• Giugno 26, 2022

In Spagna, con tasso di vaccinazione altissimo, morti improvvise quadruplicate secondo i dati “EuroMoMo”. Il Governo non sa dire perchè

Secondo i dati Agenas, la Spagna, con dati aggiornati al 19 dicembre, è il terzo Paese dell’Unione Europea con più alto tasso di vaccinazioni, dopo Portogallo e Malta.

La Spagna ha registrato però, solo nel mese di novembre, un numero di morti inaspettate che hanno quadruplicato i decessi per covid. A raccogliere questi dati è il quotidiano Sistema di Monitoraggio della Mortalità (MoMo) del Ministero della Giustizia. E il suo equivalente a livello comunitario, l’EuroMoMo, segnala che questi dati corrispondono a un “alto eccesso” di morti impreviste a cui il Governo stesso non sa dare una spiegazione.

L’allarme è stato lanciato da un gruppo di lavoro dell’Università Politecnica di Madrid (UPM), che ha collaborato costantemente con la Comunità di Madrid dall’inizio della pandemia valutando i dati MoMo. I loro primi report, in cui avvertivano dell’aumento del numero di morti impreviste, sono stati ripresi nelle statistiche ufficiali. E ora registrano di nuovo un eccesso di morti inaspettate.

L’ingegnere Rafaél Cascón Porres, dell’UPM, sottolinea che “l’eccesso di mortalità è stato apprezzato da metà ottobre” e i dati di novembre “superano la soglia della prevedibilità”. “In particolare, dall’8 novembre, l’eccesso di mortalità è significativo … in molti giorni c’è un eccesso di 100 morti al giorno mentre ce ne sono 25 da covid”.

Nello specifico, il sistema MoMo ha registrato a novembre 2.994 morti in più del previsto. Nello stesso mese, il numero di morti per coronavirus è stato di 640, secondo i rapporti ufficiali del Ministero della Salute. In altre parole, l’eccesso di morti praticamente quadruplica il dato sui decessi per covid, come si evince dal grafico seguente, elaborato dal gruppo di lavoro UPM con i dati del sistema MoMo e del Ministero della Salute.

Nello specifico, l’eccesso di mortalità in Spagna è minore solo a quella Paesi Bassi, Belgio e Svizzera. La Spagna è davanti anche a Regno Unito, Italia e Francia, secondo i dati EuroMoMo già consolidati alla settimana 48. Nella settimana 49, l’ultima disponibile, la Spagna appare come la prima in eccesso di mortalità, ma il ritardo nella trasmissione dei dati per ciascuno dei paesi rende impossibile trarre conclusioni.

“Ora Abbiamo 39 giorni di mortalità in eccesso”, avverte Rafael Cascón Porres.

Dall’8 novembre al 16 dicembre, il MoMo ha registrato 4.471 morti inaspettate, “una cifra molto più alta di quella dei decessi per covid”, insiste Cascón.

Il gruppo di lavoro UPM non esclude che, come sostengono alcune voci critiche, il gap di dati sia dovuto a un problema nella misurazione del MoMo. Tuttavia, dubitano che sia così perché l’eccesso di mortalità registrato dal MoMo nella prima ondata della pandemia, nel 2020, è stato misurato correttamente.

Cascón ricorda anche che un altro eccesso di mortalità era stato riscontrato la scorsa estate, nella quinta ondata, quando il numero di morti impreviste è stato il doppio di quelli morti da covid. Nel caso della sesta ondata, il mismatch è ancora maggiore, nonostante in termini assoluti le cifre siano inferiori.

Con un eccesso di mortalità pari a quattro volte i decessi causati da coronavirus, le Autorità sanitarie ancora non danno una risposta chiara a questa vicenda. Nessuna delle Istituzioni consultate è stata in grado di rispondere sulle cause di tale eccesso di mortalità.

Il Ministero della Salute, interpellato da “The Object”, fa riferimento alle parole del ministro Carolina Darias giovedì scorso alla commissione del Congresso dei Deputati, dinanzi alla quale il Ministro ha esaltato il successo della campagna vaccinale: “Le percentuali di ospedalizzazione e terapia intensiva sono fino a tre volte inferiori, e in caso di decessi, quasi dieci volte inferiori rispetto alla seconda, terza e quarta ondata”.

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Israele ha paura dell’influenza del dottor Robert Malone sui genitori che considerano la vaccinazione COVID-19 per i loro figli, parte la macchina del fango.

Read Next

Il campione di Wrestling giapponese Kota Ibushi ha interrotto l’attività agonistica a causa di una grave reazione al vaccino covid