• Agosto 16, 2022

Johnson & Johnson adotta la strategia della bancarotta per non risarcire i querelanti ammalati di cancro a causa del suo talco

Una filliale di Johnson & Johnson è stata attaccata in tribunale lunedì per aver tentato di utilizzare il processo fallimentare per risolvere decine di migliaia di reclami secondo cui il suo talco per bambini e altri prodotti a base di talco abbiano causato il cancro.

La controllata, LTL Management, sta cercando di rimanere in bancarotta, sostenendo sia il modo migliore per raggiungere una “risoluzione equa, efficiente e consensuale” delle oltre 38.000 cause intentate, che sostengono che i prodotti a base di talco di J & J abbiano causato tumori tra cui il mesotelioma.

J& J sostiene che i suoi prodotti di talco di consumo siano sicuri.

J & J ha utilizzato una manovra legale nota come “Texas two-step”, che consente alle aziende di dividere attività preziose da passività attraverso una cosiddetta fusione divisiva.

Gli avvocati che rappresentano i malati di cancro affermano che il caso di fallimento ha lo scopo di ritardare e cercare di evitare fraudolentemente le cause legali che altrimenti andrebbero a un processo con giuria contro J & J direttamente.

Questo caso è marcio“, ha dichiarato Jeffrey Jonas, un avvocato di uno dei comitati dei querelanti durante le discussioni di apertura di lunedì.

Robert Wuesthoff, presidente di LTL Management, ha testimoniato che sarebbe impossibile portare tutti i casi in giudizio. Prima che LTL fosse formato, J & J aveva completato circa 10 prove di talco all’anno, ha riferito Wuesthoff.

La maggior parte dei querelanti contro il cancro, farebbe meglio a risolvere le proprie richieste in un accordo fallimentare piuttosto che sperare di unirsi a quei “pochi eletti” che hanno vinto “premi delle dimensioni di una lotteria” nei processi con giuria, ha aggiunto.

Come riportato da Reuters, J & J ha lanciato segretamente “Project Plato” l’anno scorso per spostare la responsabilità dalle sue cause legali sul talco pendenti alla filiale appena creata, che doveva poi essere messa in bancarotta.

Se J & J ottiene l’approvazione del tribunale fallimentare, una tale strategia, sebbene raramente utilizzata, potrebbe essere adottata più ampiamente dalle grandi aziende che affrontano la responsabilità, secondo gli avvocati dei querelanti di talco, così come alcuni esperti legali.

I legislatori democratici alla Camera dei Rappresentanti nel luglio 2021 hanno proposto un disegno di legge che bloccherebbe la manovra.

Il giudice fallimentare statunitense Michael Kaplan nel New Jersey ha programmato un processo di cinque giorni per prendere in considerazione un’offerta da parte dei comitati che rappresentano i querelanti per respingere il caso di fallimento.

NESSUNA “SOFFERENZA FINANZIARIA”

Gli avvocati dei querelanti sostengono che consentire alla filiale di procedere al fallimento, limiterebbe ingiustamente il pagamento ai $ 2 miliardi che J & J ha proposto di rendere disponibili per le persone che sono state danneggiate.

Se J & J raggiungesse accordi comparabili in tutti i 38.000 casi di talco pendenti contro di essa, la società avrebbe circa $ 5,5 miliardi di responsabilità, il che non causerebbe “difficoltà finanziarie” a una società delle dimensioni di J & J, ha riferito l’avvocato Glasser.

“Solo perché Johnson & Johnson è ricca, potente e timorosa di danni alla reputazione, questo non le dà il diritto di evitare il sistema della giuria”, ha aggiunto Glasser.

Le azioni di J&J hanno chiuso in calo dell’1,3% a $ 165,60.

Le cause legali sul talco sono state temporaneamente interrotte mentre J & J, che ha un valore di mercato superiore a $ 446 miliardi, attende l’esito della procedura fallimentare LTL.

Un’indagine Reuters del 2018 ha rilevato che J & J sapeva da decenni che tracce di amianto, che è stato collegato al mesotelioma, si nascondevano nella sua polvere per bambini e in altri prodotti cosmetici a base di talco.

La società ha smesso di vendere polvere per bambini negli Stati Uniti e in Canada nel maggio 2020, in parte a causa di ciò che ha definito “disinformazione” e “accuse infondate” sul prodotto a base di talco.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Due studi pubblicati su PubMed spiegano chiaramente che le vaccinazioni con mRNA Covid 19 alterano e sopprimono completamente il sistema immunitario

Read Next

Il piano tedesco per l’obbligo di vaccinazione sta perdendo slancio, i partiti politici hanno paura di perdere consensi