• Gennaio 27, 2023

Trudeau ce l’ha fatta, ha l’appoggio del parlamento. Passa il vile Emergency Act

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Il Parlamento canadese ha sostenuto la decisione del governo di imporre poteri di emergenza per far fronte a blocchi di protesta di settimane contro le restrizioni Covid.

La mozione è passata con 185 voti contro 151 lunedì, con il sostegno dei liberali e del NDP di sinistra.

Durante il fine settimana, la polizia ha sgomberato l’ultimo sito di protesta a Ottawa nelle strade intorno a Parliament Hill.

Il primo ministro Justin Trudeau ha invocato l’Emergencies Act all’inizio della scorsa settimana.

All’inizio di lunedì, il primo ministro liberale ha difeso l’uso continuato delle misure di emergenza temporanee, affermando che la situazione in tutto il paese “è ancora fragile” e sono necessarie per prevenire nuovi blocchi.

Ha detto che i poteri non saranno mantenuti in vigore per “un solo giorno in più del necessario”.

I membri del Partito Conservatore – l’opposizione ufficiale – e il Bloc Quebecois hanno votato contro la mozione Emergencies Act.

L’inedita legge sulle emergenze, approvata nel 1988, conferisce al governo poteri aggiuntivi in tempi di crisi nazionale. Questi scadono dopo 30 giorni a meno che non vengano rinnovati.

È stato utilizzato nell’ultima settimana per imporre divieti di riunione pubblica in alcune aree di Ottawa e per vietare i viaggi nelle zone di protesta, anche da parte di cittadini stranieri, tra le altre misure. Dà inoltre alle autorità la possibilità di congelare i conti bancari.

Sabato, il governo federale ha dichiarato di aver congelato almeno 76 account collegati alle proteste, pari a 3,2 milioni di dollari canadesi (2,5 milioni di dollari; 1.8m di sterline) nell’ambito delle misure di emergenza.

La protesta è iniziata a gennaio quando un convoglio di camion si è diretto a Ottawa per opporsi a un obbligo vaccinale per i camionisti che attraversano il confine tra Stati Uniti e Canada, ed è cresciuta in una più ampia opposizione alle restrizioni pandemiche e al governo di Trudeau, con il sostegno alle proteste in tutto il paese.

Le autorità hanno eliminato il blocco economicamente più dannoso – un ponte che collega Windsor, Ontario, con lo stato americano del Michigan – a metà febbraio. Le proteste dei camionisti ad altri valichi di frontiera a Coutts, Alberta, Surrey, British Columbia ed Emerson, Manitoba, si sono concluse la scorsa settimana.

Venerdì, la polizia si è mossa per sgomberare il sito di protesta di Ottawa che aveva paralizzato gran parte del centro della città nella capitale canadese dal 28 gennaio. Domenica, la polizia ha detto di aver effettuato 191 arresti e di aver rimosso dozzine di veicoli.

Due incidenti “coinvolti dalla polizia” del fine settimana sono in fase di revisione, ha detto domenica l’Unità investigativa speciale – un’organizzazione di supervisione della polizia.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

E se il vaccino mRNA COVID-19 viene iniettato (per sbaglio) nel sangue?

Read Next

Puglia. Morto per malore improvviso diciannovenne durante una partita di calcetto ieri sera martedì 21 febbraio

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock