• Luglio 20, 2024

The Wall Street Journal…NO VAX? Scrive: ” I bambini vaccinati nello studio di Pfizer con maggiori probabilità di ammalarsi gravemente di COVID rispetto a quelli con placebo”

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Il Wall Street Journal è un quotidiano internazionale pubblicato a New York, negli Stati Uniti, con una media a livello mondiale di oltre 2 milioni copie stampate giornalmente. È il quotidiano a maggiore diffusione negli Stati Uniti.

Non stiamo dunque parlando di un blog o di un giornaletto on-line, eppure titola: ” Why the Rush for Toddler Vaccines“? ( Perché la corsa ai vaccini per i bambini?).

L’ articolo pubblicato il 4 luglio a firma di Allysia Finley è un’attenta disamina della situazione attuale relativa alle vaccinazioni infantili, nello specifico per i bambini con meno di 5 anni, per i quali la campagna vaccinale con sieri Pfizer anti-covid è appena partita negli Stati Uniti, unico paese al mondo.

Gli Stati Uniti sono ora il primo Paese al mondo a offrire vaccini Covid-19 sicuri ed efficaci per bambini di appena 6 mesi”, esordisce.

In effetti” aggiunge, “non sappiamo se i vaccini siano sicuri ed efficaci. L’azione affrettata della FDA si è basata su prove estremamente deboli”.

“Per i bambini il Covid non è un’emergenza”, si legge, “La FDA ha piegato i suoi standard a un livello insolito e ha spazzato via le prove preoccupanti che meritano ulteriori indagini”.

Di quali prove parla?

Bypassando sul fatto che Pfizer abbia aggiunto una terza dose ” in corsa”, dato che le due dosi previste non hanno sortito alcuna efficacia durante la sperimentazione e che l’FDA non abbia battuto ciglio al riguardo, -pur essendo un protocollo assolutamente inedito per una casa farmaceutica che richiede l’approvazione di un farmaco pediatrico- scopriamo che Pfizer aveva pianificato di tracciare solo 21 casi per stabilire una misura essenziale dell’efficacia ( Moderna ha monitorato più di 250 casi), troppo pochi per misurare con un certo grado di sicurezza l’efficacia del vaccino Pfizer. 

“Tuttavia, Pfizer è riuscita ad affermare che il suo vaccino fosse efficace all’80%”.

Un portavoce di Pfizer ha affermato che la FDA era più interessata ai dati sull'”immunogenicità” del vaccino che all’efficacia tra i bambini piccoli e che farà un’altra analisi di efficacia dopo che si saranno accumulati più casi.

Il punto cruciale è però il seguente:

I bambini vaccinati nello studio di Pfizer avevano maggiori probabilità di ammalarsi gravemente di Covid rispetto a quelli che hanno ricevuto un placebo.

Pfizer ha affermato che i casi più gravi non fossero “clinicamente significativi” – qualunque cosa significhi – “ma questo era senz’ altro un motivo in più per cui la FDA avrebbe dovuto richiedere un follow-up più lungo prima di autorizzare il vaccino“, leggiamo.

Ma non è tutto:

” Inoltre, cosa preoccupante: la maggior parte dei bambini che hanno sviluppato infezioni multiple durante il processo erano stati vaccinati. Ciò giustificherebbe ulteriori indagini, poiché i vaccini sperimentali per altre malattie a volte aumentano la suscettibilità alle infezioni.Gli scienziati inoltre stanno scoprendo che gli adulti con triplo vaccino che erano stati precedentemente infettati dalla variante di Wuhan hanno una risposta immunitaria più debole a Omicron, rendendoli più suscettibili alla reinfezione. Questo fenomeno, chiamato “imprinting immunologico”, potrebbe spiegare perché i bambini che hanno ricevuto tre iniezioni di Pfizer avevano maggiori probabilità di essere reinfettati.

La FDA ha ignorato il rischio che l’inoculazione dei bambini contro una variante che non circola più potesse attenuare le loro risposte immunitarie a Omicron e ai suoi derivati. C’è un motivo per cui le sperimentazioni sui vaccini di solito richiedono un decennio. Alcuni passaggi possono essere accelerati, ma spesso è necessario un follow-up esteso per garantire che i potenziali effetti collaterali non vengano trascurati.

Lo standard della FDA per l’approvazione dei vaccini in persone altrimenti sane, in particolare i bambini, dovrebbe essere superiore a quello dei farmaci che curano i malati. Ma la FDA ha vistosamente abbassato i suoi standard per approvare i vaccini Covid per i più piccoli. Come mai”?

Poi conclude:

“I bambini sarebbero stati meglio se la FDA avesse impiegato più tempo per garantire che i vaccini fossero davvero sicuri ed efficaci, anche se questo significava che l’America non sarebbe stata la prima”.

Come darle torto?

LEGGI L’ARTICOLO ORIGINALE: https://www.wsj.com/articles/why-the-rush-for-toddler-vaccines-covid-pandemic-children-fda-pfizer-moderna-medicine-evidence-11656951993

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Come i cani con l’osso: CureVac presenta una causa per violazione di brevetto in Germania contro BioNTech

Read Next

Malore improvviso. Muore l’assessore allo sport Salvatore Conca

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO