• Giugno 22, 2024

La rivelazione di Berlusconi: “sono uno dei migliori amici di Putin. Pochi giorni fa mi ha regalato 20 bottiglie di vodka per il mio compleanno!”

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


In un audio pubblicato pochi minuti fa, Silvio Berlusconi ha affermato di aver ripreso a sentire Vladimir Putin scambiandosi regali e lettere, rivelazioni destinate a terremotare l’immagine in Europa della maggioranza.

Inoltre ha rilanciato il ruolo di Maria Elisabetta Casellati. Il pallino è sempre lo stesso: il ministero della Giustizia. Almeno quello, dopo il ‘no’ stentoreo a Licia Ronzulli, subito piazzata come capoguppo al Senato, nella squadra di governo e l’altrettanto fermo diniego al ministero dello Sviluppo economico, che custodisce la delega alle telecomunicazioni, affaire carissimo all’editore di Mediaset.

Dopo la stringata nota comune di prassi dopo il faccia a faccia, Berlusconi si riprende la scena a modo suo: appena si ritrova davanti alle telecamere, ecco lo show, poi proseguito di fronte ai parlamentari forzisti per l’elezione dei capigruppo. Non si contiene e nei suoi interventi mescola tutto: rapporti interni alla coalizione,lezioni di bon ton istituzionale a Meloni, il nascente esecutivo – arrivando a elencare i ministeri che spetteranno a Fi e a chi – nonché la politica estera con affermazioni destinate a far discutere. E che hanno messo in imbarazzo Forza Italia. Il partito ha provato a smentire, ma un audio pubblicato da La Presse conferma in toto le parole.

Di fronte ai neo-eletti il fondatore degli azzurri ha rivelato di aver “riallacciato” i rapporti con Putin – che il 23 settembre aveva già in parte difeso – e di aver ricevuto dal capo del Cremlino un regalo per il suo compleanno, venti giorni fa. “I ministri russi hanno già detto in diverse occasioni che siamo noi in guerra con loro, perché forniamo armi e finanziamenti all’Ucraina – ha detto – Io non posso personalmente fornire il mio parere perché se viene raccontato alla stampa viene fuori un disastro, ma sono molto, molto, molto preoccupato. Ho riallacciato i rapporti con il presidente Putin, un po’ tanto”.

Talmente tanto da aver ricevuto per il suo 86esimo compleanno, lo scorso 29 settembre, un sostanzioso regalo: “Venti bottiglie di vodka e una lettera dolcissima”. Uno scambio alla pari: “Gli ho risposto con bottiglie di lambrusco e con una lettera altrettanto dolce”. “Io l’ho conosciuto come una persona di pace e sensata…”. Una ricostruzione che il partito è costretto a smentire a stretto giro, sottolineando che l’ex presidente del Consiglio raccontava vecchi aneddoti. “Roba del 2008”, taglia corto Antonio Tajani. Ma l’audio catturato da La Presseconferma in toto le parole dell’ex presidente del Consiglio.

Del resto un retroscena de La Stampa negli scorsi giorni aveva rivelato come durante un capannello a Palazzo Madama con tre senatori dem, Berlusconi avesse annunciato con tanto di lapsus: “Ho parlato con Putin e gli ho detto che deve trattare con Zagrebelsky”. Al di là della confusione tra il costituzionalista e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, da Fi non era arrivata alcuna smentita. Resta totalmente in piedi anche la sua versione sul ministero della Giustizia, dove semmai toccherà all’alleata Meloni smontare il racconto di Berlusconi. Per via Arenula, ha sostenuto, “c’è la seconda ex carica Stato e su Casellati c’è accordo con Meloni”.

La presidente di Fratelli d’Italia, ha detto il leader di Fi, “mi ha suggerito: ‘Vedilo Nordio che ti convince che è bravo’, ma io sono già convinto della Casellati”. Nordio lo incontrerà, ma solo “per conoscerlo” perché “darà il suo contributo alla riforma della giustizia”. Tornando sul foglio con gli aggettivi su Meloni, immortalato dai fotografi in Senato, si trattava degli “appunti che ho fatto io mentre tutti i senatori, uno dopo l’altro, parlavano”. Il suo giudizio, ha sostenuto, è “su un altro foglio ed è assolutamente positivo”. Insomma: “Non c’è stata mai una distanza tra noi e la signora Meloni. Io ho un rapporto di amicizia con lei – ha detto ancora – Mio figlio è suo amico, il suo uomo lavora in Mediaset. Ho insistito che tutte le cariche in maggioranza fossero date in base ai voti”.

Quindi è passato a usare parole assai meno tenere nei confronti della leader di Fdi: “Ieri con la signora abbiamo parlato anche di ministri, che erano quattro e sono saliti a cinque. Ma io ho insistito perché la Lega ha già avuto qualcosa più di noi perché la signora Meloni si è tenuta la presidenza del Senato, e io le ho detto che deve imparare da capo di un governo almeno ad usare il condizionale”, il giudizio tranchant di Berlusconi. “Quando parli dei tuoi alleati dovresti dire ‘il Senato mi piacerebbe tenerlo per Fdi’ e non ‘il Senato è mio’, perché così non si fa – ha aggiunto – Io ho fatto quattro volte il presidente del Consiglio, e il presidente del Consiglio deve essere aperto e generoso nei confronti degli alleati se vuol tenere unita la coalizione”. La presidenza della Camera, ha proseguito Berlusconi, “l’ha data alla Lega e, da che mondo è mondo, in Italia la presidenza del Senato vale due ministeri per chi non ce l’ha, vale un ministero la presidenza della Camera”. E ha concluso: “Quindi noi gli abbiamo chiesto tre ministeri, mi ha riso in faccia, ne ho chiesti due, ha riso ancora, ne ho chiesto uno, ha detto ok. Questa è la situazione che ho trovato”.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Incidente mortale causato da un malore, coinvolte 3 auto

Read Next

I CDC stanno per introdurre i vaccini Covid nel calendario vaccinale dei bambini e vi spieghiamo perché

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO