• Agosto 16, 2022

Mentre i casi di vaiolo delle scimmie crescono in tutto il mondo, i ministri del G7 si esercitano già per la prossima pandemia di “Vaiolo da Leopardo”

La Spagna indaga su 8 casi sospetti mentre continuano le indagini sull’epidemia.

Le autorità portoghesi hanno dichiarato mercoledì di aver identificato cinque casi di rara infezione da vaiolo delle scimmie e i servizi sanitari spagnoli stanno testando otto potenziali casi dopo che la Gran Bretagna ha messo l’Europa in allerta per il virus.

I funzionari sanitari del Quebec stanno indagando su più di una dozzina di casi sospetti di vaiolo delle scimmie in Canada, dopo che i funzionari sanitari statunitensi ed europei hanno confermato l’aumento dei casi di malattia infettiva rara, suggerendo che un’epidemia più ampia potrebbe verificarsi a livello globale.

Radio-Canada ha riferito mercoledì che i funzionari della sanità pubblica di Montreal stanno indagando su almeno 13 casi segnalati dai medici della città, a seguito di diagnosi fatte in tre cliniche specializzate in infezioni sessualmente trasmissibili e trasmesse dal sangue. La conferma di laboratorio dei casi è in corso e un annuncio è atteso nei prossimi giorni.

Gli Stati Uniti hanno confermato il loro primo caso di vaiolo delle scimmie in un uomo che ha recentemente viaggiato in Canada, dopo che i funzionari sanitari europei hanno confermato più di due dozzine di casi di malattia infettiva rara questa settimana.

I cinque pazienti portoghesi, su 20 casi sospetti, sono tutti stabili. Sono tutti uomini e vivono tutti nella regione di Lisbona e nella valle del Tago, hanno detto le autorità sanitarie portoghesi.

Le autorità sanitarie europee stanno monitorando qualsiasi focolaio della malattia da quando la Gran Bretagna ha segnalato il suo primo caso di vaiolo delle scimmie il 7 maggio e ne ha trovati altri sei nel paese da allora.

Nessuno degli otto casi sospetti in Spagna è stato ancora confermato, ha detto il ministero della Salute spagnolo in una dichiarazione mercoledì.

Il vaiolo delle scimmie è una rara infezione virale simile al vaiolo umano, anche se più mite, registrata per la prima volta nella Repubblica Democratica del Congo nel 1970. Il numero di casi in Africa occidentale è aumentato nell’ultimo decennio.

I sintomi includono febbre, mal di testa ed eruzioni cutanee che iniziano sul viso e si diffondono al resto del corpo.

Non è particolarmente contagioso tra le persone, hanno detto le autorità sanitarie spagnole, e la maggior parte delle persone infette guarisce entro poche settimane, anche se sono stati segnalati casi gravi.

“Questo, ancora una volta, evidenzia la minaccia di virus come questo”, ha dichiarato la dott.ssa Maria Van Kerkhove, epidemiologa delle malattie infettive e responsabile tecnico su COVID-19 e malattie emergenti con l’OMS, durante una conferenza stampa questa settimana.

“Abbiamo davvero bisogno di capire meglio l’estensione del vaiolo delle scimmie in paesi endemici come nella RDC e in Nigeria, Repubblica Centrafricana e altri per capire davvero quanto sta circolando e il rischio che rappresenta per le persone che vivono lì – così come il rischio di esportazione”.

Questa immagine al microscopio elettronico raffigura un virione del vaiolo delle scimmie, ottenuto da un campione clinico associato a un’epidemia di cani della prateria del 2003. (Cynthia S. Goldsmith/CDC)

Possibile trasmissione sessuale

Il dottor Robert Pilarski, un medico di famiglia che ha trattato diversi recenti sospetti pazienti con vaiolo delle scimmie alla Clinique Médicale La Licorne di Montreal, ha detto che finora i casi sembrano essere legati a stretti contatti e che hanno un impatto sui membri della comunità LGBT della città.

“Ciò che sarà più importante è che le persone che hanno l’infezione – che hanno avuto contatti con la persona che è stata diagnosticata o ha avuto sintomi – dovrebbero isolarsi e smettere di diffondere la malattia agli altri”, ha detto.

L’UKHSA ha detto che quattro dei casi rilevati in Gran Bretagna si sono auto-identificati come gay, bisessuali o altri uomini che hanno rapporti sessuali con uomini e ha esortato gli uomini che sono gay e bisessuali a essere consapevoli di eventuali eruzioni cutanee o lesioni insolite e a contattare immediatamente un servizio di salute sessuale.

Vaccino contro il vaiolo efficace

Il vaccino contro il vaiolo è in gran parte efficace anche contro il vaiolo delle scimmie, ma i programmi di immunizzazione di routine si sono conclusi in Canada nei primi anni 1970, lasciando i canadesi sotto i 50 anni vulnerabili alle infezioni.

“Ci sono certamente generazioni di persone che non hanno ricevuto un vaccino contro il vaiolo e non avrebbero alcuna protezione contro l’infezione da vaiolo delle scimmie se fossero esposte”, ha detto Bogoch.

I sintomi di un’infezione da vaiolo delle scimmie possono includere febbre, mal di testa, linfonodi ingrossati, brividi e stanchezza, insieme a lesioni in tutto il corpo.

Non esiste un trattamento comprovato e le infezioni possono essere mortali per un massimo di una persona su 10 che si infetta, a seconda del ceppo. Pilarski ha sottolineato che le persone in genere guariscono dal vaiolo delle scimmie, nonostante la mancanza di trattamenti approvati.

Un vaccino sviluppato contro il vaiolo è stato approvato per il vaiolo delle scimmie e anche diversi antivirali sembrano essere in qualche modo efficaci.

“È possibile che anche se le forniture di quel vaccino sono in qualche modo limitate da paese a paese, una strategia di vaccinazione ad anello potrebbe essere utilizzata per impedire alle persone che sono state esposte di infettarsi”, ha detto Rasmussen.

“C’è anche un farmaco che può essere usato per trattare le infezioni da virus del vaiolo. Quindi non è come se non avessimo alcuno strumento per contenere questa epidemia”.

“Vaiolo Leopardo”: i ministri della salute del G7 oggi si esercitano per la prossima pandemia

Mentre stiamo lottando con le conseguenze della pandemia di covid, i ministri della salute del G7 si stanno già esercitando per la prossima crisi. A Berlino, CASUALMENTE stanno simulando una pandemia di vaiolo nel 2023.

Inaspettata e impreparata come nel 2020, la prossima pandemia non dovrebbe prenderci di sorpresa. Mentre all’inizio mancavano mascherine, dispositivi di protezione e, soprattutto, un piano, tutto dovrebbe essere diverso nella prossima crisi sanitaria, riferiscono. I sette ministri si incontrano oggi con il ministro della Salute tedesco Karl Lauterbach (SPD) a Berlino e simuleranno una pandemia di vaiolo.

Il morso di leopardo porta a un’epidemia fittizia

Il focus dell’incontro sarà su “sorveglianza, reazione e prontezza“, riferisce “Bild“. L’origine della malattia fittizia questa volta non è un pipistrello di Wuhan, in Cina, ma il morso di un leopardo. La fantasia non manca. Da questo morso partirebbe l’epidemia di vaiolo – e poi diffondersi in tutto il mondo.

Scenario: gli adolescenti in particolare si ammaleranno

I ministri stanno guardando tre video con possibili scenari a Berlino. Successivamente, ognuno di loro ha circa 25 minuti per discutere. C’è una differenza rispetto all’attuale pandemia di covid nell’esercitazione odierna: nello scenario ipotizzato dall’OMS, in particolare i giovani saranno “sproporzionatamente” colpiti dal “vaiolo leopardo” – e spesso moriranno a causa di esso.

Source

eVenti Avversi

Read Previous

Malore per LDA, il figlio di Gigi D’Alessio durante un incontro con i fan: “Non ero lucido, sono dovuto uscire”

Read Next

Vaiolo delle scimmie emergenza inaspettata? Lo sapevate che esiste già un vaccino approvato…nel 2019? Indovinate chi c’è dietro…