• Maggio 21, 2022

NYC impone vaccini obbligatori per tutti i lavoratori, basta tamponi. Più di 100 dipendenti della polizia di Washington LICENZIATI per non essere stati vaccinati

New York City imporrà la vaccinazione contro il Covid-19 per tutti i lavoratori della città, eliminando l’opzione dei tamponi.

 A partire da mercoledì, tutti i dipendenti che otterranno la loro prima dose riceveranno un extra di $ 500 nella busta paga.

Il bonus terminerà il 29 ottobre, il termine ultimo per i dipendenti per presentare la prova di aver fatto almeno una dose, ha affermato il sindaco Bill de Blasio in una nota.

I dipendenti non vaccinati per allora saranno posti in aspettativa non retribuita, ha riferito il sindaco. La città inizierà immediatamente la “contrattazione d’impatto” con i sindacati interessati, secondo la dichiarazione.

 “La fase volontaria è stata molto lunga”, ha dichiarato de Blasio mercoledì su MSNBC. “Ora stiamo dicendo che abbiamo bisogno che tu lo faccia.”

L’obbligo si applicherà immediatamente a circa 160.500 lavoratori, di cui il 71% ha già ricevuto almeno una dose di vaccino, secondo il comunicato. La polizia di New York e i vigili del fuoco sono inclusi, mentre alcuni dipendenti avranno tempo fino al 1 dicembre per conformarsi.

 A New York City, il 65% delle persone è completamente vaccinato, al di sopra della media statunitense del 57%. Ma alcuni dipendenti del governo locale hanno resistito all’obbligo, compresi poliziotti e vigili del fuoco.

 La Città di New York ha applicato disposizioni stringenti in ambito vaccinale, richiedendo l’obbligo per operatori sanitari e insegnanti, per chiunque entri in ristoranti, stadi sportivi e musei. Nelle ultime settimane, migliaia di insegnanti e personale educativo che non sono stati vaccinati sono stati messi in congedo non retribuito.

 Ora, de Blasio si unisce ai funzionari di Los Angeles e San Francisco nell’eliminare l’opzione dei tamponi e nel richiedere il vaccino per tutti i lavoratori comunali.

 “Non c’è privilegio più grande che servire la gente di New York City, e quel privilegio comporta la responsabilità di mantenere te stesso e la tua comunità al sicuro”, ha affermato de Blasio nella dichiarazione. “Per la nostra ripresa, i lavoratori della città sono stati un’ispirazione quotidiana. Ora è il momento per loro di mostrare alla loro città il percorso per uscire da questa pandemia una volta per tutte».

Più di 100 dipendenti della polizia di Washington LICENZIATI

Olympia, WA – Lunedì era il termine ultimo per i dipendenti statali per fornire la prova della vaccinazione o ricevere esenzioni per motivi religiosi o medici oppure affrontare il licenziamento.

Alla fine delle attività di lunedì, 127 lavoratori sono stati licenziati a causa dell’obbligo vaccinale. 53 dipendenti pubblici e 74 ufficiali in servizio (67 soldati, 6 sergenti e 1 capitano) hanno, per vari motivi e in vari modi, lasciato il lavoro.

Il capo del WSP John R Batiste ha commentato: “Ci mancherà ognuno di loro. Estendo un forte ringraziamento a coloro che stanno lasciando l’agenzia. Vorrei davvero che rimaneste con noi. Avete il mio massimo apprezzamento per il duro lavoro che avete affrontato in questi anni. Avrete per sempre il nostro rispetto per il vostro coraggio e il vostro impegno in tutto ciò che avete fatto per conto dell’agenzia”.

WSP ha circa 2.200 dipendenti in 8 distretti e più distaccamenti geografici e divisioni operative. Le partenze sono distribuite in tutto lo stato. La leadership dell’agenzia e della divisione ha lavorato con il Contingency Planning Team sin dai giorni immediatamente successivi all’annuncio dell’obbligo.

Nei prossimi giorni, l’agenzia valuterà l’impatto immediato di questa decisione. In tale frangente, l’agenzia sposterà le risorse dove necessario e cercherà di supplire alle perdite di personale.

“Per quanto riguarda le oltre 2.000 persone che hanno scelto di rimanere con la nostra agenzia, sarò loro per sempre grato. Abbiamo la responsabilità di andare avanti e non vi chiederò di fare di più con meno. Faremo del nostro meglio per evitare che il nostro personale rimanente diventi sovraccarico di lavoro a causa di queste perdite temporanee”, ha dichiarato il capo Batiste.

In un messaggio a tutto il personale del WSP lunedì sera, il capo ha concluso: “Il Covid è un killer e lo stato sta prendendo provvedimenti volti a migliorare la sicurezza pubblica. Vi ringrazio per essere rimasti in servizio e rimanere al servizio di questo stato e agenzia. Giorni migliori ci attendono. Credeteci e sappiate che credo in voi”.

fonte

fonte

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Covid, Casa Bianca svela piano vaccini a bimbi 5-11 anni

Read Next

Impennata di contagi dopo la terza dose nella casa di riposo “Pistilli” di Campobasso. 26 contagiati e due ricoverati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.