• Ottobre 6, 2022

Twitter censura il direttore generale dell’Istituto Israeliano per la Ricerca Biologica e massimo esperto in ambito vaccinale nonché… DANNEGGIATO DAL VACCINO PFIZER

Il Prof. Shmuel Shapira MD MPH (Col.), che ha servito come Direttore dell’Istituto israeliano per la ricerca biologica tra il 2013 e il 2021, ha suggerito che l’epidemia di vaiolo delle scimmie potrebbe essere collegata ai vaccini mRNA.

Il professor Shmuel Shapira, MD, MPH, è stato direttore generale dell’Istituto israeliano per la ricerca biologica (IIBR) tra il 2013 e il 2021, inizialmente ha guidato gli sforzi di Israele per sviluppare un vaccino contro il coronavirus.

Il Prof. Shapira è anche il fondatore e capo del Dipartimento di Medicina Militare della Facoltà di Medicina dell’Università Ebraica e del Corpo medico dell’IDF. È Senior Research Fellow presso l’International Institute for Counter-Terrorism (ICT) presso la Reichman University in Israele.

Shapira è stato in precedenza vicedirettore generale dell’ Hadassah Medical Organization e direttore della Hadassah School of Public Health dell’Università Ebraica. È un colonnello a pieno titolo (Ris.) nelle Forze di difesa israeliane (IDF) e ha servito come capo dell’IDF del ramo traumatologico.

Ha pubblicato più di 110 articoli scientifici sottoposti a revisione paritaria ed è editore di Essentials of Terror Medicine Best Practice for Medical Management of Terror Incidents Medical Response to Terror Threats .

La scorsa settimana, Twitter ha censurato il Prof. Shapira, che tra l’altro ha subito un danno dopo la terza dose di vaccino Pfizer, e lo ha costretto a rimuovere un post che diceva:

“I casi di vaiolo delle scimmie sono stati rari per anni. Negli ultimi anni è stato documentato un solo caso in Israele. È ben noto che i vaccini mRNA influiscano sul sistema immunitario naturale. Un focolaio di vaiolo delle scimmie a seguito di una massiccia vaccinazione contro il covid: *Non è una coincidenza.

Il Prof. Shapira, che ha aperto il suo account Twitter nel gennaio 2022, è diventato sempre più critico nei confronti dei vaccini mRNA, soprattutto da quando il premio l’Israeli Genesis Award fu consegnato al CEO di Pfizer Albert Bourla.

Il 18 gennaio 2022, Shapira ha dichiarato (tradotto dall’ebraico da Google): “L’Israeli Genesis Award è stato assegnato al CEO di Pfizer, che disgraziato. Invece di darlo a uno scienziato israeliano. E tutto questo per un vaccino mediocre e a breve azione che ha fruttato alla Pfizer un profitto di miliardi, miserabile ed esiliato. Bourla sarà ora nominato Re d’Israele. Lasciate che vi ricordi che Israele vaccinato è il quarto leader nel numero di malati di Covid nel mondo. C’è un campionato!”

Il 6 febbraio 2022, Shapira ha chiesto : “Che voto dareste a un vaccino con cui le persone vengono vaccinate tre volte e si ammalano due volte (ad oggi)? Per non parlare degli effetti collaterali significativi[.]”

Il 9 aprile 2022, Shapira ha dichiarato : “L’amministratore delegato dell’azienda, i cui milioni di vaccini sono stati utilizzati in Israele per la vaccinazione, ha dichiarato in un’intervista con la NBC che Israele funge da laboratorio mondiale. Per quanto ne so, questo è il primo caso nella storia in cui cavie sperimentali hanno pagato un prezzo esorbitante per la loro partecipazione”.

Il 13 maggio 2022, Shapira ha dichiarato : “Ho ricevuto 3 vaccinazioni, sono stato danneggiato fisicamente in modo molto significativo poiché molti altri hanno subito danni [.] E inoltre, la mia fiducia nella natura delle decisioni e nei processi per prenderle è stata gravemente erosa. Nessuno ha chiesto e controllato. Lotterò con tutte le mie forze affinché vengano fornite risposte veritiere su tutte le decisioni e non solo sul vaccino [.]”

L’8 giugno 2020, il primo ministro Benjamin Netanyahu ha parlato in videoconferenza con il direttore generale dell’Istituto israeliano per la ricerca biologica, il prof. Shmuel Shapira, e si è congratulato con lui per i suoi progressi nello sviluppo di un vaccino contro il nuovo coronavirus.
Il 6 agosto 2020, il ministro della Difesa israeliano Benny Gantz, a sinistra, parla con il Prof. Shmuel Shapira presso il laboratorio IIBR di Ness Ziona.

Il 1° novembre 2020 sono iniziate le sperimentazioni cliniche per il vaccino israeliano BriLife COVID sviluppato presso l’IIBR presso i centri medici Hadassah e Sheba.

Il 7 giugno 2022 Shapira ha dichiarato : “Stiamo parlando di quinto vaccino in due anni e mezzo. Quando il vaccino è formulato per la sequenza di gennaio 2020 (il bisnonno del bisnonno delle varianti attuali). Un vaccino che non previene l’infezione non previene la morbilità. Ed è a dir poco correlato a significativi effetti collaterali. Perché? Qual è la logica? Quale autorità ha approvato? E non dite che previene la malattia grave, nessuno lo ha mai dimostrato”.

L’8 giugno 2022, Shapira ha dichiarato : “Continuerò a chiedere perché somministrare un quinto vaccino obsoleto che non previene le malattie e apparentemente causa molti effetti collaterali comuni significativi”.

Il 5 luglio 2022, Shapira ha discusso del “figlio di un amico australiano di 36 anni” che ha sviluppato “gravi aritmie ventricolari ed è andato in insufficienza cardiaca” solo alcuni “giorni dopo il secondo vaccino Pfizer“.

Il risarcimento è automatico dal governo australiano“, ha detto. “Nonostante il comportamento del loro governo, ammettono il nesso causale e la frase ‘nessuna correlazione’ non compare nel lessico“.

Il 15 luglio 2022, Shapira ha condiviso un grafico dei tassi di COVID del New South Wales che mostra un aumento del rischio di infezione da COVID con ogni nuova dose del vaccino mRNA e ha commentato : “Secondo i dati ufficiali dell’Australia, più si è sottoposti a iniezioni e più è probabile che ci si ammali, dato che la quarta iniezione aumenta drasticamente le probabilità. Secondo questo studio si tratterebbe dunque di un presunto anti-vaccino, almeno secondo quanto mi è stato insegnato“.

Il 18 luglio 2022, Shapira ha dichiarato : “Non sono anti-vaccino, sono anti-stupidità, anti-falsa scienza e anti-gestione incompetente“.

Il 28 luglio 2022, Shapira ha dichiarato : “T mi ha avvertito di rimuovere il T che collega MP a C. Ogni giorno capisco meglio dove viviamo e in quale anno”.

In altre parole, Twitter lo ha avvertito di rimuovere il tweet che collegava il vaiolo delle scimmie al vaccino COVID.

Il 31 luglio 2022, Shapira ha condiviso un collegamento ai rapporti sugli eventi avversi del vaccino COVID di OpenVaers che mostravano un totale di 1.357.937 rapporti inclusi 170.151 ricoveri e 29.790 decessi, sopra i quali ha semplicemente commentato : “Sicuro ed efficace

In sintesi, in qualità di direttore generale dell’Istituto israeliano per la ricerca biologica, il professor Shmuel Shapira potrebbe essere il medico-scienziato di grado più alto al mondo a criticare apertamente i vaccini COVID.

L’Istituto israeliano per la ricerca biologica è stato fondato nel 1952 come istituto di ricerca governativo, fondato da un gruppo di scienziati delle forze di difesa israeliane.

Da allora, l’IIBR è stato impegnato in attività di ricerca e sviluppo nei campi della biologia, della chimica e delle scienze ambientali al fine di fornire allo Stato di Israele capacità di difesa contro le armi chimiche e biologiche.

In un mondo post-blocco, in cui i governi si coordinano sempre più con Twitter, Facebook e YouTube per censurare le critiche ai vaccini COVID, anche i medici scienziati di alto livello vengono messi a tacere per aver mostrato delle prove che contrastano con la narrativa ufficiale dell’industria farmaceutica.

Si spera che il professor Shmuel Shapira, che in precedenza è stato il massimo scienziato militare israeliano nella ricerca di armi chimiche e biologiche, ora possa focalizzare la sua attenzione sui vaccini mRNA COVID e portare alla luce tutta la morte e distruzione che questi preparati stanno causando a così tanti individui in tutto il mondo.

https://twitter.com/shmuelcshapira/status/1554419018219544577?t=d6WPDo1vP1k2CVaTZFgTpw&s=19

da KanekoaTheGreat

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Il Sudafrica riporta il primo decesso collegato in modo causale al vaccino COVID

Read Next

Tragedia a Perugia, muore improvvisamente un ragazzo di 19 anni