• Novembre 29, 2021

La FDA chiede al giudice federale di concedere fino all’anno 2076 per rilasciare completamente i dati del vaccino Pfizer ( no, non è un errore di battitura)

di Aaron Siri

Il governo protegge Pfizer dalle responsabilità. Gli concede miliardi di dollari. Fa sì che ai cittadini sia somministrato il suo prodotto.

Ma non permetterà di visionare i dati che supportano la sicurezza / efficacia del vaccino. Per chi non lavora il governo?

La FDA ha chiesto a un giudice federale di far aspettare il pubblico fino all’anno 2076 per divulgare tutti i dati e le informazioni su cui si è basata per autorizzare il vaccino COVID-19 di Pfizer.

Non è un errore di battitura. Esige 55 anni per rilasciare queste informazioni al pubblico.

La FDA ha ripetutamente promesso “piena trasparenza” per quanto riguarda i vaccini Covid-19, sottolineando anche “l’impegno della FDA alla trasparenza” quando ha autorizzato il vaccino COVID-19 di Pfizer.

Sulla base di questa promessa, ad agosto e immediatamente dopo l’approvazione del vaccino, più di 30 accademici, professori e scienziati delle più prestigiose università americane, hanno richiesto i dati e le informazioni presentate alla FDA da Pfizer per concedere in licenza il suo vaccino COVID-19.

La risposta della FDA? Il silenzio.

Ad oggi, quasi tre mesi dopo aver concesso in licenza il vaccino di Pfizer, la FDA non ha ancora rilasciato una sola pagina. Non una.

Invece, due giorni fa, la FDA ha chiesto a un giudice federale di concederle tempo fino al 2076 per produrre queste informazioni.

La FDA ha chiesto al giudice il giusto tempo per produrre le oltre 329.000 pagine di documenti che Pfizer ha fornito alla FDA per concedere in licenza il proprio vaccino, al ritmo di 500 pagine al mese. Il che significa che per la conclusione si arriverà al 2076.

La promessa di trasparenza della FDA è, per usare un eufemismo, un’ illusione.

La FDA ha impiegato esattamente 108 giorni per concedere la licenza a Pfizer (dal 7 maggio 2021 al 23 agosto 2021).

Prendiamo la FDA in parola e crediamo davvero che abbia condotto una revisione e un’analisi intensa, robusta, approfondita e completa di tali documenti al fine di garantire che il vaccino Pfizer fosse sicuro ed efficace per la licenza, quindi, mentre può condurre quell’intensa revisione dei documenti di Pfizer in soli 108 giorni, ora chiede oltre 20.000 giorni per rendere questi documenti disponibili al pubblico.

Quindi, chiariamo questo punto. Il governo federale protegge Pfizer dalla responsabilità. Gli concede miliardi di dollari. Fa sì che ai cittadini sia somministrato il suo prodotto. Ma non permetterà di vedere i dati che ne supportano la sicurezza e l’efficacia.

La lezione ancora una volta è che i diritti civili e individuali non dovrebbero mai essere subordinati a una procedura sanitaria.

 Tutti coloro che desiderano essere vaccinati, dovrebbero essere liberi di farlo. Ma nessuno dovrebbe essere costretto dal governo a sottoporsi a un trattamento sanitario contro la propria volontà.

Certamente non uno in cui il governo vuole nascondere tutte le informazioni su cui si fa affidamento per la stessa licenza fino all’anno 2076.

Source

eVenti Avversi

Read Previous

Eric Bieuville, 38 anni, morto improvvisamente 6 ore dopo la prima dose di Pfizer il 26 luglio. La moglie dopo quasi quattro mesi non ha ancora l’esito dell’autopsia

Read Next

EudraVigilance- Salgono a 29.934 i decessi e a 2.804.900 i danni da eventi avversi