• Gennaio 31, 2023

Boom di miocarditi e pericarditi post-vaccinali in Ontario: oltre 500 casi

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Il Governo della Provincia canadese dell’Ontario ha confermato 537 casi di miocardite/pericardite a seguito dell’inoculazione con il vaccino COVID.

As of November 21, 2021, there have been 537 reports of myocarditis or pericarditis following receipt of COVID-19 mRNA vaccines in Ontario. These reports have been identified through case-level review of all reported AEFIs. Of these, 149 (27.7%) were diagnosed with myocarditis and 242 (45.1%) were diagnosed with pericarditis. The remaining 146 (27.2%) were diagnosed with perimyocarditis (n=28), myopericarditis (n=115) and myocarditis/pericarditis (n=3).

“Fino al 21 novembre 2021, ci sono state 537 segnalazioni di miocardite o pericardite a seguito della ricezione di vaccini mRNA COVID-19 in Ontario”, scrive il Dipartimento di Salute Pubblica, Public Health Ontario (PHO) in un report .

“Questi dati sono stati rilevati attraverso la revisione caso per caso di tutti gli eventi avversi (AEFI) segnalati. Di questi, 149 (27,7%) sono stati diagnosticati con miocardite e 242 (45,1%) sono stati diagnosticati con pericardite. Ai restanti 146 (27,2%) è stata diagnosticata perimiocardite (n=28), miopericardite (n=115) e miocardite/pericardite (n=3)”.

Inoltre, il tasso di episodi di miocardite post-vaccino sembra essere in aumento, poiché sono stati segnalati 45 nuovi casi nell’ultima segnalazione al 7 novembre, segnando un aumento del 9,45% in una sola settimana.

Come osserva il Dipartimento Salute, i giovani di sesso maschile tra i 12 ei 24 anni hanno maggiori probabilità di soffrire di miocardite post-vaccino, di solito dopo la seconda dose e di solito dopo quattro o cinque giorni dopo la vaccinazione.

I dati mostrano che i maschi nella fascia di età 12-17 ora stanno segnalando miocardite/pericardite dopo la prima dose a un tasso di 65,3 per milione e 133,5 per milione dopo la seconda dose, circa 1 su 5.000.

Allo stesso modo, e ancora più schiacciante, i maschi nella fascia di età 18-24 ora stanno segnalando miocardite/pericardite a un tasso di 49,9 per milione dopo la prima dose e 181,7 per milione dopo la seconda dose, circa una segnalazione di miocardite su 4.318 soggetti vaccinati.

Va notato che il 29 settembre, il Capo Dipartimento, Chief Medical Officer dell’Ontario, Kieran Moore ha annunciato che non avrebbe più raccomandato il vaccino Moderna a causa di un fattore di rischio simile per i maschi in questi gruppi di età.

“Questa raccomandazione si basa sui consigli dell’Ontario’s Children COVID-19 Vaccine Table, dell’Ontario Vaccine Clinical Advisory Group e del Public Health Ontario ed è dovuta ad un aumento osservato in Ontario di pericardite/miocardite in seguito alla vaccinazione con Moderna nella fascia di età dai 18 ai 24 anni, in particolare tra i maschi”, ha dichiarato Moore all’epoca.

La miocardite può essere mortale e molto spesso porta a disabilità a vita per coloro che sopravvivono.

Secondo il National Center for Biotechnology, il 20% di coloro che sviluppano miocardite muore nel primo anno, il 50 per cento muore entro cinque anni.

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Catanzaro. Quindicenne ha malore improvviso dopo il vaccino covid. Ricoverato in terapia intensiva

Read Next

Il 26enne Rory muore improvvisamente il 17 novembre, 12 giorni dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock