• Luglio 24, 2024

Il trucco dell’efficacia: UN FALSO

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


del Dr. Peter F. Mayer

Si parla ancora di “sicurezza ed efficacia” riferendosi alle vacc nazioni Cov.d. Gran parte di queste affermazioni si basano sul trucco di considerare le persone vacci nate come non vacci nate per i 14 giorni successivi alla vacci nazione. La giustificazione è che si è immuni solo in quel periodo. Il fatto è che questo falsifica grossolanamente i risultati. Anche se entrambi i gruppi ricevono solo placebo, si ottiene un’efficacia del 90%. Ecco come funziona.

Il professor Norman Fenton della Queen Mary University di Londra lo spiega nel video. Si ipotizza che due gruppi di 100 persone ciascuno vengano entrambi vacci nati con un placebo; il gruppo blu è considerato vacci nato e il gruppo verde è considerato non vacci nato. Si ipotizza inoltre che il 10% delle persone si infetti ogni 2 settimane.

Quindi, dopo due settimane, 10 persone in ciascun gruppo sono infette e 90 rimangono non infette. Il numero di persone infette è ovviamente lo stesso in entrambi i gruppi, perché entrambi hanno ricevuto un placebo completamente inefficace, ad esempio una soluzione salina.

Nelle settimane 3 e 4, il 10% dei 90 ancora non infetti si infetta di nuovo. Quindi abbiamo 19 infezioni in ciascun gruppo. In questo modo l’efficacia sarebbe esattamente pari a zero.

E ora arriva il trucco: i vacci nati sono considerati non vacci nati per i primi 14 giorni, quindi 10 vacci nati blu sono spostati a destra rispetto ai non vacci nati verdi:

Ed ecco che ora abbiamo 29 persone non vacci nate con un’infezione, ma solo 9 persone vacci nate infette. E già il placebo completamente inefficace raggiunge un’efficacia del 62% e può quindi essere immediatamente approvato come vacc i no.

Ma l’inganno si spinge ancora più in là. Nel grande studio osservazionale condotto da Pf.zer in Israele, il risultato è stato ulteriormente falsato dal fatto che i non vacci nati sono stati sottoposti al test 6 volte più spesso dei non vacci nati. (Quindi, se si registra anche un sesto delle persone effettivamente infette nel gruppo dei vacci nati, si ottiene un risultato ancora migliore. Nell’immagine seguente, quindi, 6 degli infetti sono stati “rimessi” nel gruppo dei vacci nati, per cui gli infetti sono solo 3:

L’efficacia è ora calcolata all’88% solo grazie al trucco di contare i vacci nati tra i non vacci nati nei 14 giorni successivi alla vacci nazione.

La storia diventa ancora più realistica, visto l’aumento del rischio di infezione dopo la vacci nazione.

A marzo 2021 uno studio danese ha elencato correttamente le infezioni con lo stato di vacci nazione anche nei giorni da 0 a 14 dopo la vacci nazione. I dati hanno mostrato che da 0 a 14 giorni dopo la prima dose, il rischio di infezione da Covd 19 era significativamente aumentato tra i vacci nati:

Secondo i dati, i residenti delle case di cura avevano un rischio di infezione da SARS CoV-2 superiore del 40% rispetto alle persone non vacci nate.

Gli operatori sanitari avevano addirittura un rischio di infezione superiore del 104%.

Questo trucco dei 14 giorni ha inoltre falsificato in modo massiccio quasi tutti i risultati degli studi e i rapporti della maggior parte delle autorità statali.

Lo studio Pf.zer ha registrato solo 160 infezioni su circa 40.000 partecipanti, di cui 8 nel gruppo vacci nato e 152 nel gruppo non vacci nato. I dati grezzi non sono ancora stati pubblicati, diverse migliaia di partecipanti sono stati abbandonati per motivi sconosciuti e ci sono state violazioni dei protocolli di sperimentazione in almeno due regioni. Il risultato effettivo è quindi sconosciuto. Può variare da un forte effetto negativo al risultato pubblicato del 95% di efficacia, anche se quest’ultimo è estremamente improbabile.

Ecco il video esplicativo del Prof. Norman Fenton:

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

 “Pandemia” Covid-19: PERCHÉ L’ITALIA?

Read Next

Il Giappone riporta la prima morte direttamente correlata

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO