• Luglio 13, 2024

Il dramma della showgirl Paola Caruso: “mio figlio p.aralizzato dall’i.niezione!”

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


L’ex Bonas di “Avanti un Altro” Paola Caruso ha rivelato nella scorse ore a “Verissimo” il dramma di suo figlio. “Sono devastata come mamma, non auguro a nessuno al mondo quello che ci è successo”. Comincia così il racconto di Paola Caruso che per la prima volta a Verissimo racconta la tragedia che ha colpito il figlio Michelino, vittima della malasanità e di un incidente accaduto in Egitto ad ottobre. Un racconto fiume in cui Paola spiega che il bimbo si sta sottoponendo a continue terapie in ospedale a causa di una grave m.alattia. “Mio figlio è il mio tutto, è la mia vita”, confida Paola, che è diventata mamma tre anni fa grazie ad una relazione con Francesco Caserta, con cui oggi non ha rapporti. “E qualsiasi cosa accada a mio figlio, accade anche a me mille volte. A noi il destino ha riservato una ennesima prova da superare. Adesso stiamo combattendo insieme. Abbiamo avuto una disgrazia”. 

“A novembre siamo andati in vacanza in Egitto, io lui, la tata ed altre persone – racconta la showgirl 38enne, ex Bonas di Avanti un altro – Arrivati lì però, visto il cambio di temperatura, lui è molto cagionevole, ha iniziato ad avere un po’ di febbre. Io avevo portato medicine dietro e ho provato a farla abbassare con antipiretici. Ma la febbre non si abbassava. Così il secondo giorno ho cominciato a preoccuparmi. Il medico arriva in camera e lo visita, parlava arabo e la struttura mi ha offerto un traduttore. Il medico mi ha proposto così di fargli delle punture, volevo rifiutarmi, mi sembrava eccessivo. Però mi sono fidata. Mi sono fatta convincere”.  

“Non l’avessi mai fatto – aggiunge Paola – Facendogli questa p.untura sulla natica infatti, questo dottore non si sa che cosa gli ha i.niettato…. Il bambino ha gridato come mai aveva urlato nella sua vita. Dopo mezz’ora misuriamo la febbre, ma la febbre non scende. Gli dico di avvicinarsi a me, lui si alza dal letto e cade a terra… Non sentiva più la gamba, non la muoveva. Sono impazzita, mi si è spento il cervello. Da quel giorno la nostra vita è cambiata totalmente”. 

Quindi la corsa al pronto soccorso. Qui la neurologa capisce che l’i.niezione aveva lesionato il nervo sciatico. E lui non sentiva più la gambina. La diagnosi è: paresi del nervo sciatico. “Un bambino sano… improvvisamente non camminava più”, dice Paola tra le lacrime che le scendono sul viso. Il motivo? “Gli hanno i.niettato un medicinale che non si i.nietta ai bambini. Siamo quindi tornati in italia, il bimbo è stato ricoverato”. 

E così, da quel maledetto 21 novembre, Paola e il figlio vanno tutti i giorni in ospedale. Ora cammina con un tutore, ma senza tutore non riesce. “I medici italiani dicono che è una cosa molto lunga, che è l’unico caso in Italia perché qui è vietato i.niettare quel medicinale. Motivo per cui non sanno neanche loro che cosa succederà”. 

Il dolore di Paola è enorme. E, sottolinea, il dramma arriva proprio oggi che i due, mamma e figlio, erano riusciti a trovare un equilibrio nonostante la mancanza del padre del piccolo nella loro vita. “Avevamo trovato un equilibrio anche col padre di mio figlio – dice Paola pensando al passato – Michelino aveva tre anni ed era finalmente sereno. Ma adesso ha paura di tutto, vede gli ospedali e piange. La notte si sveglia e fa incubi pensando che non riuscirà a camminare. Facciamo terapia ogni giorno a Milano, perché l’unico per fare in modo che migliori da solo è la fisioterapia. Lui ci deve mettere tanto del suo, lui si sveglia la mattina e sa che dovrà lavorare per dover camminare”. 

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Si è accasciato a mezzogiorno in strada. Si spegne a 48 anni maresciallo dei Carabinieri

Read Next

Un altro m.alore poco fa sugli spalti. Partita sospesa

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock