• Febbraio 28, 2024

Altri due chef si sentono male e muoiono nelle scorse ore in Italia

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Negli ultimi giorni era già successo a sei chef italiani (leggi il nostro articolo “Sei chef italiani morti per malore improvviso negli ultimi giorni tra cui un diciannovenne colpito da aneurisma”) e alla star della cucina inglese Paul Kitching.

Nelle ultime ore altri due chef sono morti improvvisamente in Italia. Ieri sera, sabato 17 dicembre, a Roma, uno chef ha accusato un malore mentre stava lavorando in cucina, si è accasciato a terra ed è morto. La vittima è un cuoco egiziano di 46 anni. L’uomo, uno degli chef di un ristorante di Via Crescenzio, nel quartiere Prati, sarebbe stato stroncato da un arresto cardio circolatorio. Sul posto la Polizia e i sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo. Il tragico episodio è avvenuto nel ristorante “La Zanzara” di Via Crescenzio nel quartiere Prati a Roma. Sotto shock i colleghi che hanno immediatamente chiamato i soccorsi. La telefonata alle forze dell’ordine è arrivata intorno alle 20:45 e segnalava il malore dell’egiziano. Sul posto sono subito arrivati i sanitari del 118 che purtroppo non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo. All’arrivo delle forze dell’ordine il cuoco 46enne era già morto. Dalle risultanze dei primi accertamenti si tratta di un decesso per cause naturali. La morte sarebbe dovuta ad un arresto cardio circolatorio. La salma è stata affidata al  medico incaricato dalla Asl per certificare il decesso e poi sarà messa a disposizione dei familiari.

A Mestre, addio allo chef Gianfranco Piozzini, residente da anni nel quartiere Piave prima in via Monte Sabotino e poi in via Col di Lana, morto giovedì nella sua abitazione. Nato il 15 ottobre del 1951 è stato per anni Executive Chef Corporate della Ciga, la Compagnia italiana grandi alberghi, ricevendo numerose onorificenze. Dal 1976 al 1982 era poi stato chef di cucina all’Hotel Monaco & Grand Canal Venezia (4 stelle), dal 1982 al 1984 chef dell’Hotel Cristallo a Cortina D’Ampezzo (5 stelle), dal 1986 al 1987 al Westin Excelsior a Firenze (sempre un 5 stelle), e fino al 1989 a Milano. Passato poi a Fiuggi in occasione dell’apertura del Grand Hotel Palazzo della Fonte, dal 1994 al 2001 è diventato responsabile del coordinamento di tutti gli hotel della compagnia Baglioni.

A Mestre ha contribuito allo sviluppo dell’hotel Laguna Palace, dove è stato direttore ed executive chef dal 2001 al febbraio del 2007, per poi dedicarsi a corsi di cucina. Noto anche nel quartiere Piave, i residenti lo ricordano come un uomo silenzioso, educato, riservato e generoso. Non aveva figli ed era rimasto segnato dalla perdita della moglie Marina. Amante degli animali, viveva da solo con Sara, una cagnolina della razza Breton.

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Viene a mancare l’opinionista del popolo del GF Vip. L’addio commovente

Read Next

Muore per attacco cardiaco giovane modella di 16 anni

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO