• Dicembre 4, 2022

Uno studio dell’Università di Lund in Svezia mostra “che il vaccino mRNA di Pfizer può essere trascritto in modo inverso nel DNA”

Uno studio dell’Università di Lund in Svezia mostra “che il vaccino mRNA di Pfizer può essere trascritto in modo inverso nel DNA. Questo può far sorgere la preoccupazione che il DNA derivato dal vaccino possa essere integrato nel genoma dell’ospite e influisce sull’integrità del DNA genomico, che può potenzialmente mediare effetti collaterali genotossici“.


Trascrizione inversa intracellulare del vaccino mRNA Pfizer BioNTech COVID-19 BNT162b2 in vitro nella linea cellulare del fegato umano

“Studi preclinici sul vaccino mRNA COVID-19 BNT162b2, sviluppato da Pfizer e BioNTech, hanno mostrato effetti epatici reversibili negli animali che hanno ricevuto l’iniezione di BNT162b2. Inoltre, un recente studio ha dimostrato che l’RNA SARS-CoV-2 può essere trascritto inversamente e integrato nel genoma delle cellule umane. In questo studio, abbiamo studiato l’effetto di BNT162b2 sulla linea cellulare del fegato umano Huh7 in vitro[…]

[…] In questo studio presentiamo prove che il vaccino mRNA COVID-19 BNT162b2 è in grado di entrare nella linea cellulare del fegato umano Huh7 in vitro. L’mRNA BNT162b2 viene trascritto inversamente intracellulare nel DNA alla velocità di 6 ore dopo l’esposizione a BNT162b2. Un possibile meccanismo per la trascrizione inversa è attraverso la trascrittasi inversa endogena LINE-1, e la distribuzione della proteina del nucleo di LINE-1 è elevata da BNT162b2.L’accumulo intracellulare di LNP negli epatociti è stato dimostrato in vivo [36]. Uno studio preclinico su BNT162b2 ha dimostrato che BNT162b2 entra nella linea cellulare umana hek293T e porta a una robusta espressione dell’antigene BNT162b2 [37]. Pertanto, in questo studio, abbiamo prima studiato l’ingresso di BNT162b2 nella linea cellulare del fegato umano Cellule Huh7. La scelta delle concentrazioni di BNT162b2 utilizzate in questo studio merita una spiegazione. BNT162b2 viene somministrato in una serie di due dosi a tre settimane di distanza e ogni dose contiene 30 μg di BNT162b2 in un volume di 0,3 mL, il che rende la concentrazione locale nel sito di iniezione al massimo 100 μg/mL [31]. Uno studio precedente sui vaccini a mRNA contro i virus influenzali H10N8 e H7N9 utilizzando un sistema di somministrazione LNP simile ha dimostrato che il vaccino a mRNA può distribuirsi in modo piuttosto non specifico a diversi organi come fegato, milza, cuore, rene, polmone e cervello, e la concentrazione nel fegato è circa 100 volte inferiore a quella del sito di iniezione intramuscolare [38 ]. Nel rapporto di valutazione su BNT162b2 fornito all’EMA da Pfizer, gli studi di distribuzione farmacocinetica nei ratti hanno dimostrato che una percentuale relativamente ampia (fino al 18%) della dose totale si distribuisce al fegato [26]. Abbiamo quindi scelto di utilizzare 0,5, 1 e 2 μg / mL di vaccino nei nostri esperimenti sulle cellule del fegato. Tuttavia, l’effetto di una gamma più ampia di concentrazioni più basse e più alte di BNT162b2 dovrebbe essere verificato anche in studi futuri. Nel presente studio, abbiamo impiegato una linea di cellule epatiche umane per l’indagine in vitro. Vale la pena indagare se le cellule del fegato presentano anche la proteina spike SARS-CoV-2 derivata dal vaccino, che potrebbe potenzialmente rendere le cellule del fegato bersagli per le cellule T citotossiche reattive della proteina spike precedentemente innescate. Ci sono state segnalazioni di casi su individui che hanno sviluppato l’epatite autoimmune [39] dopo la vaccinazione BNT162b2. Per ottenere una migliore comprensione dei potenziali effetti di BNT162b2 sulla funzionalità epatica, sono necessari modelli in vivo per studi futuri.Nella relazione sulla tossicità di BNT162b2 non sono stati forniti studi di genotossicità o cancerogenicità [26].

Il nostro studio mostra che BNT162b2 può essere trascritto inversamente al DNA nella linea cellulare del fegato Huh7, e questo può dare origine alla preoccupazione se il DNA derivato da BNT162b2 può essere integrato nel genoma dell’ospite e influenzare l’integrità del DNA genomico, che può potenzialmente mediare effetti collaterali genotossici. In questa fase, non sappiamo se il DNA inverso trascritto da BNT162b2 sia integrato nel genoma cellulare. Sono necessari ulteriori studi per dimostrare l’effetto di BNT162b2 sull’integrità genomica, compreso il sequenziamento dell’intero genoma di cellule esposte a BNT162b2, nonché tessuti di soggetti umani che hanno ricevuto la vaccinazione BNT162b2.[…]

LEGGI LO STUDIO COMPLETO: CIMB | Free Full-Text | Intracellular Reverse Transcription of Pfizer BioNTech COVID-19 mRNA Vaccine BNT162b2 In Vitro in Human Liver Cell Line | HTML (mdpi.com)

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Storia incredibile. Autista del 118 critica la Asl di Brindisi su facebook sotto un post di Emiliano e viene sospesa senza stipendio. Il giudice le da ragione

Read Next

Obbligo vaccinale e dipendenti sospesi, TAR Lazio ordina pagamento metà stipendio. Anief, lo chiederemo per 8mila dipendenti della scuola