• Febbraio 9, 2023

Precipitano gli anticorpi dopo pochi mesi. Hong Kong e Macao verso la quarta dose

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


I consiglieri esperti sanitari del Governo di Hong Kong hanno affermato ieri, sabato 6 novembre, la possibilità di una quarta dose di vaccino Covid, sulla scia del consiglio ufficiale emesso dal Governo di Macao la scorsa settimana, che sta procedendo con la terza dose almeno 28 giorni dopo la seconda iniezione e ha indicato il termine di sei mesi dopo la terza dose per l’inizio della somministrazione della quarta.

Sabato, David Hui Shu-cheong, un consigliere governativo per la pandemia ha affermato: “se la terza dose è Sinovac, potresti aver bisogno di una quarta dose sei o otto mesi dopo a causa della caduta dei livelli di anticorpi. Al contrario, se si opta per BioNTech come terza dose, i livelli di anticorpi aumenteranno molto più in alto e dureranno più a lungo anche se diminuiscono”.

In un programma separato, Wallace Lau Chak-sing, coordinatore del comitato consultivo sui vaccini Covid-19, ha affermato che sebbene non fossero disponibili molti dati a sostegno della necessità di una quarta o quinta dose, era possibile che fossero necessarie vaccinazioni annuali per i residenti a causa della diminuzione degli anticorpi.

Hui ha anche respinto i commenti della leader politica Carrie Lam, Capo Esecutivo di Hong Kong, che ha affermato che avrebbe optato per un richiamo di Sinovac perché “un livello più alto di anticorpi non significa che un vaccino sia migliore, averne abbastanza va bene”.

“È solo la [sua] opinione”, ha detto. “Non sappiamo quale livello di anticorpi possa fornire una protezione sufficiente, ma il rischio di contrarre un’infezione grave è inferiore se il livello è più alto, specialmente per gli operatori sanitari in prima linea e le persone che hanno un sistema immunitario debole”.

Per la terza dose, circa 24.500 persone si erano registrate online a partire dalle 20:00 di venerdì, il primo giorno in cui le prenotazioni sono diventate disponibili. Hui ha detto che il numero “non è piccolo”, aggiungendo che credeva che più persone si sarebbero iscritte.

Alla domanda se la priorità per la terza dose dovrebbe essere data anche alle persone che erano state vaccinate in precedenza, Hui ha detto che va data la precedenza a quelle con un sistema immunitario più debole.

“Per coloro che hanno ricevuto il vaccino Sinovac”, ha aggiunto, “potrebbe essere necessario fare il richiamo prima, ma alla fine dobbiamo ancora dare la priorità”.

Hui ha affermato che la Commissione sanitaria nazionale potrebbe inviare rappresentanti in città per studiare alcune misure preventive contro il Covid-19 prima di procedere con la riapertura del confine con la Cina continentale.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

16enne muore per trombosi pochi giorni dopo Pfizer in Thailandia. Si era sentita male poche ore dopo l’iniezione. Direttore Dipartimento Malattie Infettive: 1.296 decessi sospetti in Thailandia

Read Next

Boom di decessi per covid tra i vaccinati. Nello Stato dell’Indiana (USA) almeno 50 vaccinati deceduti nell’ultima settimana. 581 decessi per covid di vaccinati dall’inizio dell’anno

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock