• Ottobre 2, 2022

Nuovo studio: RIGETTO dell’ organo trapiantato dopo l’inoculazione. Eppure molti ospedali pretendono la vaccinazione per eseguire il trapianto

Un nuovo studio intitolato” Caratteristiche e manifestazioni cliniche oculari in pazienti con rigetto acuto di innesto corneale dopo aver ricevuto il vaccino COVID-19: una revisione sistematica“, mirato a determinare le caratteristiche e le manifestazioni cliniche oculari del rigetto acuto dell’innesto corneale dopo la vaccinazione contro la malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) ha ancora una volta rilevato che “un numero apprezzabile di vaccinati ha manifestato un’ampia gamma di sintomi post-vaccinazione. Al momento, si ritiene che i vaccini COVID-19 siano associati a uno spettro di sintomi sistemici e dovrebbero essere intrapresi interventi appropriati caso per caso“.

Nello specifico questa revisione sistematica, ha estratto i dati riguardanti le caratteristiche cliniche del rigetto acuto dell’allotrapianto corneale (21 pazienti [23 occhi]) che si sono verificati dopo la somministrazione del vaccino COVID-19. Tra questi, > Il 95% degli occhi (22/23 occhi) presentava un rigetto di allotrapianto corneale entro 3 settimane dalla vaccinazione.

Bisogna specificare che Il trapianto di cornea normalmente è associato a bassi tassi di rigetto dell’allotrapianto, probabilmente a causa del privilegio immunitario oculare .

Tuttavia, “Questo studio ha rivelato casi con variabili confondenti minime e una correlazione temporale apprezzabile con la vaccinazione COVID-19, postulando il ruolo del vaccino nell’indurre il rigetto acuto dell’allotrapianto corneale[…]

[…] “alcuni casi inclusi suggeriscono che l’infiammazione sistemica e la sovraregolazione del sistema immunitario causata dal vaccino COVID-19 possono essere associate al rigetto acuto dell’allotrapianto corneale”[…]

“In conclusione, questa revisione sistematica ha identificato le caratteristiche cliniche e i fattori dell’ospite associati al rigetto dell’allotrapianto corneale dopo la vaccinazione COVID-19. Poiché il virus continua a diffondersi, sono previsti ulteriori programmi di vaccinazione di richiamo contro il COVID-19. Pertanto, un adeguato follow-up dei destinatari dell’allotrapianto corneale e gli interventi per prevenire il rigetto dell’allotrapianto corneale dopo la somministrazione del vaccino COVID-19 possono essere cruciali”.

Link allo studio: https://www.mdpi.com/2077-0383/11/15/4500/htm#B40-jcm-11-04500

eVenti Avversi

Read Previous

È morto improvvisamente a 57 anni Cristóbal Jodorowsky, figlio del regista Alejandro Jodorowsky

Read Next

Tragedia: bambino di 9 anni sano, muore in casa per arresto cardiaco