• Dicembre 6, 2022

ISRAELE-Più di 10.000 casi di individui con TERZA DOSE ammalati di COVID-19 – motivo di preoccupazione?

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


da The Jerusalem Post

Ci sono state 10.600 persone in Israele che sono state completamente vaccinate con tre dosi ma hanno contratto ugualmente COVID-19, ha riferito il Ministero della Salute

.Questo significa che i vaccini non funzionano? È vero il contrario, dicono gli esperti di salute: quei 10.600 su quattro milioni di persone che hanno ricevuto il terzo vaccino sono solo lo 0,27%.

“Nessuno ha detto che il vaccino è in grado al 100% di fermare le infezioni”, ha sottolineato il Prof. Cyrille Cohen, capo del laboratorio di immunologia presso l’Università Bar-Ilan.

Le infezioni “rivoluzionarie” si verificano sempre dopo la vaccinazione, generalmente nelle persone con un sistema immunitario più debole, come gli anziani o gli individui con condizioni mediche di base che vanno dall’HIV al cancro.

Inoltre, i vaccini Pfizer non sono stati valutati per prevenire l’infezione, ma piuttosto la malattia sintomatica o grave e la morte. E quando si tratta di queste statistiche, i vaccini – almeno per ora – sembrano fare il loro lavoro.

Man mano che più persone in Israele ricevevano la terza dose, il numero di casi giornalieri ha iniziato rapidamente a diminuire. Nella seconda metà di agosto, Israele aveva una media di 8.300 casi giornalieri. Oggi, ha una media di soli 480.

La percentuale di persone positive al test per il virus è diminuita da una media di oltre il 5% allo 0,56%.

E anche i ricoveri sono diminuiti, colpendo solo 200 persone venerdì – e il 20% dei pazienti è in condizioni lievi.

Il Ministero della Salute ha mostrato che il 12% delle persone ricoverate in ospedale è stato completamente vaccinato, che erano 23 persone venerdì. Al contrario, l’80% degli individui ospedalizzati non sono vaccinati, ed erano 160 persone. Ma questi numeri sono ancora più distanti di quanto sembri, se si considera quante persone siano completamente vaccinate rispetto a quelle non vaccinate in Israele. Ventitré individui su quattro milioni di persone vaccinate significano che solo lo 0,00057% è stato ricoverato in ospedale. Questo dovrebbe essere confrontato con 160 persone su 700.000 individui non vaccinati, che è lo 0,023%.

“Non c’è motivo di allarme”, ha detto Cohen.

(“Complimenti per la spettacolare quanto rocambolesca arrampicata sugli specchi”, diciamo noi)

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Salerno. Morta nel Cilento bidella di 57 anni, Lucia Graziuso. Da dieci giorni positiva al covid era vaccinata con doppia dose

Read Next

News dall’Agenzia del Farmaco del Belgio. Dopo lo Pfizergate, l’EMA nei giorni scorsi ha chiesto a Pfizer e Moderna ulteriori informazioni sulle miocarditi. Dopo un anno ancora gravi carenze sui dati

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock