• Febbraio 7, 2023

La testimonianza di Sandra sulla principale emittente ieri domenica 20 novembre: “il v. ha distrutto la mia vita”

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Ieri, domenica 20 novembre, news.com.au, il più importante sito web australiano di informazione insieme ad ABC News e Daily Mail Australia, ha intervistato Sandra Byron, 53 anni, che ha raccontato il suo dramma dopo il vaccino covid.

Si legge nell’articolo: “Il programma australiano di compensazione per lesioni da vaccino Covid-19 viene spacciato come un “processo semplice per risarcire le persone idonee, senza la necessità di procedimenti legali complessi”.
Ma per una coppia dello Stato australiano del Nuovo Galles del Sud, questa affermazione potrebbe essere quella più lontana dalla verità.

Sandra Byron e Ashley Russell di West Pymble, nel nord di Sydney, dicono di essere quasi indigenti e di essere presto senza più risparmi poiché il programma di risarcimento ha recentemente respinto la loro richiesta.

Ciò è avvenuto dopo mesi di battaglie contro la burocrazia in un processo che il signor Russell ha descritto come “manipolazione medica”.

La vita della signora Byron ha preso una svolta drammatica nel maggio 2021 dopo aver aderito al lancio di AstraZeneca.

Suo marito ha trascorso un anno e mezzo da quando si è preso cura della moglie a tempo pieno, dopo che una complicazione con la sua prima dose di AstraZeneca l’ha lasciata con “gravi disabilità” clinicamente riconosciute.

“Ha distrutto la vita di mia moglie”, ha detto a news.com.au.
“Ho passato gli ultimi 16 mesi a prendermi cura di lei – lei non può lavorare, e io non posso lavorare, e stiamo per perdere la nostra casa.

“Non sono stato in grado di tenere mia moglie per 16 mesi perché le sue mani e la sua pelle sono gravemente danneggiate dalla sindrome da perdita capillare”.

L’ultimo rapporto psicologico della signora Byron suggerisce che sia sull’orlo del suicidio.

Il signor Russell ha affermato di non essere stato in grado di lavorare abbastanza per sostenere la sua famiglia a causa delle cure necessarie a sua moglie.

“Ha distrutto la mia attività – ho dovuto solo accettare un lavoro occasionale solo per mettere il cibo in tavola”, ha detto.

“Mio figlio ora si prende cura di Sandra perché ha appena finito l’università e può prendersi cura di lei durante il giorno. È un incubo, ci sta uccidendo”.

Il signor Russell ha detto che sua moglie ora porta “più di 10 kg di liquidi addosso” a causa del linfedema – dalla sindrome da perdita capillare e da quella che si ritiene sia la sindrome di Guillain-Barre – che diversi medici curanti hanno ufficialmente collegato alla sua iniezione di AZ il 24 maggio 2021.

Per la maggior parte, trascorre le sue giornate costretta a letto e soffre di dolori cronici nonostante fosse “perfettamente sana” prima della sua vaccinazione.
Ma il governo “non era ragionevolmente convinto che [la signora Byron] avesse subito un danno” e ha respinto la sua richiesta di risarcimento il 24 agosto.

Il signor Russell e sua moglie sentono di essere stati “accomunati con gli anti-vaxxer” dagli amministratori del programma.

“Non siamo anti-vaxxer – anch’io sono stato vaccinato quattro volte”, ha detto Russell.

Incapace persino di scrivere, la signora Byron è ora in procinto di dettare una dichiarazione sulle sue condizioni di salute mentre lei e il signor Russell si preparano a presentare ricorso contro la decisione del rigetto del risarcimento per lesioni da vaccino Covid-19.

“Sandra mi sta dicendo che il danno è stato fatto a causa non solo del vaccino, ma di quello che ha fatto questo atteggiamento – la manipolazione medica – non posso iniziare a parlartene”, ha detto.

La lettera della signora Byron per il suo ricorso, vista da news.com.au, includeva le opinioni di sette medici esperti, che collegavano tutti le complicazioni della signora Byron al vaccino AstraZeneca.

Un medico di base, che ha fornito cure continue, ha scritto del suo dolore e della sua sofferenza dopo l’iniezione di AZ in numerosi report al programma.

Ha detto che la signora Byron ha iniziato a mostrare segni di trombosi e trombocitopenia subito dopo l’iniezione, seguiti da lividi acuti, capillari rotti e vene sporgenti – patologie ancora presenti.

“Riaffermo e ripeto la mia dichiarazione medica precedentemente presentata secondo cui la [sindrome di Guillain-Barre] e le sue altre condizioni sono il risultato della sua risposta infiammatoria sistemica acuta a [AstraZeneca]”, ha scritto da allora.
Un altro report ufficiale di un medico generale dell’Hornsby Ku-ring-gai Hospital, dove la signora Byron si è presentata per la prima volta, ha collegato il vaccino alla sua reazione avversa.

“Desideriamo informare che Sandra Byron ha subito una grave reazione avversa sistemica al vaccino AstraZeneca nei giorni o settimane dopo la sua prima dose. Abbiamo registrato questa reazione avversa con NSW Health”, ha scritto.

Un neurologo di Randwick ha anche collegato il vaccino alle sue condizioni di salute.

“È mia opinione che questi problemi in corso siano una diretta conseguenza della vaccinazione AstraZeneca”, ha scritto.

“È probabile che abbia subito un lieve attacco della sindrome di Guillain-Barre, che è ben noto che si verifica più comunemente dopo la vaccinazione contro il Covid-19.

“È probabile che ci sia stata anche una encefalite post-vaccinazione, data l’importanza di allucinazioni e deliri durante il decorso iniziale e problemi cognitivi in ​​corso.

“È migliorata molto sostanzialmente dalle prime due alle quattro settimane, ma ha ancora significative disabilità in corso”.

Nonostante ciò, il danno della sig.ra Byron è stato ritenuto “non risarcibile”.

In una risposta di 64 pagine, un delegato del Segretario del Dipartimento della Salute ha dichiarato: “Dopo aver considerato le informazioni attualmente disponibili, non sono ragionevolmente convinto, sulla base delle probabilità, che lei abbia subito un” danno correlato al vaccino Covid-19 ”.

“In particolare, mentre si può accettare che lei abbia avuto una reazione al vaccino, è mia opinione che al momento non ci sia una diagnosi da parte di un medico curante pertinente che sia sufficientemente definitiva da permettermi di essere convinto che lei abbia sofferto di TTS [trombosi con sindrome da trombocitopenia], CLS [sindrome da perdita capillare] o GBS [sindrome di Guillain-Barre] a seguito della somministrazione del vaccino AstraZeneca.
L’ampia Dichiarazione dei motivi, firmata da un anonimo “ufficiale medico” e da un membro di un “gruppo di esperti indipendenti”, ha meticolosamente selezionato prove, opinioni, qualifiche e persino frasi dei professionisti medici che avevano messo i loro nomi al reclamo.

“[Due specialisti] hanno solo suggerito che è possibile una pregressa sofferenza di GBS”, si leggeva nella decisione in un caso.

“Non ritengo che l’opinione secondo cui potreste aver sofferto di GBS sia una base sufficiente per essere convinto, sulla base delle probabilità, che lei abbia sofferto di quella condizione.

“Mentre [il neurologo di Randwick] alla fine ha ritenuto che lei “probabilmente” soffrisse di GBS, non ritengo che abbia articolato in modo soddisfacente le basi cliniche di tale punto di vista.

“L’opinione dell’ufficiale medico è che non ci sono prove sufficienti per fare una diagnosi di GBS.

“L’ufficiale medico ha concluso che, sebbene vi fossero prove di sintomi e segni neurologici, questi non erano corroborati da altri dati clinici, come i risultati delle indagini o il trattamento, che confermassero una diagnosi di GBS diagnosticata da un neurologo contemporaneo alla data della diagnosi. Come detto in precedenza, accetto il parere del medico di fiducia”, ha concluso.

Un gastroenterologo e un ematologo stanno ora curando la signora Byron per gravi danni interni causati da quella che, secondo loro, è la sindrome di Guillain-Barre, una condizione che il governo pensa che lei non abbia.

“Stiamo vedendo un gastroenterologo a causa di qualcosa che il governo ha detto che non ha. “È orwelliano. È semplicemente ridicolo”, ha detto il signor Russell.

I due specialisti più recenti che hanno curato la signora Byron per GBS – dopo che la sua richiesta è stata respinta – hanno collegato la sua condizione al vaccino e hanno messo i loro nomi nel ricorso della signora Byron.
“Il suo medico di famiglia, il neurologo, l’ematologo e altri medici hanno tutti espresso le loro prove, e sono d’accordo con loro, che ha acquisito una reazione infiammatoria sistemica acuta come reazione avversa a una vaccinazione AZ che ha portato a successive condizioni croniche, ” ha scritto un gastroenterologo di Sydney.

Anche loro hanno detto che era “molto probabile” che la signora Byron soffrisse di GBS in relazione alla dose di AZ.

“È molto probabile che la maggior parte dei suoi sintomi addominali cronici derivi dalla sindrome post-Guillain Barre, che era in relazione alla vaccinazione AZ, come confermato dagli altri suoi specialisti”, hanno scritto.

Anche l’ematologo di Sydney ha sostenuto il collegamento.

“La signora Byron è essenzialmente costretta a casa dal dolore cronico. Dipende da suo marito come suo assistente a tempo pieno”, hanno scritto.

“Contemporaneamente, ha sviluppato una costellazione di sintomi neurologici che è stata successivamente diagnosticata come sindrome di Guillain-Barré da due neurologi e attribuita al vaccino AstraZeneca.

“Credo che la serie di sintomi, edema periferico marcato, emoconcentrazione e anomalie elettrolitiche entro il periodo di tempo minimo dalla vaccinazione supporti la diagnosi della sindrome da perdita capillare indotta da AstraZeneca, e questo è un importante contributo all’attuale grado di disabilità della signora Byron”.

I medici specialisti coinvolti nella richiesta iniziale hanno ora scritto nuove lettere per accompagnare il ricorso della signora Byron.

“Penso che sia probabile che Sandra Byron avesse la sindrome di Guillain Barre nel 2021 e che questa fosse secondaria alla vaccinazione contro il coronavirus di AstraZeneca in assenza di qualsiasi altra causa infettiva o altra eziologia”, ha ribadito un neurologo coinvolto nell’affermazione iniziale.

“Dovremmo tenere presente, tuttavia, che da quel momento le sono state fornite ulteriori diagnosi e anche che all’epoca eravamo meno consapevoli dei potenziali effetti collaterali del vaccino”, ha scritto anche un nefrologico nell’ambito dell’appello.

Oggi, 11 medici di una vasta gamma di specialità sono convinti che la sua condizione in corso e debilitante sia collegata alla sua vaccinazione.

Ciò è in netto contrasto con la lettera di rifiuto firmata da un “ufficiale medico” – le cui qualifiche mediche non sono state divulgate – che diceva al signor Byron e al signor Russell che la loro richiesta era “non risarcibile”.

“Non sono ragionevolmente convinto che lei abbia subito un ‘danno’ come definito nelle linee-guida”, si legge nella lettera di esito del delegato del Segretario del Dipartimento della Salute nella lettera di rifiuto.

A ottobre, due dei migliori avvocati specializzati in lesioni personali della nazione hanno segnalato a news.com.au una pletora di difetti della procedura dopo che è stato rivelato che solo 59 su 2987 reclami erano stati approvati.

Hanno affermato che il sistema di riconoscimento era “arduo e poco chiaro” pur non tenendo il passo con l’aggiornamento delle informazioni relative al danno da vaccino.

“Sono tutti approvati in sicurezza, i produttori hanno effettuato i test pertinenti e stiamo cercando di contenere la pandemia”, ha affermato Clare Eve, leader dello studio nazionale degli avvocati di Shine in diritto medico.
“Vogliamo che tutti vengano vaccinati e i pochi sfortunati che hanno una reazione avversa, che sarà una piccola quantità, vogliamo aiutarvi, sostenervi e prenderci cura di voi. E non è affatto quello che ha fatto lo schema.

In risposta al calvario della coppia con il programma, un portavoce del Dipartimento della salute e dell’assistenza agli anziani ha affermato che il gruppo di esperti del programma proveniva da aziende con “esperienza in diritto delle lesioni personali, diritto amministrativo e risarcimento”.

“Il peso dato all’opinione dello specialista su ciò che ha causato una reazione dipenderà da una serie di fattori, tra cui il modo in cui è stata fatta la diagnosi, la tempistica della diagnosi e il coinvolgimento dello specialista in relazione alla vaccinazione e all’insorgenza dei sintomi, inclusi eventuali criteri diagnostici pertinenti, definizioni e test del caso, indagini intraprese e natura del trattamento ricevuto, oltre al parere dello specialista sulla misura in cui il danno è stato molto probabilmente causato dal vaccino Covid-19 (o dalla sua somministrazione) e meno probabilmente causato da qualsiasi delle altre circostanze del destinatario del vaccino Covid-19”, afferma la nota.

E in risposta ad alcuni consigli di un medico di base e di altri medici forniti alla richiesta che alla fine è stata respinta, il dipartimento ha dichiarato: “La guida afferma che i campi rilevanti per la sindrome di Guillain Barre (GBS) sono la neurologia, l’immunologia e la pediatria, se del caso. “
“I medici generici possono essere il medico curante per GBS e riferire sui risultati di un medico curante, tuttavia un medico generico non può essere il medico curante”.

Al 9 novembre, Services Australia ha approvato 75 delle 3071 richieste presentate.

Dei restanti ricorsi, 1471 necessitano di ulteriori chiarimenti da parte dei richiedenti, 166 sono stati ritirati, 188 sono stati ritenuti inesigibili e 1171 sono in corso.

Il Covid-19 Vaccine Claim Scheme ha finora pagato 3,8 milioni di dollari, secondo Services Australia.

Per quanto riguarda la signora Byron e il signor Russell, continueranno a rafforzare il loro appello .

La loro richiesta è chiedere un risarcimento per le cure passate e future, il dolore e la sofferenza e la perdita di stipendio a causa del trattamento in corso della signora Byron.

“Se non viene risolto, Sandra e io perderemo letteralmente la nostra casa e perderemo tutto”, ha detto il signor Russell.

“Ho dovuto vendere, come tutti i miei oggetti da collezione preferiti e oggetti personali solo per mettere il cibo in tavola.”
“Non riesco a credere che un governo che dovrebbe prendersi cura delle persone le abbandoni in questo modo”.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Un altro decesso nel calcio. Morte improvvisa del giocatore 28enne. Federazione calcistica in lutto

Read Next

Stella ventenne del basket muore improvvisamente. Comunità sconvolta. Il comunicato dell’Università

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock