• Giugno 25, 2022

I super vaccinati Pearl Jam costretti a cancellare il tour dopo che il secondo membro della band ha contratto il COVID-19, ai loro concerti solo i vaccinati

La famossa band Pearl Jam è stata costretta a cancellare i restanti spettacoli del suo tour nordamericano dopo che un secondo membro della band è risultato positivo al Covid-19.

Proprio la scorsa settimana, al batterista Matt Cameron è stato diagnosticato il Covid-19, costringendo la band ad arruolare batteristi stand-in – tra cui il batterista originale dei Pearl Jam Dave Krusen e i membri del pubblico – per far continuare lo spettacolo.

Tuttavia, mercoledì (18 maggio), la band ha preso i social media per annunciare che i loro prossimi spettacoli a Sacramento (18 maggio) e Las Vegas (20 maggio) saranno cancellati poiché anche il bassista Jeff Ament è risultato positivo al virus .

In una dichiarazione su Instagram, la band ha dichiarato: “Cari fan di PJ e possessori di biglietti, mentre la band ha combattuto attraverso Oakland dopo che il batterista Matt Cameron è risultato positivo al Covid, e Fresno dove Ed e la band l’hanno superato con l’aiuto di Dave Krusen come batterista ospite speciale, ora devono presentare la notizia straziante che questa mattina il bassista Jeff Ament è risultato positivo al Covid”.

“Questo è orribile per tutte le persone coinvolte e siamo particolarmente dispiaciuti per coloro che là fuori hanno fatto piani per partecipare a questi spettacoli”.

“La nostra attenzione a rimanere all’interno della bolla è stata costante. Abbiamo davvero fatto tutto ciò che potevamo avere per rimanere lontani dall’infezione”.

E in effetti hanno proprio fatto molto per incoraggiare le politiche Covid in questi ultimi due anni. La band ha sempre avuto molto a cuore la “salute” dei fans, tanto da consentire l’accesso ai concerti esclusivamente ai fan vaccinati e possibilmente anche testati…

Era il 2 febbraio quando Eddie Vedder, leader del gruppo, incoraggiava i fan a esibire la prova di vaccinazione, indossare la mascherina e possibilmente eseguire un tampone prima dello spettacolo.

La band ha davvero seguito pedissequamente ogni raccomandazione governativa eppure…il Covid non sembra aver dato loro tregua.

A gennaio infatti, è stato proprio Ed a contrarre il Covid in forma piuttosto grave.

Era il 28 febbraio quando Eddie Vedder ha rivelato di essere risultato positivo al COVID 4 o 5 settimane prima e di aver visto tutta la sua vita passargli davanti agli occhi mentre combatteva il virus.

Il frontman dei Pearl Jam, ha rivelato alla folla al suo show di Los Angeles che la sua esperienza COVID è stata “piuttosto seria” e che è stato molto male.

“Ho avuto il COVID proprio prima che dovessimo iniziare a praticare, probabilmente cinque, sei settimane fa, e ho letteralmente visto la mia vita scorrere davanti ai miei occhi”, ha detto, secondo un video di YouTube girato da un fan. “Non ne ero del tutto sicuro… perché ho fatto delle cose molto buone per il mio corpo, e mi sono anche divertito molto. E ho fatto alcune cose che potrebbero essere … una sorta di abuso, voglio dire, niente di veramente clinico. Non entrerò nei dettagli. Usa solo la tua immaginazione!”

Vedder, 57 anni, ha continuato: “Ma lo era, sembrava piuttosto serio. E superarlo e poi tornare in una stanza come questa, affrontare così tante persone che affrontano questo modo, e ascoltarci suonare musica per te è davvero, veramente, è stato un dono e un onore. Grazie per l’ascolto. Siamo così grati”.

Il rocker è stato a lungo un sostenitore dei vaccini e, nel maggio 2021, si è esibito all’evento Vax Live in live streaming di Global Citizen, che ha incoraggiato i fan a ricevere i vaccini e ha raccolto fondi per aiutare a vaccinare gli operatori sanitari di tutto il mondo.

“Se sei un governo, se sei un leader mondiale e hai un vaccino in eccesso, per favore non accumulare scorte. Rendilo disponibile ai paesi che ne hanno bisogno. Per favore distribuiscilo al più presto “, disse Vedder all’epoca, secondo NME. “E se sei un’azienda farmaceutica, ti ringraziamo per le tue invenzioni. Se voleste davvero essere eroi, se volete che la storia vi guardi indietro e vi sorrida come eroi, sarebbe bello se poteste distribuire questo vaccino a costo e poi avreste un sistema di distribuzione giusto ed equo in tutto il pianeta, ed è così che sopravviveremo e vinceremo questa pandemia”.

Così attendiamo le nuove date del loro tour…Covid permettendo naturalmente 🙂

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Continua inesorabile la tragica conta dei morti per “malore improvviso”. Sono 3 gli under 55 scomparsi nelle ultime ore, il più giovane aveva 36 anni

Read Next

Ultimi dati CDC: i bambini dai 5 agli 11 anni completamente vaccinati si ammalano di Covid molto di più rispetto ai loro coetanei non vaccinati, pur avendo un rischio post vaccino elevatissimo