• Novembre 26, 2022

Ministero della Salute olandese: “Da metà settembre chiameremo i dodicenni per la quarta dose”

Venerdì 29 luglio il Ministero della Salute, del Welfare e dello Sport olandese ha comunicato che da metà settembre saranno convocati tutti i cittadini a partire dai dodici anni per la quarta dose. 

I primi ad essere convocati saranno le persone vulnerabili e gli operatori sanitari.

Da metà settembre, Il Ministero invierà degli inviti per l’iniezione a tutti, a partire dai vulnerabili. Le somministrazioni saranno gestite dal Sistema Sanitario Locale (GGD).

Agli operatori sanitari sarà inoltrato un invito anche per la vaccinazione antinfluenzale.

Saranno convocati tutti i cittadini olandesi a partire dai dodici anni, con l’unica condizione di aver ricevuto l’ultima dose o essere guariti da oltre tre mesi.

La convocazione vaccinale di massa viene giustificata dal governo per timore di una una nuova ondata in autunno.

L’ Outbreak Management Team che si occupa di vaccinazioni (OMT-V), organismo sanitario consulente del governo, ha quindi consigliato di avviare un nuovo ciclo di vaccinazioni per tutti. Ciò dovrebbe mantenere la protezione contro malattie gravi e morte. Aiuta anche a mantenere l’assistenza sanitaria accessibile e a prevenire molte malattie tra il personale.

In autunno inizierà anche un nuovo ciclo di vaccinazioni nelle isole caraibiche, nelle tre isole delle Antille Olandesi (Bonaire, Curaçao, Aruba) e nella regione meridionale olandese dell’isola di Saint Marten (la regione Sint Maarten), nell’isola di Sant’Eustachio e nell’isola di Saba.

La campagna vaccinale di massa potrebbe essere attuata con i nuovi vaccini bivalenti.

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA), infatti, dovrebbe approvare i nuovi vaccini covid a settembre. Si tratta delle cosiddette iniezioni bivalenti, sia per la variante omikron che per la variante originale. Questi sono vaccini di Pfizer/BioNTech o Moderna.

Se questi nuovi vaccini non saranno ancora disponibili, potranno essere somministrate anche dosi più vecchie, dicono i consulenti ministeriali dell’OMT.

L’Associazione Nazionale dei Medici di Medicina Generale (LHV) non è, però, contenta che il Ministero abbia già annunciato un nuovo ciclo di iniezioni senza un adeguato confronto con i medici di base. 

Secondo l’Associazione dei medici di medicina generale, c’è ancora poca chiarezza sul completamento del ciclo, visto che in tanti hanno rifiutato la terza dose.

Secondo l’Associazione LHV, inoltre, il Ministero ha stabilito che le persone interessate anche al vaccino antinfluenzale avranno la priorità per la quarta dose. I medici di base sarebbero così costretti a contattare in anticipo i pazienti e somministrare il vaccino con priorità a chi intende vaccinarsi anche con l’antinfluenzale.

Non è ancora molto chiaro tutto il procedimento”, afferma l’associazione dei medici di base.

L’Associazione LHV incolpa il ministero per la scarsa preparazione, anche se c’era abbastanza tempo per preparare ed organizzare un nuovo ciclo di iniezioni. 

“Avevamo concordato le condizioni, i tempi e il procedimento in anticipo. Ora ci sono molti aspetti non chiari e grande disorganizzazione”, afferma Guus Jaspar, membro del consiglio dell’Associazione LHV.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Morte improvvisa per Roberto Nobile, il Parmesan di ‘Distretto di polizia’

Read Next

AGGIORNAMENTO DAGLI OSPEDALI CANADESI – Deceduto improvvisamente sesto medico in pochi giorni. Nelle ultime settimane quarta dose agli operatori sanitari