• Giugno 17, 2024

La V contro l’influenza produce anticorpi IgG4 dannosi nelle donne in gravidanza

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


 Dr. Peter F. Mayer

Recentemente, alcuni studi hanno dimostrato che vaccinazioni multiple con i preparati di mRNA portano alla formazione di anticorpi IgG4 dannosi.

Ne abbiamo parlato qui:

Tuttavia, questo non è stato verificato negli studi di registrazione, né in quelli che hanno coinvolto booster o sottogruppi della popolazione. Questa è un’omissione grave, poiché tali risultati esistevano già in precedenza, ad esempio negli studi sulla vaccinazione antinfluenzale di Schwangen.

La comparsa di IgG di sottotipo 4, che downregola le risposte del sistema immunitario, è stata confermata in uno studio sulla vaccinazione antinfluenzale nelle donne in gravidanza. È stato pubblicato nel maggio 2014 con il titolo “Pregnancy increases the IgG4 and decreases the IgG1 response to influenza vaccine (VAC2P.935)“.

Non è quindi una novità che le vaccinazioni possano produrre IgG4 e quindi ottenere l’esatto contrario di quanto pubblicizzato. Ed è particolarmente spiacevole che ciò sia stato osservato nelle donne in gravidanza. Come è noto, la vaccinazione Covid è stata spinta e raccomandata anche per le donne in gravidanza da autorità, politici, associazioni mediche ed “esperti” ufficiali.

Ecco la traduzione dell’abstract dello studio:

“Sebbene l’aumento della morbilità e della mortalità dell’influenza durante la gravidanza sia un motivo convincente per vaccinare le donne incinte, la gravidanza è associata a una diminuzione dell’inibizione dell’emoagglutinazione (HAI) al vaccino antinfluenzale. Abbiamo ipotizzato che, oltre a questa riduzione quantitativa, l’aumento della secrezione di IL-4, IL-10 e IL-13 indotto dalla gravidanza possa promuovere la produzione di IgG4 rispetto agli isotipi IgG1 e IgG3, che attivano meglio il complemento e il recettore Fc; tale cambiamento potrebbe ridurre l’uccisione anticorpo-dipendente del virus. Per verificare questa ipotesi, abbiamo confrontato i titoli anti-H1N1 di IgG1, IgG3 e IgG4 mediante ELISA nei sieri di 50 donne gravide e non gravide di 18-39 anni 24-31 giorni dopo la vaccinazione. Il rapporto IgG1:IgG4 era significativamente più basso nelle donne in gravidanza rispetto alle donne non in gravidanza (29,0±35,0 vs. 69,3±94,1 (media ± SD), p=0,04). Sia i titoli HAI (p=0,017) che quelli IgG1 (p=0,047) sono diminuiti nel secondo e terzo trimestre rispetto al primo. Questi cambiamenti possono essere molto pronunciati: il 28% delle donne vaccinate nel 2° e 3° trimestre presentava una combinazione di titoli IgG4 alti/bassi IgG1 che non era stata osservata nelle donne non gravide o in quelle vaccinate nel primo trimestre.

I nostri risultati suggeriscono che i cambiamenti qualitativi e quantitativi mediati dalle citochine nella risposta anticorpale anti-influenzale possono diminuire la protezione in una percentuale sostanziale di donne vaccinate negli ultimi due terzi della gravidanza, suggerendo ancora una volta che la modifica del vaccino deve essere presa in considerazione per questa popolazione”.

Lo studio è stato ovviamente molto accurato, perché non sono stati misurati solo i sottotipi di anticorpi, ma anche le sostanze messaggere IL-4, IL-10 e Il-13. L’IL-4 e l’IL-10 sono state registrate anche nello studio dell’Università di Erlangen con il preparato BioNTech/Pfizer e identificate come causa della produzione di IgG4. Ecco una breve descrizione dell’effetto:

  • L’IL-4 stimola l’IL-10, che ha un effetto antinfiammatorio, cioè inibisce la lotta contro i virus. In particolare, modifica le cellule B in modo che producano più IgG4 invece delle IgG1 e IgG3 protettive.
  • L’IL-10 inibisce anche i macrofagi, le cellule NK e le cellule T-killer CD8+, tutte responsabili dell’eliminazione dei virus e delle cellule infettate da virus. L’IL-10 è prodotta principalmente dalle cellule T helper CD4+ e dalle cellule T regolatorie.
  • L’IL-13, anch’essa citata nello studio, ha un compito funzionalmente simile all’IL-4. È prodotta dalle cellule helper Th2, influenza nuovamente le cellule B e rallenta i macrofagi.

Jessica Rose scrive nel suo Substack sui risultati dello studio del 2014:

“Essi concludono che vaccinare le donne negli ultimi due terzi della gravidanza è negativo in termini di riduzione dell’immunità protettiva indotta dalla vaccinazione antinfluenzale e che, sulla base dei loro risultati (e del principio di precauzione), potrebbe essere una buona idea smettere di vaccinare le donne in gravidanza (con materiale di cui non hanno bisogno)”.

Forse, sulla base di queste osservazioni, dovremmo fare lo stesso con gli iniettabili COVID-19 sperimentali. I prodotti a base di mRNA modificato sono terapie geniche e in nessun caso devono essere iniettati a donne in gravidanza. No, assolutamente”.

Il risultato ci fornisce anche indizi sul perché i feti vengano danneggiati dalla vaccinazione, come descritto nel recente articolo. Le IgG possono essere trasferite al feto attraverso la barriera placentare attraverso gli endosomi “all’interno dei sinciziotrofoblasti della placenta attraverso un meccanismo pH-dipendente che coinvolge i recettori FcRn, anche se un possibile ruolo di altri recettori Fc delle IgG non è ancora stato completamente chiarito”, secondo questo e quest’altro studio sotto.

Hanno inoltre mostrato una trasmissione preferenziale delle IgG4 (e delle IgG1 e IgG3). Quali sono quindi le implicazioni per il feto se il rapporto tra le sottoclassi di IgG si sposta drasticamente a favore della sottoclasse IgG4? A quanto pare molto sfavorevoli e pericolose.

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Infertilità: un’agenda diabolica

Read Next

Emergenze sanitarie e decessi in stadi e palazzetti dello sport. Otto casi nelle ultime ore

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO