• Ottobre 2, 2022

Perché il CDC o la FDA non rivelano i dati VAERS?

 Di Steve Kirsch

Il fattore di sottosegnalazione VAERS (URF) è un’informazione necessaria per la valutazione del rischio-beneficio di un vaccino. Il fatto che questo numero non sia mai stato calcolato dalla FDA o dal CDC significa che tutte le raccomandazioni di sicurezza fino ad oggi sono state inventate. Ciò ha comportato l’inutile perdita delle vite di oltre 150.000 americani.

VAERS è il sistema di segnalazione degli eventi avversi del vaccino.

 È il sistema ufficiale su cui si affidano la FDA e il CDC per il monitoraggio degli eventi avversi.

Ad esempio, si segnala un evento avverso in V-Safe, viene suggerito di presentare un rapporto VAERS.

È essenzialmente il top di tutti i sistemi di segnalazione degli eventi avversi per gli eventi vaccinali negli Stati Uniti. Non c’è niente di più completo di VAERS.

La cosa più importante da sapere su VAERS è che è sempre sottostimato. Questo è ampiamente noto.

Per interpretare correttamente i dati di sicurezza, è necessario conoscere il fattore di sottosegnalazione (URF).

Ad esempio, il famoso rapporto Lazarus ha stimato che il VAERS URF fosse superiore a 100:

Sebbene il 25% dei pazienti ambulatoriali sperimenti un evento avverso ad un farmaco, meno dello 0,3% di tutti gli eventi avversi ai farmaci e l’1-13% degli eventi gravi sono segnalati alla Food and Drug Administration (FDA). Allo stesso modo, sono segnalati meno dell’1% degli eventi avversi da vaccino. Bassi tassi di segnalazione precludono o rallentano l’identificazione di farmaci e vaccini “problematici” che mettono in pericolo la salute pubblica.

Il documento di Baker, Advanced Clinical Decision Support for Vaccine Adverse Event Detection and Reporting,ha mostrato che “le probabilità di una presentazione di un rapporto VAERS durante il periodo di implementazione erano 30,2 (intervallo di confidenza al 95%, 9,52-95,5)”.

In altre parole, il VAERS URF era almeno 30 (dal momento che il sistema non era perfetto, 30 è un limite inferiore dell’URF in quello studio), ma hanno stimato che fosse probabile tra 9,5 e 95.

L’URF è normalmente calcolato per eventi molto gravi poiché questi devono essere segnalati per tutti i vaccini dagli operatori sanitari. Quell’URF può quindi essere applicato a eventi meno gravi per creare una stima conservativa del tasso di incidenza reale (poiché eventi meno gravi avrebbero un URF più alto).

Il metodo per il calcolo dell’URF è noto.

Purtroppo, il CDC ha erroneamente assunto che Vaccine Safety Datalink rappresenti un adeguato comparatore.

Questo è chiaramente falso, come si può vedere dalla diapositiva 13 nella presentazione di Grace Lee del presidente ACIP consegnata il 30 agosto 2021:

Image
Si vede chiaramente che le stime VSD sono al di sotto delle stime VAERS.

Pertanto, il calcolo dell’URF dai dati di anafilassi di uno studio prospettico mirato, come lo studio Blumenthal Mass General Brigham pubblicato su JAMA, fornisce una stima più accurata. C’è un secondo articolo di Blumenthal pubblicato di nuovo su JAMA (questa volta un editoriale piuttosto che una lettera di ricerca) che mostra un tasso di anafilassi che era 48 volte inferiore, ma questo è solo per indurre le persone a sottoporsi al vaccino.

Un professore di biologia che conosco ha scritto:

Hai ragione nella tua analisi. Il tasso di 2,4/10000 si basa su tutti i casi di anafilassi riportati, ma il 5/1.000.000 si basa solo sulle visite ospedaliere o di pronto soccorso. Puoi sottoporti ad anafilassi senza essere ricoverato in ospedale andando al pronto soccorso. Credo anche che i 5/1.000.000 applicavano i criteri della Collaborazione di Brighton in modo troppo ristretto. Il secondo documento è solo propaganda per far vaccinare le persone“.

Quando facciamo i conti, scopriamo che l’URF è 41, ben in linea con la media e l’intervallo descritti nell’articolo di Baker. Significa che oltre 150.000 persone sono state uccise dal vaccino finora (e sono mostrati 8 modi diversi in quel documento, solo uno dei quali utilizza VAERS).

La cosa preoccupante è questa: nessuno al CDC, alla FDA o in nessuno dei comitati esterni lo ammetterà.

Quando viene chiesto loro, “qual è l’URF per eventi gravi in VAERS per il vaccino COVID” non sono in grado di rispondere. Nemmeno Steven A. Anderson della FDA può rispondere ed è il numero uno per la sicurezza dei vaccini presso la FDA. L’ho sentito dire su una chiamata zoom.

Non parla. Non risponde alle e-mail, non risponde ai messaggi vocali. Anche il suo staff non risponde.

Janet Woodcock non mi dirà l’URF.

Gli amici di covid19vaxsafety@cdc.gov non mi diranno l’URF.

Lorrie McNeill della FDA non mi dirà l’URF.

Tom Shimabukuro non mi dirà l’URF.

John Su non mi dirà l’URF. Nelle sue presentazioni ai comitati ACIP e VRBPAC finge che l’URF = 1 perché non sottolinea mai che VAERS è sottostimato o quale sia il fattore di segnalazione. Abbiamo tutto questo a verbale.

Nessun membro di nessuno dei comitati esterni della FDA o del CDC risponderebbe alle mie molteplici richieste.

Ho cercato di trovare qualcuno esperto da intervistare per porre quella domanda, ma nessuna persona di spicco pro-vaccino acconsentirebbe a un’intervista. Eric Topol non risponde. Monica Gandhi non risponde. Bob Wachter, decano di medicina dell’UCSF, non mi parlerà davanti alla telecamera. Hanno tutti paura di essere esposti.

Nessuno mi avrebbe aiutato.

Non sono riuscito nemmeno a convincere Health Nerd ad acconsentire a essere intervistato da me.

Pensavo fosse un problema solo mio.

Per testarlo, ho chiesto a un ex giornalista del NY Times (che ora lavora per un altro giornale) di porre la domanda alla FDA e anche lui è stato bloccato. Si sono rifiutati di rispondergli. Silenzio non appena ha posto la domanda.

Ma il suo giornale non gli permetterà di scrivere una storia a riguardo.

Cerchiamo di essere chiari: non si può fare alcun tipo di valutazione rischio-beneficio senza conoscere il VAERS URF. È impossibile.

Il fatto che al 25 ottobre 2021 nessuno conosca l’URF per VAERS è un segno di incompetenza di massa e corruzione presso la FDA, il CDC e i loro comitati esterni.

Non c’è altra alternativa.

Questo ovviamente è il motivo per cui nessuno alla FDA, al CDC o nei comitati esterni vuole parlare con me. Perché faccio domande a cui non vogliono rispondere. Questo è il motivo per cui la censura è necessaria per mettere a tacere persone come me.

Questo è il più grande insabbiamento della storia.

CDC, FDA, media mainstream, quasi l’intera comunità medica e tutte le principali società di social media stanno mettendo a tacere persone come me che fanno domande scomode.

È piuttosto triste che nessuno nei media mainstream si stia ponendo queste domande, non è vero?

Articolo originale : Why won’t the CDC or FDA reveal the VAERS URF? (trialsitenews.com)

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

STUDIO su Lancet: Nascite pretermine nello studio del vaccino AstraZeneca; nessun impatto sulla fertilità a breve termine delle donne

Read Next

Vaccino, Sileri: verosimilmente la terza dose sarà necessaria per tutti