• Maggio 19, 2022

Morti improvvise in B&B, sul campo da tennis e in spiaggia… Altre 4 giovani vittime di “nessuna correlazione”


Gioia del Colle, 40enne trovata senza vita in b&b: forse un malore

Il corpo privo di vita di una donna è stato ritrovato questa mattina in una struttura ricettiva situata a Gioia del Colle, nel Barese. La donna, di circa 40 anni, si trovava in particolare in un bed&breakfast.

Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, l’ipotesi è quella di un malore. La donna infatti sarebbe morta nella notte per cause naturali. Sul posto immediato l’intervento dei Carabinieri della compagnia di Gioia del Colle e dei soccorritori del 118 i quali hanno constatato il decesso della donna.


Malore improvviso sul campo di tennis: muore imprenditore di Massafra

È morto praticando lo sport che più gli piaceva, il tennis. Salvatore Marchionna, 58enne di Massafra, amministratore dell’azienda Depurkimica, stava giocando a tennis sui campetti dello Sporting Club, quando si è accasciato a terra ed è morto nonostante i tentativi di rianimarlo con il defibrillatore.

È successo mercoledì sera poco prima delle 20. Stava palleggiando, nella tipica fase di riscaldamento del pre-gara, quando, all’improvviso, ha perso conoscenza ed è crollato a terra. Non si è più rialzato, e il suo cuore non ha più ripreso a battere. Vani i tentativi di rianimarlo da parte dei sanitari del 118, che sono accorsi subito al circolo tennis per cercare di salvarlo. 

Per Marchionna non c’è stato nulla da fare, stroncato probabilmente un infarto


Morto sulla spiaggia a Porto Sant’Elpidio: tra le ipotesi il malore in mare

Porto Sant’Elpidio (Fermo), 12 maggio 2022 – Un uomo, di nazionalità polacca, è stato trovato senza vita, riverso a terra, con il capo parzialmente ricoperto da sabbia e detriti, sul lungomare nord, nel tratto di spiaggia libera solitamente poco frequentato, all’altezza di una vecchia abitazione disabitata.

featured image

L’allarme è stato dato stamattina, poco prima delle 7, molto probabilmente da uno dei tanti residenti che al mattino passeggiano in quella parte del litorale elpidiense. Sul posto si sono recati gli uomini della Croce Verde che, tuttavia, non hanno potuto fare altro che constatare l’avvenuto decesso dell’uomo.

Il deceduto pare indossasse un paio di pantaloncini e un cappellino e non aveva con sé documenti, tanto che solo in un secondo momento è stato possibile identificarlo. Tra le prime ipotesi del decesso, un malore che potrebbe aver colto l’uomo dopo un bagno in mare. Sul posto è intervenuta anche una pattuglia della polizia che ha subito dato il via alle indagini per fare chiarezza sull’accaduto.


Macerata, muore per un malore a 51 anni. Donati gli organi, salve altre cinque persone

La famiglia ha deciso di far espiantare il fegato, i reni e le cornee per i pazienti in attesa di trapianto

Macerata, muore per un malore a 51 anni. Donati gli organi, salve altre cinque persone

Lui è morto a 51 anni, stroncato da un malore. Ma grazie alla grande generosità della sua famiglia altre cinque persone, in attesa di trapianto, sono state salvate.

Samuele Fioretti, maceratese, viveva a Villa Potenza. Sabato mattina, mentre era al supermercato nel capoluogo, ha accusato un malore e si è accasciato a terra. È stato soccorso e trasportato all’ospedale di Macerata ma le sue condizioni sono apparse subito molto gravi. Sono stati i medici a proporre l’espianto e la famiglia, la mamma, il papà, il fratello e la cognata, pensando al carattere di Samuele, hanno deciso di accettare.

Dal suo corpo sono stati prelevati durante un intervento chirurgico delicato durato alcune ore, il fegato, i reni e le cornee. Cinque organi che sono stati donati ad altrettanti pazienti, ha raccontato la dottoressa Francesca De Pace, responsabile del Centro regionale trapianti.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Mentre emergono nuovi terribili segnali di sicurezza dai dati Pfizer rilasciati, l’UE fa un altro accordo milionario con Pfizer-BioNtech per i nuovi vaccini “aggiornati”

Read Next

Dopo i dati italiani sulla mortalità, ecco quelli dal Regno Unito. UCCIDONO PIU’ PERSONE DI QUANTE NE SALVINO. Di cosa stiamo parlando? Date un’occhiata all’articolo