• Maggio 17, 2022

Matthew Dibble, musicista londinese, muore a 40 anni. I consulenti del Tribunale accertano che il decesso è avvenuto per emorragia cerebrale indotta da vaccinazione AstraZeneca

Matthew Dibble, musicista professionista londinese di 40 anni, è morto a causa di un’emorragia cerebrale che, come accertato nell’indagine giudiziaria, “è stata indotta dalla prima dose del vaccino AstraZeneca”.

L’emorragia fatale si era verificata appena due giorni dopo da quando Dibble si era presentato al St Thomas Hospital nel centro di Londra lamentandosi di un mal di testa l’8 maggio. 

Matthew è stato descritto come “un musicista di straordinaria profondità, bravura e talento” e “zio di tre ragazze e tre ragazzi”. 

Martedì scorso un’inchiesta presso il Tribunale di Southwark ha evidenziato che il decesso è avvenuto poche ore dopo un intervento chirurgico d’urgenza per ridurre il gonfiore al cervello. 

L’assistente medico legale del Tribunale, il dottor Julian Morris, ha detto alla Corte che un’autopsia aveva segnalato “l’emorragia cerebrale indotta da vaccino” come un fattore che ha contribuito alla sua morte. 

Secondo le testimonianze, Matthew Dibble ha sofferto di mal di testa “poco dopo” aver ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca.

La Corte ha sentito che i medici del St Thomas Hospital che hanno riferito del mal di testa di Matthew Dibble l’8 maggio.

Aveva una “conta piastrinica normale” e la TAC non aveva rivelato nulla di preoccupante.

È stato mandato a casa sua a Lewisham, nel sud di Londra, e gli è stato consigliato di tornare in ospedale se le sue condizioni fossero peggiorate.

Tuttavia, due giorni dopo fu trovato dalla madre “in stato di incoscienza”, riporta l’inchiesta.

La madre ha chiamato un’ambulanza e Dibble è stato portato d’urgenza al King’s College Hospital di Camberwell.

Gli esami hanno rivelato che le piastrine erano diminuite in modo significativo.

È stato anche scoperto che Dibble era stato colpito da “un’emorragia del lato destro” causata da “un’ampia trombosi del seno venoso cerebrale”, in cui un coagulo di sangue si forma nei seni venosi del cervello e impedisce il drenaggio del sangue.

Il musicista ha subito una craniectomia d’urgenza, la rimozione temporanea di una parte del cranio e un intervento chirurgico con foro per alleviare la pressione sul cervello. 

Ha poi sviluppato un ulteriore gonfiore del cervello che ha portato al decesso in ospedale il 12 maggio, secondo il tribunale.

Il dottor Morris ha aggiunto che la trombosi del seno venoso cerebrale e l’emorragia cerebrale indotta dal vaccino sono state riportate nell’autopsia.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Il padre di Novak Djokovic ha accusato le autorità sportive di “ricattare” suo figlio sul vaccino Covid per gli Australian Open

Read Next

“Incertezze sugli effetti e l’efficacia del vaccino covid”. Il Giudice federale Michael Schelp sospende l’obbligo vaccinale per i sanitari in 10 Stati negli USA