dalla dottoressa Elizabeth Lee Vliet. Tre cause saranno nuovamente ascoltate in tribunale a gennaio.

Avevamo già parlato del farmaco Remdesivir, ecco alcuni dei nostri articoli per approfondire :

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

COVID CIRCUS: “Allarme varianti: in Abruzzo arrivata Cerberus. RESISTE ai V.” Ops!

Read Next

Quinta corsa drammatica in due giorni. Il VIDEO dell’atleta che crolla a terra e viene rianimato. E’ morto in ospedale ieri 16 novembre

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock