• Dicembre 9, 2022

Biolaboratori USA in Ucraina? La Russia presenta documenti

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


È il ferro più caldo nell’attuale guerra dell’informazione tra Russia e Occidente: i biolaboratori statunitensi sul suolo ucraino. Domenica, il ministero della Difesa russo ha rilasciato documenti per la prima volta. Questi dovrebbero dimostrare ciò che si dice, ossia che Kiev abbia ordinato la distruzione di agenti patogeni il giorno dell’invasione russa. Giorni prima, l’Occidente parlava di disinformazione diffusa dal Cremlino.

Ci sono state speculazioni dall’invasione dell’Ucraina da parte di Putin: biolaboratori statunitensi in Ucraina – e nessuno sa cosa stia succedendo lì. Sabato, il Ministero degli Esteri russo ha commentato questo, domenica il Ministero della Difesa ha presentato documenti. I media occidentali parlano di “disinformazione”. Ma una cosa alla volta.

Biolaboratori statunitensi in Ucraina

In ogni caso, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti gestisce diversi biolaboratori in Ucraina. Queste informazioni mostrano l’ambasciata degli Stati Uniti in Ucraina in modo abbastanza trasparente:

“Il programma di riduzione delle minacce biologiche del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti lavora con i paesi partner per contrastare la minaccia di epidemie (intenzionali, accidentali o naturali) delle malattie infettive più pericolose del mondo. Il programma adempie alla sua missione di ridurre la minaccia biologica sviluppando una cultura della gestione del rischio biologico, attraverso partenariati internazionali di ricerca e rafforzando le capacità dei paesi partner nel campo della biosicurezza e della biosorveglianza. Le priorità del programma di riduzione delle minacce biologiche in Ucraina sono consolidare e proteggere gli agenti patogeni e le tossine legati alla sicurezza e garantire che l’Ucraina possa rilevare e segnalare focolai di agenti patogeni pericolosi prima che rappresentino una minaccia per la sicurezza o la stabilità”.

Il thread twitter dettagliato di un account anonimo sui biolaboratori, che ha davvero messo a fuoco il caso alla fine di febbraio, è scomparso molto rapidamente da Twitter, ma è ancora memorizzato nell’archivio web.

La Russia solleva accuse

Il ministero degli Esteri russo ha accusato gli Stati Uniti sabato di “mettere la polvere sotto il tappeto”. La rivista statunitense “Natural News” ha pubblicato una ricerca la scorsa settimana, secondo la quale il Pentagono gestisce biolaboratori in 25 paesi. Sono finanziati da un programma militare da 2,1 miliardi di dollari.

Il pubblico non sa cosa stia succedendo lì – anche nei laboratori in Ucraina. Secondo un accordo del 2005, “al governo ucraino è vietato pubblicare informazioni sensibili sul programma degli Stati Uniti e l’Ucraina è tenuta a consegnare agenti patogeni pericolosi per la ricerca biologica al Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (DoD).

L’accusa russa è feroce: c’è una ricerca sugli agenti patogeni che potrebbero essere usati anche come armi biologiche. Alla fine di febbraio, “l’ambasciata degli Stati Uniti in Ucraina ha inaspettatamente ritirato tutti i documenti sulla cooperazione militare e biologica tra Washington e Kiev dall’accesso pubblico. I documenti precedentemente pubblici sono stati cancellati“, ha riferito domenica il ministero della Difesa russo. Si trattava di materiale informativo sui rispettivi progetti di ricerca.

Il Ministero della Difesa ha mosso le accuse più gravi contro gli Stati Uniti e Kiev. I dipendenti dei biolaboratori avevano presentato documenti sulla distruzione di agenti patogeni particolarmente pericolosi di peste e antrace il 24 febbraio, dice. Inoltre, Kiev ha cercato di eliminare le tracce dei biolabs.

Documenti con le corrispondenti istruzioni per la distruzione di agenti patogeni nei laboratori di Poltava e Kharkiv sono stati presentati anche dal Ministero della Difesa e pubblicati sui social media. Naturalmente, i documenti non sono verificabili in modo indipendente – l’agenzia di stampa russa “Ria Novisto” aveva riferito sul caso.

Il Ministero della Difesa ha annunciato che presto presenterà un’analisi dei documenti.

La scorsa settimana, il Tagesschau ha riferito sui biolaboratori, già a febbraio “US Today“: entrambi i principali media hanno assicurato ai loro lettori che il caso fosse “disinformazione”. I documenti, che non sono più disponibili, sono stati quindi messi offline da molto più tempo e non solo dall’invasione della Russia.

L’affermazione che gli Stati Uniti hanno fatto sparire questi documenti senza ulteriori indugi dopo l’invasione russa dell’Ucraina è quindi infondata e falsa”, afferma il Tagesschau. Ora sono emersi nuovi documenti, ma tramite il Ministero della Difesa russo. La loro autenticità non può essere verificata in modo indipendente.

Entrambe le parti sembrano essere d’accordo su una cosa: l’altra parte si preoccupa di nascondere la verità. I biolaboratori sono stati a lungo, e non solo dall’inizio dell’epidemia di Covid, una pedina centrale nella guerra dell’informazione. Ora, nella guerra calda, ancora di più.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

La Florida sarà il primo stato a CONTRO-raccomandare i vaccini COVID-19 per bambini sani

Read Next

I dati Pfizer rilasciati di recente mostrano che il vaccino mRNA COVID-19 può causare 1.291 diversi eventi avversi

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock