• Giugno 17, 2024

Encefalomielite mialgica da v. Infermiera ottiene il risarcimento

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Pubblicata in Norvegia martedì 8 novembre la notizia di un risarcimento ottenuto da un’operatrice sanitaria.

L’infermiera ha sviluppato la una encefalomielite mialgica (ME) dopo aver ricevuto il vaccino Pandemrix contro l’influenza suina nel 2010. Ora ha vinto la causa di risarcimento presso la Corte d’Appello.
I giudici hanno stabilito che lo Stato è responsabile del danno subito dall’infermiera.

La Norwegian Nurses’ Association (NSF) l’ha assistita nel caso, che è stato vinto sia in tribunale distrettuale che in corte d’appello.

Ora la Norwegian Patient Injury Compensation, il programma statale di tutela dei danneggiati, deve corrispondere un risarcimento, scrive NSF sul suo sito web.

Secondo la NSF, i legislatori hanno fornito un’autorità speciale nel Patient Injury Act per proteggere coloro che sono colpiti da lesioni/malattie dopo un vaccino raccomandato. Anche la Suprema Corte ha dato chiare indicazioni su come vanno interpretate le norme, e ora la Corte d’Appello ha dato seguito alle linee guida della Suprema Corte a favore della donna.

La sindrome da stanchezza cronica (encefalomielite mialgica) è caratterizzata da un affaticamento esteso e di nuova insorgenza patologica che incide significativamente sulla vita di tutti i giorni.
Inoltre, la persona ha spesso altri disturbi, come disturbi del sonno, dolore o difficoltà di concentrazione.
Alcuni pazienti hanno bisogno di aiuto per l’assistenza quotidiana, la schermatura da luce, suono e altre sollecitazioni sensoriali e, nei casi più gravi, l’alimentazione tramite sondino.

L’infermiera ha segnalato il sui caso al Norwegian Patient Injury Compensation (NPE) già nel 2012. Da allora, il caso è stato trattato da NPE e dall’organo di appello.

“E’ stato un impegno straordinario per la nostra associazione vincere dopo dodici anni dal danno”, afferma il leader sindacale Lill Sverresdatter Larsen.

NSF sta ora assistendo circa 35 persone che sono ancora malate dopo la vaccinazione covid.

“Lo Stato deve accelerare il passo ed evitare giri inutili in queste questioni”, afferma il leader sindacale Lill Sverresdatter Larsen.

Larsen afferma di aspettarsi che l’indennizzo norvegese per le lesioni ai pazienti sia in linea con le sentenze della Corte Suprema e della Corte d’Appello.

La nuova sentenza avrà un impatto su lesioni e malattie dopo la vaccinazione covid, afferma Larsen.

Il risarcimento è determinato da un calcolo individuale, alcuni ricevono un compenso permanente, e altri solo per le spese effettive, come il mancato guadagno, afferma al telefono il responsabile delle comunicazioni ad interim Torill Svoldal Stæhr del NPE.

“Oltre alla perdita di reddito, la perdita finanziaria può consistere, ad esempio, nelle spese per le medicine e per altri trattamenti in relazione alla malattia”, aggiunge.

“Diamo la priorità alla risoluzione della questione il più rapidamente possibile”, afferma Stæhr.

Il vaccino contro l’influenza suina Pandemrix ha causato moltissime reazioni avverse
Nell’aprile 2009 si è verificata un’epidemia di influenza suina in Messico, dove il virus ha infettato gli esseri umani. I turisti hanno diffuso il virus in altri paesi e continenti. Il virus è chiamato virus dell’influenza A (H1N1).
La vaccinazione è terminata nel marzo 2010 e da allora il vaccino non è più stato utilizzato in Norvegia. Il vaccino Pandemrix è stato cancellato dall’UE nel 2015.
In Norvegia sono state vaccinate 2,2 milioni di persone.
Ci sono state 1.989 segnalazioni di effetti collaterali legati a Pandemrix dopo la vaccinazione nel 2009/2010 all’Agenzia norvegese per i medicinali.
Di questi, 1.056 segnalazioni di effetti collaterali sono state valutate come gravi.
Esempi di gravi effetti collaterali segnalati sono stati problemi al sistema nervoso, come: intorpidimento, convulsioni, narcolessia, epilessia aggravata e sindrome di Guillain Barré. Ci sono state anche segnalazioni di perdita dell’olfatto e del gusto.
Gli effetti indesiderati comuni riportati sono stati mal di testa, dolore, febbre e dolore/gonfiore al sito di iniezione.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Cosa succede negli altri Paesi. Medico e infermiera arrestati per la morte di un bambino dopo il v.

Read Next

Barbara uccisa sul lavoro da un malore improvviso a 46 anni

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO