• Novembre 27, 2022

“Prova inconfutabile” che i preparati a mRNA causano danni vascolari e d’organo – STUDIO

Uno studio recente afferma di aver trovato “prove inconfutabili di causalità” che i vaccini mRNA causino danni vascolari e d’organo.

Lo studio, condotto dai microbiologi Dr. Michael Palmer e Dr. Sucharit Bhakdi, si basava principalmente sui risultati dei patologi tedeschi Dr. Arne Burkhardt e Dr. Walter Lang.

Ecco una sintesi dei risultati:

  1. I vaccini a mRNA non rimangono nel sito di iniezione; viaggiano invece in tutto il corpo e si accumulano in vari organi.
  2. I vaccini COVID a base di mRNA inducono un’espressione duratura della proteina spike SARS-CoV-2 in molti organi.
  3. L’espressione indotta dal vaccino della proteina spike induce un’infiammazione di tipo autoimmune.
  4. L’infiammazione indotta dal vaccino può causare gravi danni agli organi, specialmente nei vasi, a volte con esiti mortali.

“Questo studio, secondo gli autori mostrerebbe una prova inconfutabile che la proteina spike vada ovunque : cuore, ovaie, fegato, milza e, in misura minore, testicoli”. 

“Ci sono state molte ipotesi sui danni causati da questi vaccini. Ora, con questo studio, Bhakti e Palmer mostrano, inequivocabilmente, che la proteina spike viene rapidamente disseminata in ogni organo che hanno esaminato”, ha commentato la dottoressa Tenpenny.

“Quelli di noi che hanno avvertito dei pericoli di questi vaccini COVID sono stati ampiamente censurati e ridicolizzati”, ha dichiarato a The Epoch Times la dottoressa Christiane Northrup, ex collega dell’American College of Obstetricians and Gynecologists.

“Vorrei che ci fossimo sbagliati. Non lo abbiamo fatto. E finalmente abbiamo prove inconfutabili”, ha aggiunto Northrup.

Secondo il tossicologo Janci Lindsay, Ph.D., che ha seguito la storia del vaccino COVID sin dall’ inizio, il risultato più prezioso di questo studio denominato ” Vascular and organ damage induced by mRNA vaccines: irrefutable proof of causality” (“Danno vascolare e d’organo indotto dai vaccini a mRNA: prova inconfutabile di causalità”) è che “corrobora” le scoperte

di Markus Aldén et al. in vitro ) che Il vaccino COVID-19 di Pfizer può essere trascritto nel DNA cellulare, in un sistema in vivo .

In-vitro , che significa “in vetro” in latino, si riferisce a quando un test o un processo viene eseguito in una provetta o all’esterno di un organismo vivente. In vivo (all’interno del vivente) significa che gli studi sono condotti negli organismi viventi.

Per approfondire, link allo studio:  

da The Epoch Times

eVenti Avversi

Read Previous

Lorenzo Squillace muore a 18 anni dopo un malore improvviso

Read Next

Il vaccino Covid distrugge l’immunità naturale. Nuovo studio del New England Journal of Medicine