• Novembre 27, 2022

BAMBINI: nuovo studio NATURE mostra una risposta immunitaria innata più robusta alla SARS-CoV-2 nelle vie aeree superiori che protegge dalla malattia grave

Un nuovo studio pubblicato su Nature ha dimostrato che i bambini suscitano una risposta immunitaria innata e particolarmente adattativa più robusta alla SARS-CoV-2 nelle vie aeree superiori che probabilmente contribuisce alla loro protezione da gravi malattie delle vie aeree inferiori.


“[…]Abbiamo confrontato l’espressione genica delle vie aeree superiori nei bambini e negli adulti per identificare i punti in comune e le distinzioni nella risposta a SARS-CoV-2 nel sito dell’infezione iniziale, che alla fine possono contribuire ai loro risultati clinici disparati.

[…]I nostri risultati suggeriscono che elementi importanti della risposta immunitaria adattativa possono essere coinvolti in modo più robusto nelle vie aeree superiori dei bambini. In particolare, abbiamo osservato marcatori di espressione genica elevati dell’attivazione dei linfociti B e T, nonché la produzione di citochine tipicamente associata all’attivazione dei linfociti T (come IFNγ), nelle vie aeree superiori dei bambini. Curiosamente, Loske et al. hanno anche osservato una maggiore prevalenza e attivazione delle cellule T, nonché l’espressione di IFNγ nelle vie aeree superiori dei bambini nel loro studio unicellulare 21 . Vono et al. recentemente riportato che i bambini hanno mostrato un’elevata firma dell’espressione genica dell’attivazione dei linfociti B nella circolazione rispetto agli adulti nei primi giorni dopo l’insorgenza dei sintomi 16, e Yoshida et al. osservato un sorprendente aumento dei linfociti ingenui nella circolazione dei bambini con COVID-19 17 , che hanno ipotizzato potrebbe riflettere una maggiore migrazione di cellule B e cellule T al sito di infezione. Sia i nostri dati che quelli di Loske et al. forniscono prove convincenti a sostegno di questa ipotesi. Una risposta immunitaria adattativa precoce a un nuovo patogeno nelle vie aeree superiori dei bambini, forse a causa di uno stato immunologico più ingenuo, può quindi rappresentare un fattore critico nella prevenzione della progressione verso una malattia grave nei bambini.

Infine, abbiamo osservato prove coerenti con una maggiore clearance delle cellule ciliate nei bambini con infezione da SARS-CoV-2 e un aumento proporzionale delle cellule basali, che potrebbero differenziarsi per ripristinare l’omeostasi dell’epitelio delle vie aeree. Studi recenti hanno scoperto che le cellule ciliate sono un obiettivo importante per SARS-CoV-2 all’inizio dell’infezione 41 , 42 .

È quindi ipotizzabile che un ricambio più efficace delle cellule ciliate infette e la rigenerazione epiteliale nelle vie aeree superiori dei bambini possano limitare la capacità del virus di migrare nelle vie aeree inferiori, dove può causare malattie più gravi.Il nostro studio ha diversi limiti che dovrebbero essere tenuti a mente: 1) una dimensione del campione più ampia avrebbe aumentato la generalizzabilità dei risultati; 2) non erano disponibili informazioni precise sui tempi di raccolta del campione rispetto all’insorgenza dei sintomi, sebbene abbiamo limitato la nostra analisi a campioni con carica virale caratteristica dell’intervallo di tempo da poco prima dell’insorgenza dei sintomi e fino a ~6 giorni dopo 31; 3) non abbiamo avuto accesso a dati sequenziali per studiare la dinamica della risposta immunitaria nel tempo; 4) non abbiamo valutato direttamente i tipi cellulari presenti nella mucosa; e, infine, 5) la maggior parte dei soggetti con COVID-19 presentava una malattia lieve al momento del campionamento e non richiedeva il ricovero in ospedale. I risultati avrebbero potuto differire se fossero stati disponibili campioni provenienti da una proporzione maggiore di individui gravemente malati. Tuttavia, questo probabilmente ha portato a un confronto più rilevante poiché relativamente pochi bambini sviluppano una malattia grave e le vie aeree superiori non sono più il sito principale della patologia nella malattia grave“.

LEGGI LO STUDIO COMPLETO: https://www.nature.com/articles/s41467-022-31600-0

eVenti Avversi

Read Previous

Malore fatale mentre fa il bagno: MUORE UN RAGAZZINO DI 15 ANNI

Read Next

Arriva l’ok per la quarta dose agli over 60. Speranza ci aggiunge anche guariti