• Aprile 13, 2024

Articolo di fuoco del famoso quotidiano WELT: “Il vaccino Biontech / Pfizer potrebbe essere stato approvato sulla base di documentazione falsa”. Siamo finalmente alla resa dei conti?

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


In questi ultimi 3 anni non è passato giorno in cui con tutte le nostre forze non abbiamo cercato di documentare ciò che stava gravemente svolgendosi sotto gli occhi impassibili (e complici?) delle istituzioni.

Probabilmente la più grande sperimentazione di massa col benestare dei mass media e gli organi di controllo.

Delle irregolarità della sperimentazione e delle procedure di approvazione “WARP SPEED” di questi preparati mRNA abbiamo più e più volte scritto, documentando e cercando di riportare quante più testimonianze e fonti da tutto il mondo, vi basterà scorrere tra le migliaia di articoli di Eventi Avversi News per trovare tutti i riferimenti.

Siamo dunque lieti che anche i grandi quotidiani internazionali finalmente riescano a trovare la spina dorsale per affrontare una questione che oramai è davvero troppo ingombrante per essere ignorata o oscurata.


Le molte incongruenze nello studio di approvazione di Pfizer ” titola Welt, per poi proseguire :

“L’approvazione del vaccino a base di mRNA di Biontech/Pfizer potrebbe essersi basata su una documentazione errata. Ci sono sempre più dubbi sui dati dello studio di fase 3 decisivo. Pfizer si sottrae alle accuse e si rifiuta di rivedere i dati”.

Quando il paziente con il numero 12312982 è stato reso pubblico, i dirigenti dell’azienda farmaceutica statunitense Pfizer hanno sospettato che le cose potessero diventare molto spiacevoli. Durante la fase finale di test per l’approvazione del vaccino a base di mRNA, il paziente numero 12312982 era stato ricoverato in ospedale con gravi sintomi nel settembre 2020. Il paziente ha poi abbandonato la procedura di sperimentazione.

Il numero 12312982 si chiama Augusto Roux. È un avvocato, ha 36 anni e vive a Buenos Aires. Con quasi 6.000 delle 43.548 persone sottoposte a test in tutto il mondo, la metropoli di milioni di persone era di gran lunga il luogo più importante per la terza e decisiva fase di test del vaccino Biontech/Pfizer.

Ma a Buenos Aires, non solo nel caso Roux, le cose non sono andate come dovevano.

Ci sono state irregolarità significative ed epocali. Esse gettano ora l’intero studio sull’efficacia e sugli effetti collaterali del vaccino Biontech/Pfizer sotto una luce diversa”.

Le lamentele dopo la prima “vaccinazione” hanno portato alla voce “nel protocollo a disposizione del WELT: “Effetto avverso di livello di tossicità 1″”. Dopo la seconda iniezione, ha dovuto essere curato in ospedale:

“Tre giorni dopo Roux era ricoverato all’Ospedale Alemán; diversi test PCR per Covid erano negativi. Il medico senior Gisela di Stilio annotò nel rapporto di dimissione, che è disponibile per WELT: “Reazione avversa al vaccino contro il coronavirus (alta probabilità)”. La tomografia computerizzata aveva fornito immagini di liquido nel cuore di Roux. Un versamento pericardico.

Nei mesi successivi Roux perse 14 chili di peso, ebbe problemi al fegato, il suo cuore a volte batteva in modo irregolare. Il suo fegato è stato esaminato per sospettare un’epatite tossica. In seguito si è scoperto che soffre di un difetto genetico che potrebbe renderlo sensibile alle vaccinazioni. Il medico americano Gemma Torrell, che conosce la cartella clinica di Roux e lo ha intervistato a lungo nella primavera del 2021, ha osservato che la diagnosi per i sintomi successivi alla seconda vaccinazione era molto probabilmente “pericardite“. Tutto ciò corrisponde esattamente a un quadro clinico che anche l’Istituto Paul Ehrlich elenca come “raro effetto collaterale” dei vaccini a base di mRNA.

Il caso di Roux ha preso una piega sorprendente quando l’avvocato ha costretto Fernando Polack, responsabile dello studio di Buenos Aires e allo stesso tempo primo autore dello studio di approvazione di fase 3 a livello mondiale, a esaminare il suo fascicolo. Ha trovato qualcosa di sorprendente. Si potrebbe pensare che la sua storia debba comparire nei documenti dello studio di approvazione di Pfizer, ma non è così. I documenti della casa farmaceutica affermano che Roux ha informato il team di ricerca dopo il primo rapporto, che è stato classificato come “reazione avversa di livello di tossicità 1”, di essere in ospedale con una polmonite bilaterale. Questo non poteva avere nulla a che fare con il vaccino, continua il dossier, probabilmente si trattava di un’infezione da Covid. Non una parola sul fatto che Roux era risultato negativo al covid in diversi test PCR.

Trasformazione in paziente Covid

Roux dal dossier apprese altre cose su di sé… che lui stesso non sapeva: il 23 settembre aveva avuto un “grave attacco d’ansia”, come aveva notato il direttore dello studio Polack l’8 ottobre 2020. Roux soffriva di ansia (ma non era causata dal vaccino secondo la documentazione).

La trasformazione di Roux da vittima del vaccino a paziente affetto da covid e da problemi di salute mentale solleva interrogativi. La sua storia medica non viene menzionata nello studio cardine del dicembre 2020 e il suo caso non compare nemmeno nelle valutazioni successive. In un riepilogo di tutti i dati dello studio datato 11 agosto 2021 per l’autorità regolatoria statunitense FDA, viene registrato un solo caso di pericardite tra i soggetti vaccinati del test. Si tratta di un uomo di età superiore ai 55 anni. Augusto Roux non viene menzionato. È stato registrato come caso Covid e quindi come persona non vaccinata?

Quasi contemporaneamente al caso Roux, deve essersi verificato un incidente nel centro di sperimentazione di Buenos Aires. In un colpo solo, l’amministrazione della sperimentazione aveva detto addio a 53 candidati al test il 31 agosto 2020. I candidati al test erano stati “sbloccati”, cioè erano stati informati del loro stato vaccinale ( non più in cieco dunque) una procedura che il protocollo dello studio Pfizer prevede esplicitamente solo “in caso di emergenza”. Ma nello studio di approvazione non c’è nulla di tutto ciò. Nei documenti di protocollo, che sono a disposizione del WELT e che in realtà non sono destinati al pubblico, i responsabili si impelagano in contraddizioni… I partecipanti sono stati esclusi perché avevano riportato gravi effetti collaterali?

Un totale di 302 soggetti del gruppo vaccino sono stati abbandonati dallo studio dopo la seconda vaccinazione e quindi non sono stati inclusi nella valutazione. 200 di loro provenivano da Buenos Aires. Sono stati soppressi risultati sgraditi?…

A un certo punto, gli eventi di Buenos Aires sono stati sufficienti per lo stimato neurologo argentino Ruben Horecio Manci. L’esperto di test clinici scrisse una lettera incendiaria al ministro della Sanità argentino il 15 aprile 2021. Nell’ottobre 2022, il Parlamento ha istituito una commissione d’inchiesta, che non ha ancora fornito risposte…

David Healy [professore di psichiatria ed esperto di farmacologia] ha altre domande sullo studio di registrazione oltre al caso Augusto e ai fatti di Buenos Aires. Si interroga su un totale di 21 decessi nel gruppo vaccinale che si dice siano “non dovuti al vaccino”. In almeno due di questi decessi, il vaccino potrebbe non essere stato proprio come presentato nello studio. Il WELT ha documenti che dimostrano che il paziente n. 11621327 è stato trovato morto nella sua casa tre giorni dopo la seconda dose, apparentemente per un ictus. Il paziente n. 11521497 è morto 20 giorni dopo la vaccinazione, con una diagnosi di arresto cardiaco. “Secondo lo stato attuale della scienza, questi due casi sarebbero da attribuire alla vaccinazione”, afferma Susanne Wagner, specialista farmaceutica di Berlino, “soprattutto perché l’autorità sanitaria statunitense CDC sta attualmente indagando sugli ictus nelle persone vaccinate ed è noto che i coaguli di sangue dopo la vaccinazione possono provocare morti improvvise”. …

“Le accuse devono essere chiarite in modo adeguato”.

“Le irregolarità negli studi devono essere chiarite”, dichiara a WELT il portavoce del FDP per la politica sanitaria Andrew Ullmann.. “Errori in singole parti dello studio”, tuttavia, non sono un motivo per mettere in discussione l’intera approvazione. L’epidemiologo Klaus Stöhr, che ha diretto il programma vaccinale del produttore Novartis dal 2007 al 2017, sottolinea a WELT che tali eventi non possono essere sempre evitati: “È fondamentale che vengano scoperti e presi in considerazione nella valutazione dello studio”. Se lo studio debba essere corretto “può essere detto in modo definitivo solo esaminando i documenti originali dell’intero studio”. L’immunologo della Charité Andreas Radbruch chiede sanzioni severe, affermando che si tratta di una questione di “accettazione della vaccinazione nella società e di fiducia nelle autorità competenti”. Anche il capo della Commissione permanente per le vaccinazioni (Stiko)Thomas Mertens chiede: “Le accuse devono essere chiarite adeguatamente”.

WELT ha chiesto a Pfizer… una dichiarazione. La dichiarazione è arrivata immediatamente:

“Le autorità regolatorie di tutto il mondo hanno approvato il nostro vaccino COVID-19. Queste approvazioni si basano su una valutazione solida e indipendente dei dati scientifici sulla qualità, la sicurezza e l’efficacia, compreso lo studio clinico di Fase 3“.

Ma c’è stato il tempo per una valutazione normativa così solida? Inoltre:

Le e-mail dell’EMA ottenute da WELT mostrano che la FDA, la MHRA britannica e la stessa EMA avevano già concordato i tempi dell’approvazione prima ancora di poter esaminare i documenti di Pfizer. Il tempo era essenziale, il virus stava causando sofferenza e terrore. Non c’era tempo per controlli meticolosi, a quanto pare.

WELT ha chiesto chiarimenti anche al responsabile dello studio pivotale di Pfizer, Fernando Polack. Anche Polack ha preferito rimanere in silenzio”.

Fonte: Corona-Impfstoff: Die vielen Ungereimtheiten bei der Pfizer-Zulassungsstudie – WELT

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

A Bruce Willis è stata diagnosticata demenza incurabile

Read Next

E’ appena successo alla sfilata di carnevale! IL VIDEO

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock