• Dicembre 6, 2022

Coaguli di sangue nel feto. Braccio amputato ad un neonato di 10 giorni. La dott.ssa Loupis: “si dica se la madre è stata vaccinata in gravidanza!”

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Il piccolo Zack Reilly ha avuto un inizio di vita difficile.

È nato all’ospedale Leeds General Infirmary di Leeds (inghilterra) con un taglio cesareo d’urgenza a 37 settimane l’11 luglio 2021 con un braccio sinistro pieno di coaguli di sangue – che è stato amputato dieci giorni dopo, poiché secondo i medici era “morto”. 

Il bambino era sopravvissuto a coaguli di sangue nel cervello e nel braccio mentre era nel grembo materno, ma i suoi genitori non sanno come questo lo influenzerà più avanti nella vita. 

La dottoressa danese Anastasia Maria Loupis dell’Università di Copenaghen scrive su Twitter: “mi chiedo se la madre in gravidanza abbia fatto il vaccino covid”.

Dopo che i medici hanno rimosso il braccio di Zack 10 giorni dopo la sua nascita, gli hanno anche fatto una risonanza magnetica e hanno scoperto che aveva avuto un ictus nell’utero.

Questo evento gli ha lasciato un danno cerebrale, che potrebbe influenzare la sua mobilità, il controllo muscolare e la parola.

Ora Zack ha appena festeggiato il suo primo compleanno e ha completato la sua prima settimana di asilo nido. 

I suoi genitori, la 29enne assistente consulente professionale della Royal Navy Libby Francis e il 28enne ingegnere delle telecomunicazioni Owen Reilly, sono felicissimi dei suoi progressi fino ad ora. 

La coppia si è incontrata nel 2016, mentre Owen era in Marina, ed erano entrambi felicissimi quando hanno scoperto che Libby era in attesa.

E’ stata una gravidanza tranquilla fino al 10 luglio 2021, quando Libby ha iniziato a sentire forti dolori allo stomaco.

La coppia ha chiamato l’ospedale spiegando che pensavano che la futura mamma avesse le contrazioni, ma i medici hanno detto che non sembrava che fosse ancora pronta per partorire.

Tuttavia, le cose sono peggiorate il giorno successivo quando i crampi sono diventati incredibilmente dolorosi e Libby non poteva dire se Zack si stesse muovendo, quindi l’ospedale ha detto loro di procedere con l’intervento. 

I medici hanno monitorato il cuore di Zack e hanno subito capito che c’era qualcosa che non andava, così Libby è stata portata d’urgenza per un taglio cesareo l’11 luglio. 

Il parto è andato bene: Zack è nato con un peso di 6 libbre e 6 once in salute, ma era chiaro che qualcosa non andava nel suo braccio.

Libby dice: “È successo così in fretta ed ero così spaventata che non sarebbe stato bene”.

‘Ero davvero felice quando è nato e che l’avessero tirato fuori in tempo”.

“Non avevo visto il suo braccio a questo punto, ma Owen l’aveva fatto ed era nero e pieno di vesciche”.

Zack è stato poi portato in terapia intensiva presso l’Hull Royal Infirmary. 

Libby dice: “È stato così spaventoso, ma vedendolo per la prima volta, me ne sono semplicemente innamorata”.

“Toccare la sua mano attraverso il piccolo foro della sua incubatrice è stato fantastico, ma ero angosciata di non essere in grado di tenerlo.”

Mentre aspettavano nervosamente al Leeds Children’s Hospital, Libby e Owen sono stati avvertiti che il loro figlio rischiava un’amputazione.

I medici hanno concesso al neonato alcuni giorni, poiché il colore ha iniziato a tornare al suo braccio. Ma alla fine hanno dovuto amputare tre quarti del braccio sinistro “morto” di Zack, a metà del suo bicipite.

Libby aggiunge: “All’inizio soffriva molto, però, e a un certo punto ho dovuto togliermi di mezzo, perché era troppo sconvolgente”.

Poi i neogenitori hanno poi ricevuto la devastante notizia che il loro bambino aveva un coagulo di sangue nel cervello e non vedranno gli effetti fino a quando Zack non sarà più grande. 

Libby e Owen ammettono di essere “così sconvolti” per Zack, poiché si sono adattati a questa nuova realtà.

Mentre Zack trascorreva le prime settimane della sua vita tra ospedali, il Sick Children’s Trust ha sistemato la nuova famiglia in una casa di fronte all’ospedale. 

È stata un’ancora di salvezza per loro, dice Libby: “La prima notte, Owen è stato in un hotel, mentre io sono rimasta in ospedale, ma eravamo preoccupati per quanto tempo avremmo potuto permettercelo.

Per fortuna, il Sick Children’s Trust aveva una stanza per noi in una casa dall’altra parte della strada rispetto al reparto dei bambini, il che è stato semplicemente fantastico.

“Significava che potevo ancora allattare Zack e che potevamo essere entrambi vicino a lui, oltre a togliere le preoccupazioni finanziarie. E avevamo lo spazio per piangere, se necessario“.

Dopo che gli è stato permesso di tornare a casa, i primi cinque mesi di vita di Zack sono stati migliori del previsto: sorrideva, cercava i giocattoli e alzava la testa. 

Hanno anche scoperto che la sua perdita dell’udito non era così grave come previsto dal dottore. 

“Sembra strano, ma eravamo così felici, poiché una lieve perdita dell’udito significava che poteva ancora sentirci”, dice Libby. 

‘Ha degli apparecchi acustici per aiutarlo, ma puoi ancora parlargli e lui ti capisce anche senza di loro.

Siamo tornati a casa e abbiamo festeggiato, ballando insieme in cucina a ritmo di musica.”

Tuttavia, durante il periodo natalizio, ha iniziato ad avere convulsioni, cinque al giorno per quattro giorni. 

Gli è stato quindi diagnosticato un raro tipo di epilessia, chiamato spasmi infantili, che è associato ad un segnale delle onde cerebrali molto anormale, e gli sono stati prescritti farmaci. 

Per fortuna, il farmaco ha funzionato. 

Ora, Zack è alla scuola materna, sta imparando a controllare la testa e ha un fisioterapista che lo aiuta a sedersi.

“È un tipo piuttosto sfacciato, è sempre così felice e adora ridere e adora quando lo fai ridere e fa ridere anche noi”, dice Libby.

Una delle sue cose preferite è giocare sull’altalena, e la sua famiglia e i suoi amici si sono tutti uniti per il suo compleanno per comprare a Zack un’altalena per bisogni speciali, con un supporto extra per tenerlo al sicuro.

Libby e Owen non sanno cosa riserva il futuro a Zack – ma, per ora, si stanno godendo ogni momento con lui. 

Owen aggiunge che “non potevano credere fino a che punto erano arrivati” quando si sono goduti un grande barbecue in famiglia per il primo compleanno del loro piccolo. 

Aggiunge: “Ne ha passate tante, ma arrivare dove siamo ora è fantastico. Adesso balbetta un po’.

Non può gattonare, ma usa il braccio per afferrare le cose e sorride, ride e reagisce alle nostre espressioni facciali.

“Quello che è successo a Zack ha cambiato la mia vita e avere il supporto del Sick Children’s Trust ha fatto così tanta differenza”.

Volendo “restituire” a questo ente di beneficenza che li ha sostenuti nel loro momento più buio, la coppia ha lanciato una pagina GoFundMe con la speranza di raccogliere 3.500 sterline.

Nonostante non abbiano mai fatto jogging per più di poche miglia ciascuno, Libby e Owen correranno alla Yorkshire Marathon nell’ottobre di quest’anno per raccogliere fondi e hanno convinto nove amici a unirsi a loro. 

Owen aggiunge: “Sono stati tutti fantastici e se riusciamo a raccogliere dei soldi per aiutare un’altra famiglia come noi, allora ne varrà la pena”.

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

In terapia intensiva due studenti di medicina al sesto anno poche ore dopo il vaccino Pfizer. Miocardite improvvisa mentre svolgevano insieme il turno di notte

Read Next

Donatella Rettore è positiva e sta male: “Spero di farcela”. Lo scorso anno ringraziò Zaia e Mara Venier per la dose di Moderna ricevuta ad aprile

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock