• Dicembre 4, 2022

Gli adenovirus modificati nei vaccini COVID di AstraZeneca e Johnson & Johnson sono la causa dell’aumento dell’epatite “atipica” tra i bambini? DATI

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha recentemente emesso un “allarme globale” su una nuova forma di epatite grave che colpisce i bambini.

La notizia è arrivata dopo che il governo britannico ha avviato un’indagine urgente dopo aver rilevato tassi più alti del solito di infiammazione del fegato (epatite) tra i bambini e dopo aver escluso i virus comuni che causano la patologia.

L’attuale teoria più popolare, è che ciò sia dovuto a un adenovirus. Ma non un adenovirus qualsiasi. Le prove suggeriscono che i regolatori della medicina di tutto il mondo possano ritenere che sia dovuto a una variante di adenovirus “attenuata” presente nei vaccini AstraZeneca e Janssen Covid-19 che è mutata.

Le infezioni da epatite infantile sono state confermate in almeno dodici paesi diversi, con la maggior parte dei casi nel Regno Unito.

Al 3 maggio 2022, dal 1° gennaio 2022 sono stati identificati 163 casi di epatite acuta non A-E con sirumtransaminasi superiori a 500 UI/l in bambini di età inferiore ai 16 anni nel Regno Unito.

L’adenovirus rimane il potenziale patogeno più frequentemente rilevato. Tra i 163 casi nel Regno Unito, 126 sono stati testati per l’adenovirus, di cui in 91 è stato rilevato (72%).

L’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito (UKHSA) afferma nel suo 2 ° briefing tecnico sulla questione che “le seguenti ipotesi sono tutte attivamente valutate dalle indagini in corso” –

  • Una normale infezione da adenovirus
  • Una nuova variante adenovirus
  • Una sindrome post-infettiva SARS-CoV-2
  • Un farmaco, una tossina o un’esposizione ambientale
  • Un nuovo agente patogeno che agisce da solo o come coinfezione
  • Una nuova variante di SARS-CoV-2.

SARS-CoV-2 è stato rilevato solo in 24 dei 132 casi con risultati disponibili (18%).

Ma la teoria dell’adenovirus è certamente interessante se si considera ciò che la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha annunciato il 5 maggio 2021.

La Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha limitato l’uso autorizzato del vaccino Janssen COVID-19 a persone di età pari o superiore a 18 anni per le quali altri vaccini COVID-19 autorizzati o approvati non sono accessibili o clinicamente appropriati.

La FDA afferma che ciò sia dovuto alla conduzione di un’analisi aggiornata e alla scoperta che il rischio di trombosi dopo la somministrazione del vaccino Janssen COVID-19, giustifichi la limitazione dell’uso autorizzato del vaccino.

Ma aspettate un minuto. Sapevano già dei pericoli dei coaguli di sangue mesi fa e li avevano aggiunti alla scheda di sicurezza di Johnson & Johnson.

Allora perché l’improvvisa limitazione adesso?

I misteriosi casi di epatite sono stati recentemente registrati in 14 stati in tutta l’America. I medici dell’Ohio hanno segnalato 7 casi in bambini di 18 mesi e il Nord Dakota ha confermato il primo caso il 5 maggio. Alla stessa data, sei bambini hanno richiesto un trapianto di fegato e uno è morto.

La vera ragione per vietare l’uso del vaccino Janssen potrebbe avere qualcosa a che fare col timore da parte dei regolatori dei farmaci che l’adenovirus contienito nei vaccini sia diventato pericoloso?

Sia i vaccini J&J che AstraZeneca Covid-19 sono terapie geniche vettoriali virali. Entrambi funzionano facendo quanto segue:

Una versione indebolita dell’adenovirus degli scimpanzè geneticamente modificata per inserire il materiale genetico della proteina Spike, viene utilizzata come vettore ovvero come tramite per introdurre nelle cellule umane il materiale genetico della proteina Spike, quella che permette al virus SARS-CoV-2 di innescare l’infezione responsabile di COVID-19.

Quindi, dopo che il “vaccino” è stato iniettato in un individuo, il vettore virale fornisce le istruzioni del DNA della proteina spike alle cellule con conseguente produzione di grande quantità dell’antigene della proteina spike.

La risposta immunitaria risultante a SARS-CoV-2 dovrebbe imitare ciò che si verifica durante l’infezione naturale e si traduce in una risposta immunitaria cellulare.

E se l’adenovirus ora in circolazione fosse nato dal vaccino AstraZeneca?

Il che suggerirebbe che la FDA abbia sospeso il vaccino Janssen per impedirgli di fare esattamente la stessa cosa. Ma questo non significa che J & J non sia il vero colpevole.

Il Regno Unito è stato il primo paese a lanciare la somministrazione di Adenovirus astraZeneca Covid-19 in massa nel gennaio 2021 ed è stato anche il primo paese a segnalare un insolito aumento dei casi di epatite di causa sconosciuta tra i bambini. Solo una coincidenza?

La teoria sull’adenovirus AstraZeneca che diventa pericoloso verte sull’ipotesi che il virus contenuto nel vaccino si combini con il gene E1 di un altro adenovirus circolante, e ce ne sono molti. Il risultato è un virus ChAdOx1 replicante. (Una varietà di informazioni scientifiche e ipotesi su questa teoria può essere trovata quiFonte)

Poiché la maggior parte delle persone sono state esposte agli adenovirus per tutta la vita, saranno immuni. Ma i bambini piccoli che sono stati costretti a rimanere a casa negli ultimi due anni, si ritroverebbero ora ad essere colpiti da un pericoloso adenovirus alla prima esposizione.

Date uno sguardo a questo studio scientifico:

questo studio trovato nel British Medical Journal –

È solo una coincidenza che :

  • una grande varietà di informazioni scientifiche supporta il fatto che sia assolutamente possibile che i vettori di adenovirus diventino pericolosi,
  • la teoriapiù accreditata sia che l’ improvviso aumento dei casi di epatite mortale tra i bambini sia dovuto a un adenovirus,
  • entrambi i vaccini AstraZeneca e Johnson and Johnson contengano vettori di adenovirus,
  • e la FDA abbia improvvisamente annunciato che il vaccino J & J dovrebbe essere usato solo quando non è disponibile nessun’altra opzione?

Se volete provare a mettere insieme i pezzi del puzzle, potete leggere di più qui :

Di The Expose

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Ultimi dati CDC: i bambini dai 5 agli 11 anni completamente vaccinati si ammalano di Covid molto di più rispetto ai loro coetanei non vaccinati, pur avendo un rischio post vaccino elevatissimo

Read Next

Un aeroportuale, una motociclista, un ciclista, una turista e un maratoneta. Tutti under 55 e tutti deceduti nelle ultime ore a causa di malore. Il più giovane aveva 30 anni