• Febbraio 7, 2023

Università che finanzia il think tank di Biden e ospita FactCheck.Org ha un contratto con BioNTech, viene PAGATA per le vendite di vaccini e le approvazioni della FDA

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


I documenti ottenuti da NATIONAL FILE mostrano che l’Università della Pennsylvania, che ospita e finanzia il think tank di Joe Biden chiamato Penn Biden Center, trae direttamente profitto dalla vendita dei vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna Coronavirus. L’Università ottiene più soldi se vengono venduti più vaccini. L’Università della Pennsylvania ottiene anche pagamenti quando la Food and Drug Administration (FDA) approva un vaccino Pfizer-BioNTech. BioNTech paga direttamente il Consiglio di fondazione dell’Università della Pennsylvania, inoltre l’università è protetta dalla responsabilità civile se le persone cercano di citare in giudizio per “lesioni fisiche” o “morte” causate dai vaccini BioNTech.

BioNTech ha firmato un accordo di licenza nel 2018 con l’Università della Pennsylvania, che finanzia direttamente il Penn Biden Center for Diplomacy and Global Engagement. Anche se il Coronavirus non era ancora scoppiato quando è stato fatto l’accordo, l’accordo del 2018 ha assicurato pagamenti massicci per l’Università della Pennsylvania se la sua tecnologia avesse finito per essere utilizzata in nuovi vaccini basati su mRNA. Bene, la tecnologia di UPenn ha finito per essere utilizzata nel vaccino contro il Coronavirus a base di mRNA prodotto da Pfizer e BioNTech, e l’accordo ha portato a enormi entrate per l’università. Joe Biden, che lavorava per l’Università della Pennsylvania quando l’accordo è stato fatto, ha ricevuto più di $ 900.000 dall’Università della Pennsylvania nei due anni prima di candidarsi alla presidenza in queste ultime elezioni.

L’Università della Pennsylvania ospita anche il sito web pro-vaccino FactCheck.org. La presidente dell’Università della Pennsylvania Amy Gutmann è ora la candidata di Biden come ambasciatore in Germania. La FDA dell’amministrazione Biden ha rapidamente approvato o autorizzato i vaccini Pfizer-BioNTech anche per i bambini, il tutto mentre l’università madre del Penn Biden Center gode di enormi profitti dalle vendite di vaccini e dall’approvazione della FDA. E la FDA collegata a Pfizer sapeva anche di numerosi eventi avversi per i bambini legati al vaccino Pfizer-BioNTech, ma ha permesso ai bambini di essere iniettati con esso comunque. Ora, mentre la FDA considera l’autorizzazione all’uso di emergenza per un vaccino Pfizer-BioNTech per bambini di soli sei mesi, la relazione finanziaria diretta tra questi vaccini e il think tank di Joe Biden deve essere esposta.

L’Università della Pennsylvania trae profitto dai vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna

La fonte di NATIONAL FILE ci ha spiegato che “UPenn guadagna pagamenti massicci (termini effettivi riservati, probabilmente miliardi)” dai vaccini Pfizer / BioNTech e Moderna.

L’Università della Pennsylvania ha ammesso nel dicembre 2020 che “I vaccini mRNA Pfizer / BioNTech e Moderna COVID-19 utilizzano entrambi la tecnologia autorizzata dell’Università della Pennsylvania. Come risultato di questi rapporti di licenza, Penn, Dr. Weissman e Dr. Kariko hanno ricevuto e potrebbero continuare a ricevere significativi benefici finanziari in futuro sulla base della vendita di questi prodotti. BioNTech fornisce finanziamenti per la ricerca del Dr. Weissman nello sviluppo di ulteriori vaccini contro le malattie infettive”. Si scopre che il Dr. Katalin Kariko è sia un professore a contratto presso la Perelman School of Medicine di UPenn che un vicepresidente BioNTech.

Il 5 novembre 2018, BioNTech ha dichiarato: “BioNTech AG, una società biotecnologica in rapida crescita focalizzata sullo sviluppo di immunoterapie per il trattamento preciso e individualizzato del cancro e la prevenzione delle malattie infettive e l’Università della Pennsylvania (Penn), Philadelphia, USA, hanno annunciato oggi di aver avviato una collaborazione di ricerca strategica. L’obiettivo della partnership esclusiva e pluriennale è quello di sviluppare nuovi candidati vaccini a mRNA nucleosidici modificati per la prevenzione e il trattamento di varie malattie infettive. Secondo i termini dell’accordo, BioNTech e il laboratorio di Drew Weissman, MD, PhD, presso Penn si scambieranno le loro conoscenze ed esperienze approfondite nella ricerca e nello sviluppo di mRNA per far progredire la scoperta di nuovi candidati vaccini. Penn sarà responsabile di un programma di ricerca preclinica dedicato dalla scoperta fino al completamento di studi che abilitano l’IND in un massimo di dieci indicazioni di malattie infettive. BioNTech avrà diritto a ricevere una licenza esclusiva mondiale per sviluppare e commercializzare ulteriormente i prodotti candidati derivanti dalla collaborazione di ricerca. Se la tecnologia proprietaria Penn fa parte di un nuovo vaccino basato su mRNA, l’università avrà diritto a ricevere ulteriori pagamenti e royalties da BioNTech. I termini finanziari dettagliati non sono stati divulgati”.

Il lavoro di Drew Weissmann ha portato direttamente ai vaccini contro il Coronavirus, inclusa l’iniezione Pfizer / BioNTech. Nel dicembre 2020, Penn Medicine ha dichiarato: “Il team scientifico la cui scoperta della biologia dell’RNA messaggero del 2005 presso l’Università della Pennsylvania ha contribuito a spianare la strada ai vaccini COVID-19 di Pfizer / BioNTech e Moderna ha ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer / BioNTech insieme venerdì 18 dicembre a Penn, più di 20 anni dopo aver iniziato la loro collaborazione scientifica di base. Drew Weissman, MD, PhD, professore di malattie infettive alla Penn’s Perelman School of Medicine, e Katalin Karikó, PhD, professore associato aggiunto alla Penn e vicepresidente senior di BioNTech, hanno scoperto insieme che lo scambio di uno dei quattro elementi costitutivi delle molecole di acido ribonucleico messaggero (mRNA) potrebbe aumentare notevolmente il suo potenziale terapeutico. Hanno condiviso le loro prospettive come ricercatori di lunga data sul campo che si sentono a proprio agio nell’assumere i vaccini stessi e hanno invitato il pubblico a fidarsi dei decenni di ricerca scientifica che hanno portato a questi importanti vaccini ora distribuiti nella lotta globale contro il virus, incoraggiando gli altri a vaccinarsi quando diverrà disponibile per loro “.

ECCO L’ACCORDO DI LICENZA DELLA Securities and Exchange Commission (SEC) TRA BIONTECH E GLI AMMINISTRATORI FIDUCIARI DELL’UNIVERSITÀ DELLA PENNSYLVANIA DATATO 9 OTTOBRE 2018: L’accordo stabilisce che “Tutti i pagamenti a Penn ai sensi del presente documento devono essere effettuati tramite deposito di USD nella quantità richiesta ai “Fiduciari dell’Università della Pennsylvania …”

Secondo l’accordo di licenza SEC, BioNTech paga l’Università della Pennsylvania con “pagamenti milestone” per ogni domanda di approvazione del vaccino che viene approvata dalla Food and Drug Administration (FDA) o da un’altra agenzia di regolamentazione, fino alle prime tre approvazioni.

Guardate queste “pietre miliari dello sviluppo” per le quali l’Università della Pennsylvania viene pagata e tenete presente che il termine “BLA”, secondo questo accordo, è definito come “una domanda presentata a un’autorità di regolamentazione per l’approvazione alla commercializzazione di un prodotto, tra cui (a) una domanda di licenza biologica o una domanda di nuovo farmaco presentata alla FDA, (b) una domanda di autorizzazione all’immissione in commercio (“MAA”) nell’Unione europea, c) qualsiasi domanda, registrazione o certificazione equivalente o comparabile in qualsiasi altro paese o regione, o (d) eventuali domande o procedure, supplementi o modifiche successive che possono essere presentate in relazione a quanto sopra.”

Il processo BLA sembra essere molto redditizio per l’Università della Pennsylvania. Ad esempio, quando la FDA ha approvato il vaccino Pfizer-BioNTech “COMIRNATY” Coronavirus nell’agosto 2021, la FDA ha concesso “BLA APPROVAL” all’iniezione.

BioNTech paga all’Università della Pennsylvania “Commercial Milestone Payments” corrispondenti alle vendite di vaccini in tutto il mondo, il che significa che l’Università della Pennsylvania guadagna di più se Pfizer-BioNTech vende più vaccini:

L’Università della Pennsylvania ha ottenuto l’immunità legale civile per se stessa nel suo accordo con BioNTech, anche da eventuali casi di “lesioni fisiche” o “morte” che potrebbero essere associati al vaccino. Secondo l’accordo di licenza SEC: “Il licenziatario dovrà difendere, indennizzare e tenere indenne Penn e i suoi rispettivi fiduciari, funzionari, docenti, studenti, dipendenti, appaltatori e agenti (gli “Indennizzati Penn”) da e contro qualsiasi responsabilità, danno, perdita, costo o spesa (comprese, a titolo esemplificativo, spese legali ragionevoli), incluse, senza limitazioni, lesioni fisiche, rischio di lesioni personali, morte e danni alla proprietà nella misura derivante da rivendicazioni o cause legali di terzi relative a: la negligenza grave, l’imprudenza o gli atti o le omissioni intenzionali illecite del Licenziatario, dei suoi Affiliati o Sublicenziatari e dei suoi o dei loro rispettivi direttori, funzionari, dipendenti e agenti, in relazione all’adempimento da parte del Licenziatario dei suoi obblighi o all’esercizio dei suoi diritti ai sensi del presente Accordo … qualsiasi violazione della legge da parte del Licenziatario o dei suoi Affiliati o Sublicenziatari…”

Il Penn Biden Center di Joe Biden è ospitato e, secondo quanto riferito, finanziato dall’Università della Pennsylvania

Nel 2017, la presidente dell’Università della Pennsylvania Amy Gutmann ha annunciato il lancio del Penn Biden Center for Diplomacy and Global Engagement, con Joe Biden che ha assunto il ruolo di capo del Penn Biden Center e ha anche assunto un ruolo di professore presso l’Università della Pennsylvania. L’Università della Pennsylvania ha dichiarato che “Il Centro sarà situato a Washington, D.C. Biden avrà anche un ufficio nel campus Penn di Filadelfia … Il Penn Biden Center promette un impatto significativo sia per le missioni di insegnamento che di ricerca di Penn. Come professore di pratica presidenziale (LoL N.d.R), Biden terrà incarichi congiunti nella Annenberg School for Communication e nella School of Arts and Sciences, con un’affiliazione secondaria nella Wharton School.

Joe Biden ha guadagnato più di $ 900.000 dall’Università della Pennsylvania tra il 2017 e il 2019 per pochissimo lavoro. Biden ha confermato il suo congedo dall’Università della Pennsylvania nell’aprile 2019, quando ha dato il via alla sua campagna presidenziale. Il liberale American Prospect ha riferito che “Il centro ha fondamentalmente funzionato come un think tank di politica estera per la cerchia ristretta di Biden. Ha dato a Penn un punto d’appoggio a Washington…”

Il professore dell’Università della Pennsylvania e vice prevosto delle iniziative globali Zeke Emanuel, un architetto chiave dell’Obamacare quando ha servito nell’amministrazione Obama, ha dato pubblicamente il benvenuto a Biden a UPenn. Tony Blinken, che ora serve come Segretario di Stato di Joe Biden, era l’amministratore delegato del Penn Biden Center prima di dirigere il Dipartimento di Stato di Biden. L’attuale team di leadership del Penn Biden Center comprende l’allume dell’amministrazione Obama Caroline Tess, e il suo business manager è un dipendente di lunga data dell’Università della Pennsylvania. I recenti funzionari del Penn Biden Center Ariana Berengaut e Colin Kahl, che hanno spinto la propaganda pro-vaccino nel primo periodo della pandemia di Coronavirus, hanno entrambi lavorato per Joe Biden o per l’amministrazione Obama-Biden e Kahl è ora il sottosegretario alla Difesa di Biden per la politica. Michael Carpenter, il recente amministratore delegato del Penn Biden Center che spinge i punti di discussione  contro la Russia, sta ora lavorando come ambasciatore nell’amministrazione Biden.

Secondo Politico: “Il Penn Biden Center non raccoglie fondi. L’Università della Pennsylvania utilizza fondi generali per gestire il centro, secondo un portavoce dell’università.

Quando il Penn Biden Center ha aperto nel febbraio 2018, Joe Biden era alla cerimonia di lancio a Washington, D.C. con il presidente dell’Università della Pennsylvania Amy Gutmann. Il Penn Biden Center si vanta che “Il Penn Biden Center ha aperto ufficialmente le nostre porte l’8 febbraio 2018, con un evento con il presidente dell’Università della Pennsylvania, la dott.ssa Amy Gutmann, e una discussione sugli affari globali tra Joe Biden e l’illustre giornalista e alumna della Penn, Andrea Mitchell. Il centro ha accolto ospiti provenienti da Penn e da tutto il mondo del governo e della politica estera, tra cui l’ex segretario di Stato John Kerry, l’ex consigliere per la sicurezza nazionale Susan Rice, i procuratori generali Eric Holder e Loretta Lynch e gli attuali ed ex membri del Congresso degli Stati Uniti.

UPenn ospita il sito web Pro-Vaccino FactCheck.Org

La fonte di NATIONAL FILE ci ha riferito: “Anche nell’apparentemente ampia “Guida al vaccino COVID-19 di Pfizer-BioNTech” di FactCheck.Org, omettono informazioni sui contributi dell’università ospitante all’mRNA e ai pagamenti da BioNTech in particolare. Non c’è alcuna menzione degli accordi di licenza mRNA di UPenn. “

FactCheck.org, che afferma di essere “apartitica“, afferma quanto segue sul suo sito web: “FactCheck.org è un progetto dell’Annenberg Public Policy Center dell’Università della Pennsylvania. L’APPC è stato istituito dall’editore e filantropo Walter Annenberg per creare una comunità di studiosi all’interno dell’Università della Pennsylvania che avrebbe affrontato questioni di politica pubblica a livello locale, statale e federale.

L’Annenberg Public Policy Center, che possiede FactCheck.org, ha sede nel campus dell’Università della Pennsylvania a Filadelfia e anche a Washington, D.C. ed è finanziato con una dotazione della Annenberg Foundation, che collabora con la Bill and Melinda Gates Foundation. La Fondazione Annenberg è il principale finanziatore di FactCheck.org secondo la sua più recente divulgazione finanziaria. FactCheck.org prende anche finanziamenti da Facebook e Google e dalla Robert Wood Johnson Foundation, ma afferma che i suoi donatori “non hanno alcun controllo sulle nostre decisioni editoriali“.

FactCheck.org ha un rapporto di lavoro estremamente stretto con la sua università ospitante. FactCheck.org afferma che “FactCheck.org riceve supporto in natura dall’Annenberg Public Policy Center, compresi alcuni costi infrastrutturali e supporto di supervisione, tecnico e amministrativo da parte della facoltà e del personale dell’APPC. Non tentiamo di assegnare un valore in dollari a questi servizi in natura, che sono finanziati dalle risorse proprie dell’APPC”. Kathleen Hall Jamiesondirettrice dell’Annenberg Public Policy Center e co-fondatrice di FactCheck.org, è una professoressa dell’Università della Pennsylvania. Il direttore emerito di FactCheck.org, Brooks Jackson, ha dato alla luce FactCheck.org poco dopo essere entrato a far parte dell’Annenberg Public Policy Center. FactCheck.org afferma inoltre che “Le donazioni con carta di credito possono essere effettuate attraverso la nostra pagina “Dona”, gestita per nostro conto dall’Università della Pennsylvania”. L’Università della Pennsylvania gestisce un fondo di donazione per FactCheck.org.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

GERMANIA -Adolescente picchiata a sangue da adulti per non aver indossato la mascherina. Ricoverata in ospedale

Read Next

Miozzo (Cts): “Sbagliato discriminare i non vaccinati, fanno bene i ragazzi a protestare”

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock