• Gennaio 23, 2022

“Incertezze sugli effetti e l’efficacia del vaccino covid”. Il Giudice federale Michael Schelp sospende l’obbligo vaccinale per i sanitari in 10 Stati negli USA

Lunedì 29 novembre, il Giudice federale del Missouri Michael Schelp ha bloccato l’obbligo vaccinale per i sanitari imposto dall’amministrazione Biden.

Il provvedimento giudiziario sospende l’obbligo in 10 Stati: Alaska, Arkansas, Iowa, Kansas, Missouri, Nebraska, New Hampshire, North Dakota, South Dakota e Wyoming.

ll Giudice Matthew Schelp ha affermato in un provvedimento di 32 pagine che i Centers for Medicare & Madicaid Services (CMS), Agenzia Federale che costituisce il Sistema sanitario negli USA, non possono imporre alcun obbligo vaccinale ai sanitari.

Nel provvedimento si rileva, inoltre, che l’amministrazione federale, con l’imposizione dell’obbligo, ha probabilmente violato il principio del buon andamento dei servizi sanitari, generando disservizi a causa delle gravi carenze di personale.  

“In sintesi”, si legge nel provvedimento, “le prove fornite dai ricorrenti mostrano che le strutture – in particolare quelle di provincia – probabilmente andrebbero in affanno a causa del provvedimento federale e molte non avranno altra scelta che impedire l’accesso a nuovi pazienti o chiudere del tutto, il che causerebbe un significativo e irreparabile danno ai cittadini”.

 Schelp, inoltre, ha rilevato le incertezze sugli effetti del vaccino, inclusa la sua efficacia nel prevenire la “trasmissione della malattia da parte dei vaccinati”. Il Giudice ha fatto ripetutamente riferimento a questo tema nel suo provvedimento. Si legge inoltre nello stesso atto: “E mentre, secondo il CMS, l’efficacia del vaccino per prevenire la trasmissione della malattia da parte dei vaccinati non è attualmente nota, ciò che è noto sulla base delle prove portate davanti alla Corte è che l’obbligo avrà un effetto paralizzante su un numero significativo di operatori sanitari, sulle strutture negli Stati dei ricorrenti, specialmente nelle aree rurali”.

Il Giudice ha affermato che CMS, nell’imposizione dell’obbligo, si è basato troppo sui dati delle strutture di assistenza a lungo termine (long term care) per giustificarlo su tutto il sistema sanitario.

“Mentre un obbligo ad ampio raggio potrebbe avere senso nel contesto dei servizi long term care, il CMS non presenta prove simili per imporre l’obbligo ad ampio raggio alle altre quattordici strutture coperte dalla norma”, ha scritto Schelp. Il ricorso è stato avviato il mese scorso dal Missouri e da altri nove Stati. 

In una conferenza stampa dopo l’emissione del provvedimento, il procuratore generale del Missouri Eric Schmitt ha definito la sentenza del Giudice “significativa” e “prima nel suo genere”. 

Sulla nuova variante Omicron, Schmitt ha aggiunto: “Ci sarà sempre una nuova variante. Ma penso che i cittadini ne abbiano abbastanza del governo che blocca la libertà delle persone, ne hanno abbastanza del governo che impone obblighi per le mascherine, ne hanno abbastanza del governo che impone obblighi per i vaccini. E così, ogni volta che ci sarà un’imposizione, noi andremo ad opporci in giudizio”.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Matthew Dibble, musicista londinese, muore a 40 anni. I consulenti del Tribunale accertano che il decesso è avvenuto per emorragia cerebrale indotta da vaccinazione AstraZeneca

Read Next

Medico del pronto soccorso lancia l’allarme su vaccini COVID e i livelli di D-dimero (coagulazione del sangue)