• Dicembre 11, 2023

Il vaccino di Moderna specifico per Omicron non fornisce alcuna protezione aggiuntiva – STUDIO

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Un nuovo studio condotto sui primati suggerisce che potrebbe non esserci alcun beneficio dall’aggiornamento dei vaccini Covid-19 per colpire la variante Omicron in questo momento.

Il lavoro, svolto dagli scienziati del National Institutes of Allergy and Infectious Diseases’s Vaccine Research Center, mostra che gli animali potenziati con il vaccino originale avevano livelli simili di protezione contro le malattie nei polmoni, come i primati che hanno ricevuto un richiamo aggiornato basato sul ceppo Omicron. Il lavoro è stato fatto con il vaccino autorizzato di Moderna e una dose di richiamo basata sulla variante Omicron.

Lo studio del sangue degli animali ha dimostrato che molte delle risposte immunitarie misurabili – aumenti dei livelli di anticorpi neutralizzanti, per esempio – non erano sostanzialmente diverse, indipendentemente dal richiamo somministrato.

“Pertanto, questo vaccino specifico per Omicron potrebbe non fornire una maggiore immunità o protezione rispetto all’attuale vaccino [Moderna]”, hanno concluso i ricercatori.

Lo studio è stato pubblicato su un server di prestampa venerdì. Non è ancora stato sottoposto a revisione tra pari.

L’autore senior Robert Seder ha dichiarato che i risultati sono simili a quelli di uno studio condotto dal gruppo l’anno scorso, quando i ricercatori hanno confrontato una dose di richiamo basata sulla variante Beta con il vaccino esistente. Anche in quel caso, i dati generati nei primati suggerivano che il vaccino originale, era altrettanto efficace nel proteggere i polmoni quanto lo fosse un richiamo basato sulla variante Beta. (Quella variante di preoccupazione, individuata per la prima volta in Sud Africa, non si è diffusa a livello globale.)

“Questi dati suggerirebbero che l’imprinting del vaccino iniziale ha generato cellule B che … quando dai loro una spinta sei o nove mesi dopo, sono cross-reattive a Omicron o Beta o Delta “, ha dichiarato Seder, capo della sezione di immunità cellulare presso il Vaccine Research Center.

Seder ha affermato che gli studi dovranno essere condotti nelle persone per garantire che i risultati siano validi, ma a questo punto non sembra che il ceppo vaccinale debba essere aggiornato. “Dal punto di vista dell’azienda, non so come la vedano”, ha detto. “Ma penso che questi dati siano abbastanza chiari”.

In un commento via e-mail, Moderna ha dichiarato che continuerà a lavorare per tenere il passo con il virus.

“Riteniamo che la protezione contro le varianti di preoccupazione sarà importante, soprattutto mentre guardiamo avanti all’autunno del 2022“, ha scritto la società. “Continueremo a seguire la scienza e l’epidemiologia di SARS-CoV-2 e potenziali nuove varianti di preoccupazione. Ci impegniamo a rimanere al passo col virus mentre si evolve”.

Il CEO di Moderna Stéphane Bancel ha annunciato l’intenzione di sviluppare un vaccino annuale tre in uno che colpirebbe SARS-2, influenza e virus respiratorio sinciziale o RSV, un virus che causa malattie simili al raffreddore in molti adulti, ma che può essere pericoloso nei bambini e negli anziani.

John Moore, virologo del Weill Cornell Medical College di New York City, ha affermato che questi risultati, combinati con il precedente lavoro sul booster basato su Beta, suggeriscono che l’attuale vaccino sta generando risposte cross-protettive.

“Di conseguenza, passare a un boost Omicron potrebbe essere inutileletteralmente più problemi di quanto valga“, ha scritto Moore in una e-mail. Ha aggiunto che si aspetta che gli studi sull’uomo condotti da Pfizer e Moderna per testare un booster a base di omicron mostreranno la stessa cosa. “Quello che abbiamo riscontrato sarà probabilmente importante per formulare politiche future”.

Angela Rasmussen, virologa del coronavirus presso l’Organizzazione per i vaccini e le malattie infettive dell’Università del Saskatchewan, è d’accordo, anche se ha avvertito che questi risultati si basano su un piccolo numero di animali. “Penso che dovremo aspettare i risultati delle sperimentazioni umane per vedere se c’è una differenza nel mondo reale su scala di popolazione”, ha dichiarato.

Tuttavia, Rasmussen ha detto di non essere sorpresa dai risultati, dicendo che sono coerenti con ciò che è stato visto durante l’ondata di Omicron.

“I booster esistenti forniscono una protezione migliorata (ma imperfetta) contro le infezioni”, ha scritto in una e-mail. “Sulla base di questi dati, non sembra che un booster specifico di Omicron migliorerebbe così tanto. Certamente entrambe le formulazioni di booster forniscono una protezione significativa rispetto ai controlli, ma potrebbe non essere necessario avere booster specifici per Omicron. “

Il documento osserva che sono iniziati a emergere dati che suggeriscono che un vaccino a base di Omicron non sarebbe l’ideale se somministrato da solo, perché Omicron potrebbe non generare lo stesso livello di protezione incrociata del ceppo vaccinale originale. Se il virus continua ad evolversi da Omicron, ad un certo punto usarlo nel vaccino potrebbe avere senso, ha dichiarato Seder. Ma se Delta o altre versioni precedenti del virus facessero un ritorno, le persone potrebbero non essere così ben protette da un vaccino a base di Omicron come lo sono dalla versione attuale.

LINK ALLO STUDIO PDF : Figure 1 (biorxiv.org)

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Sta male dopo la terza dose ma al Pronto Soccorso si rifiutano di visitarla perchè “non trattano questi casi”

Read Next

GERMANIA -Adolescente picchiata a sangue da adulti per non aver indossato la mascherina. Ricoverata in ospedale

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.