• Novembre 26, 2022

DUE camionisti stroncati sul colpo da un malore improvviso. Muoiono sul volante

Camionista cuneese stroncato da malore in un’area di sosta in val di Susa. Era di ritorno da Parigi

Venerdì sera stava tornando da un viaggio a Parigi e superato il tunnel del Frejus si è fermato, per la sosta obbligatoria di riposo dei camionisti, nell’area di servizio di Gran Bosco a Salbeltrand, in val di Susa. Era atteso a Cuneo il giorno dopo, ma non vedendolo rientrare, la compagna ha provato a cercarlo invano al telefono, quindi ha dato l’allarme. È intervenuta la polizia stradale e l’ha trovato ormai privo di vita, sul sedile passeggero della cabina del Tir, posteggiato nel parcheggio dell’Autogrill. Con ogni probabilità è morto in seguito a malore Fabio Piscitelli, 52 anni, autotrasportatore dipendente della Lannutti di Cuneo. Il ritrovamento nel tardo pomeriggio di sabato 9 aprile, la salma è stata quindi trasferita alla camera mortuaria dell’ospedale di Susa, in attesa dell’autopsia che chiarirà le cause del decesso.


Nato a Bra, ma vissuto da bambino anche a Dogliani e Mondovì, dagli Anni ‘80 in poi Piscitelli aveva abitato a lungo con la famiglia a Boves (dove aveva la residenza) e recentemente si era trasferito a Roccavione. Meccanico a 17 anni per la ditta Cavallo di Boves, durante il servizio militare da caporal maggiore dell’Esercito a Vercelli aveva conseguito la patente del camion e dopo il congedo, era stato assunto dall’Unione Corrieri Cuneesi della famiglia Garnero.

Seguendo le orme del padre, aveva poi preso anche la patente per il rimorchio dei Tir e da 18 anni era un autotrasportatore della Lannutti. Colleghi e amici lo ricordano per la dedizione e la precisione  sul lavoro, che ne facevano un camionista scrupoloso e affidabile. Tantissimi i viaggi in Meridione e sulle rotte internazionali, soprattutto in Francia, ma anche in Inghilterra, era un grandissimo appassionato di motori. Lascia la compagna, impiegata a Trinità, il padre Vincenzo e il fratello minore Dario con Chiara. Ancora da stabilire la data dei funerali.


Malore stronca l’autista di un tir lungo la Castellana: i carabinieri trovano l’uomo morto sul volante

CASTEFRANCO VENETO – I Carabinieri della Stazione di Castelfranco Veneto (Treviso) sono intervenuti ieri alle 22.30 circa unitamente a sanitari 118 in via Mestre del centro della “Castellana” a seguito del rinvenimento di cadavere di R.Z., 54enne di origini ungheresi.

L’uomo si trovava alla guida del proprio autoarticolato, posizionato a lato della carreggiata.  Decesso verosimilmente avvenuto a seguito a malore. Salma al momento a disposizione Autorità Giudiziaria.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Malore improvviso alla guida del Tir in superstrada: autista salvato dalla polizia in stile James Bond

Read Next

Morto il giornalista Wanni Perazzo stroncato da malore improvviso. Una donna 47enne ritrovata senza vita dopo un malore fatale