• Novembre 27, 2022

Membro del consiglio di amministrazione di Pfizer suggerisce la fine dell’uso di mascherine e degli obblighi vaccinali

Il Dr. Scott Gottlieb, ex direttore della Food and Drug Administration (FDA) e attuale membro del consiglio di amministrazione di Pfizer, ha affermato che il calo dei casi di COVID-19 dovrebbe segnalare ai responsabili politici che è tempo di revocare le restrizioni legate alla pandemia.

“Penso che certamente sulla costa orientale, dove si vedono casi in drastico calo, dobbiamo essere disposti ad allentare e farlo molto presto, penso che man mano che le condizioni migliorano dobbiamo essere disposti ad abbandonare alcune di queste misure con la stessa velocità con cui le abbiamo messe in atto”, ha dichiarato a “The Squawk Box” in un’intervista di lunedì quando gli è stato chiesto se gli obblighi di mascherina debbano essere abbandonati.

Gottlieb ha affermato che “gran parte dell’acrimonia” negli Stati Uniti deriva dalla mancanza di “obiettivi chiari” su quando alcune delle misure finiranno.

L’ex commissario della FDA ha inoltre citato la recente decisione del governo del Connecticut di revocare gli obblighi vaccinali per i lavoratori statali come una politica che altri responsabili politici dovrebbero adottare nel prossimo futuro poiché i casi di COVID-19 diminuiscono a livello nazionale.

“L’unico modo per continuare ad avere credibilità per le persone e ottenere appoggio [è] dimostrare la capacità di ritirare questi [obblighi] nello stesso modo in cui li abbiamo inseriti”, ha aggiunto Gottlieb.

La richiesta di abbandonare le restrizioni COVID-19 arriva mentre il tasso di infezione complessivo negli Stati Uniti è fortemente calato negli ultimi giorni. I dati della Johns Hopkins-run Our World in Data mostrano che 4.110 su ogni milione di americani ha registrato infezioni il 10 gennaio, ma quel tasso era di 2.643 fino a venerdì ed è sceso a 615 per un milione a partire da domenica.

Al di fuori degli Stati Uniti, sempre più paesi europei si sono mossi per revocare alcune regole relative al COVID-19, tra cui i pass vaccinali e gli obblighi di mascherina. Ad esempio, il primo ministro britannico Boris Johnson ha dichiarato che a partire dal 27 gennaio, le persone in Inghilterra non dovranno indossare mascherine in pubblico o mostrare la prova di essere state vaccinate per entrare in alcuni luoghi.

Ma lunedì, il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha avvertito che potrebbero emergere più varianti di COVID-19 e ha affermato che è pericoloso presumere che Omicron sia l’ultima o che “siamo alla fine”.

“Ci sono diversi scenari su come potrebbe svolgersi la pandemia e su come potrebbe finire la fase acuta. Ma è pericoloso presumere che omicron sarà l’ultima variante o che siamo nella parte finale”, ha dichiarato Tedros a una riunione del consiglio dell’OMS. “Al contrario, a livello globale, le condizioni sono ideali per l’emergere di più varianti”. Non ha fornito prove o dati a sostegno della sua affermazione.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Ricoverato in gravi condizioni Vittorio Cecchi Gori dopo tre dosi di vaccino

Read Next

La denuncia del Sindaco: “sto male da 35 giorni, costretta a letto da una grave reazione avversa alla seconda dose”