• Dicembre 6, 2022

Se nemmeno il New England Journal of Medicine crede più a queste politiche vaccinali…

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Siamo al punto di non ritorno, forse, delle farsesche politiche vaccinali Covid. I troppi errori, le leggerezze, le menzogne e l’improvvisazione delle autorità sanitarie globali sono finalmente al capolinea.

D’altra parte oramai la polvere sotto il tappeto è diventata davvero troppa da nascondere e le migliaia e migliaia di vittime di questa folle sperimentazione in vivo, gridano giustizia.

Stavolta è toccato al New England Journal of Medicine, l’autorevole rivista scientifica, assestare l’ennesimo colpo alla pantomima Covid.

Leggiamo:

Il 10 dicembre 2020, Pfizer ha presentato i risultati di uno studio prospettico di 36.000 persone, a due dosi, controllato con placebo del suo vaccino hpv-RNA messaggero (mRNA) Covid-19, BNT162b2, alla Food and Drug Administration (FDA).Il vaccino è stato efficace al 95% nel prevenire malattie gravi in tutte le fasce d’età, indipendentemente dalle condizioni coesistenti o dall’origine razziale o etnica. Un risultato notevole. Sei mesi dopo, gli studi hanno dimostrato che la protezione contro le malattie gravi stava reggendo. I risultati di questi studi epidemiologici erano coerenti con quelli degli studi immunologici che mostravano lunghe e alte frequenze di cellule B e T di memoria specifiche di Covid-19, che mediano la protezione contro le malattie gravi. Nel settembre 2021, 10 mesi dopo che il vaccino BNT162b2 era diventato disponibile, i ricercatori israeliani hanno scoperto che la protezione contro le malattie gravi nelle persone di età pari o superiore a 60 anni era migliorata da una terza dose. In risposta, i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno raccomandato che le persone di età pari o superiore a 65 anni ricevano tre dosi di un vaccino a mRNA. In uno studio ora riportato sul Journal, i ricercatori israeliani hanno scoperto che in una popolazione di studio con un’età media di 72 anni, la protezione contro la malattia grave è stata ulteriormente migliorata da una quarta dose di vaccino a mRNA durante l’ondata di infezioni causate dalla variante B.1.1.529 (omicron) di SARS-CoV-2. Questi risultati sono stati considerati dalla FDA e dal CDC nel loro processo decisionale per quanto riguarda l’uso di una dose aggiuntiva di richiamo del vaccino a mRNA per le persone di età pari o superiore a 50 anni” educatamente scrive.

  • Poi inizia a dettagliare la cronistoria del fallimento vaccinale:

Che dire del dosaggio di richiamo per le persone più giovani? Un anno dopo che il vaccino BNT162b2 è diventato disponibile, studi negli Stati Uniti hanno dimostrato che una terza dose di vaccino ha anche migliorato la protezione contro le malattie gravi per le persone di età inferiore ai 18 anni.

Sfortunatamente, questi studi non hanno stratificato i pazienti in base al fatto che avessero condizioni coesistenti. Pertanto, non era chiaro chi tra questi gruppi di età più giovani beneficiasse maggiormente di una dose aggiuntiva. Tuttavia, il CDC in seguito ha raccomandato che tutti i 12 anni di età o più anziani ricevessero tre dosi di BNT162b2, indipendentemente dal fatto che fossero presenti fattori di rischio. Questa raccomandazione universale di richiamo ha portato alcuni campi estivi, scuole superiori, università, ospedali e aziende a richiedere tre dosi di vaccino mRNA. Nel febbraio 2022, in uno studio che non supportava la raccomandazione di richiamo per i bambini, i ricercatori del CDC hanno scoperto che due dosi di BNT162b2 inducevano una protezione di lunga durata contro gravi malattie nei bambini dai 12 ai 18 anni di età.

Oltre alla protezione contro le malattie gravi, lo studio iniziale di fase 3 di BNT162b2 – che è stato eseguito per un periodo di diversi mesi – ha anche mostrato una protezione del 95% contro le malattie lievi. A differenza della protezione contro le malattie gravi, tuttavia, la protezione contro la malattia lieve, che è mediata da alti titoli di anticorpi neutralizzanti specifici del virus al momento dell’esposizione, è diminuita dopo 6 mesi, come ci si sarebbe aspettato. In risposta, sono stati pubblicati studi di Pfizer in cui è stato dimostrato che una dose di richiamo ripristina la protezione contro la malattia lieve.; sfortunatamente, questa protezione non è persistita per più di qualche mese.La protezione di breve durata contro la malattia lieve limiterà la capacità del dosaggio di richiamo per ridurre la trasmissione.

  • Una onesta ammissione del misero risultato ottenuto ( a fronte dell’incredibile sacrificio di vite umane). Poi incalza:

Le persone sono ora confuse su cosa significhi essere completamente vaccinati. È facile capire come questo possa accadere. Probabilmente, l’errore più deludente che circonda l’uso dei vaccini Covid-19 è stata l’etichettatura di malattie lievi o infezioni asintomatiche dopo la vaccinazione come “scoperte”. Come è vero per tutti i vaccini mucosi, l’obiettivo è quello di proteggere da gravi malattie – per tenere le persone fuori dall’ospedale, dall’unità di terapia intensiva e dall’obitorio. Il termine “svolta”, che implica il fallimento, ha creato aspettative irrealistiche e ha portato all’adozione di una strategia di tolleranza zero per questo virus. Se vogliamo passare dalla pandemia all’endemia, ad un certo punto dovremo accettare che la vaccinazione o l’infezione naturale o una combinazione delle due non offriranno una protezione a lungo termine contro le malattie lievi”.

  • Dopo più di due anni finalmente un barlume di onestà intellettuale. Ma non è tutto:

Inoltre, poiché I BOOSTER NON SONO PRIVI DI RISCHI, dobbiamo chiarire quali gruppi ne traggono maggior beneficio. Ad esempio, i ragazzi e gli uomini tra i 16 ei 29 anni di età sono ad aumentato rischio di miocardite causata da vaccini a mRNA. E tutte le fasce d’età sono a rischio per il problema teorico di un “peccato antigenico originale” – una ridotta capacità di rispondere a un nuovo immunogeno perché il sistema immunitario si è bloccato sull’immunogeno originale.

  • Musica per le nostre orecchie… Quante volte lo abbiamo ripetuto noi complottisti e disinformatori?

Un esempio di questo fenomeno può essere trovato in uno studio su primati non umani che mostra che l’amplificazione con una variante specifica di omicron non ha comportato titoli più elevati di anticorpi neutralizzanti omicron-specifici rispetto all’aumento con il ceppo ancestrale. Questo potenziale problema potrebbe limitare la nostra capacità di rispondere a una nuova variante.

Spetta ora al CDC determinare chi benefici maggiormente del dosaggio di richiamo ed educare il pubblico sui limiti dei vaccini mucosi”. Qui stanno letteralmente chiedendo al CDC di porre fine alla non più credibile propaganda Covid. Poi concludono:

In caso contrario, una strategia di tolleranza zero per l’infezione lieve o asintomatica, che può essere implementata solo con frequenti dosi di richiamo, continuerà a fuorviare il pubblico su ciò che i vaccini Covid-19 possono e non possono fare”.

  • Alias :”Smettetela di prendere la gente per i fondelli“.

ME-RA-VI-GLIO-SO

LEGGI L’ARTICOLO ORIGINALE: Covid-19 Boosters — Where from Here? | NEJM

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Due quarantenni e un 38enne morti nelle ultime ore per malore fatale, il quarto in fin di vita. “When enough is enough”?

Read Next

Mastercard ha già una carta di credito che si blocca non appena vengono effettuate troppe spese con “un elevato consumo di CO2”

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock