• Maggio 17, 2022

FRANCIA – l’Assemblea Nazionale adotta definitivamente il disegno di legge che istituisce il PASS VACCINALE

Il testo è stato adottato con 215 voti favorevoli, 58 contrari e 7 astensioni. A sinistra sono previsti due diversi appelli al Consiglio costituzionale, che rinvieranno di qualche giorno la promulgazione.

È l’epilogo di due settimane movimentate: il Parlamento ha adottato questa domenica, con voto finale dell’Assemblea, il controverso disegno di legge che istituisce il Pass Vaccinale, che il governo vuole vedere entrare in vigore al più presto di fronte al“maremoto”del Covid-19. Il testo è stato approvato con 215 voti favorevoli, quelli della maggioranza, dei due terzi della LR e di una minoranza dei socialisti. Sono stati 58 deputati a votare contro, tra cui la sinistra di sinistra, l’UDI e il RN, e tre dissidenti LREM. Sette deputati si sono astenuti.

Due diversi appelli al Consiglio costituzionale, tra cui uno di La France insoumise,sono previsti a sinistra, per garantire il rispetto delle“libertà fondamentali”,che rinvieranno di qualche giorno la promulgazione tra singhiozzi, polemiche e ripetuti colpi di scena, culminati nelle dichiarazioni di Emmanuel Macron, deciso a “infastidire” i non vaccinati.

I deputati hanno discusso a lungo domenica sulla possibilità di controlli di identità da parte di caffetterie o ristoratori, in caso di dubbio sul titolare di un pass, provvedimento rimosso dal Senato. Questo controllo è“giuridicamente molto incerto”,”in pratica inefficace”e non sarà praticato, ha sostenuto invano Guillaume Larrivé (LR). La destra ritiene tuttavia il disegno di legge“globalmente utile”e non vi si oppone, in linea con il sostegno al pass vaccinale del candidato LR per l’Elysée Valérie Pécresse.

Le opposizioni hanno invitato l’esecutivo a non“confondere la campagna sanitaria con la campagna elettorale”, secondo le parole di Paul Molac (Libertà e Territori). Il pass di vaccinazione è inutile perché non impedisce il contagio e funge da “strumento di comunicazione”,ha dichiarato il leader dei deputati comunisti André Chassaigne.

Un’implementazione intorno al 20 gennaio?

Prima di questa votazione finale, i deputati hanno già dedicato più di 35 ore all’esame del testo, ha dichiarato Richard Ferrand (LREM). Il ministro della Salute Olivier Véran era assente, essendo lui stesso stato colpito dal virus da giovedì.

Mentre circa 300.000 infezioni sono state registrate in media ogni giorno per una settimana, il governo spera di attuare il pass vaccinale intorno al 20 gennaio, dopo possibili appelli al Consiglio costituzionale. Sarà quindi necessario essere in grado di provare lo stato di vaccinazione per accedere ad attività ricreative, ristoranti e bar, fiere o trasporti pubblici interregionali. Un test negativo non sarà più sufficiente, se non per accedere a strutture e servizi sanitari.

Il nuovo pass si applicherà solo alle persone a partire dai 16 anni, l’età della“libertà vaccinale”contro il Covid-19, vale a dire dove non c’è bisogno dell’autorizzazione dei genitori. I minori di età compresa tra 12 e 15 anni rimarranno soggetti all’obbligo di presentare l’attuale tessera sanitaria.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Pfizer e il Vaticano

Read Next

Una strage. Torneo della Coppa d’Africa decimato per calciatori vaccinati con problemi cardiaci