• Maggio 17, 2022

Argentina. Julieta, da poco vaccinata con Moderna, muore per un attacco cardiaco durante la sua festa di 15 anni

Domenica 28 novembre, è morta improvvisamente la quindicenne Julieta Anahí Ilundain durante la sua festa di compleanno nella città di Ingeniero Maschwitz, in provincia di Buenos Aires.

La comunità si domanda se ci sia un legame con la somministrazione del vaccino Moderna, ricevuto dalla giovane.

Nessuno può credere a quello che è successo, né tra i presenti alla festa né tra chi l’ha saputo con il passare delle ore.

Nella cittadina di Ingeniero Maschwitz, era stata preparata una festa indimenticabile, ma si è trasformata in tragedia quando la festeggiata Julieta è morta per insufficienza cardiaca. Non ci sono parole per spiegare tanto dolore di fronte a una fatalità così crudele e simile.

Secondo le versioni circolate sui social, la festeggiata ha subito uno scompenso quando la festa per i suoi quindici anni era appena iniziata e stava mettendo in ordine alcuni addobbi floreali con il fratello.

Nel mezzo del trambusto generato dall’episodio, alcuni ospiti hanno eseguito manovre di rianimazione cardiopolmonare (RCP), mentre altri hanno chiamato disperatamente i soccorsi per richiedere un’ambulanza.

Pochi minuti dopo, è stata trasferita in un centro sanitario locale, dove hanno confermato la sua morte a causa di un arresto cardiorespiratorio.

Julieta Anahí Ilundain era una ragazza molto conosciuta in città, con molti interessi, soprattutto artistici.

Amante del folklore, giovanissima, ha partecipato al festival delle “Radici della Provincia”, attualmente era membro della Scuola d’Orchestra del quartiere Lambaré ed era stata scelta tra i rappresentanti della “Casa della Cultura” della città.

Si era anche esibita come cantante solista nel concorso Escobar Vibra e aveva partecipato ai Giochi di Buenos Aires del 2021. Due settimane fa aveva partecipato alla corsa “Fame Zero”, organizzata dal Comune di Maschwitz.

Anche sua madre, Karina Acosta, è nota perché da anni lavora nell’Assessorato alla Cultura del Comune.

La notizia della sua morte è diventata virale sui social network, dove parenti, amici e conoscenti hanno espresso la loro tristezza e sgomento. Molti hanno anche elogiato le belle qualità che era in grado di mostrare e per le quali era molto amata. Che la sua vita sia finita così presto è una disgrazia che non avrà mai una spiegazione o una consolazione.

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Oltre 100.000 segnalazioni di disturbi psichiatrici dopo le vaccinazioni Covid

Read Next

Indagine avviata dopo che un medico tedesco ha somministrato 20.000 “vaccini” Covid fatti in casa