• Dicembre 10, 2022

Perché non stiamo indagando sull’ondata di morti improvvise di atleti?

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Negli ultimi sei mesi, una sfilza di atleti professionisti e dilettanti sono crollati e sono morti sul campo. Eppure, i media mainstream sembrano non prendere questo in considerazione, agendo come se ciò che sta accadendo fosse completamente normale.

 Dr. Joseph Mercola for Children’s Health Defense

  • La leggenda del calcio britannico e commentatore sportivo, Matt Le Tissier, ha parlato del gran numero di atleti che sono crollati o sono morti sul campo e di conseguenza ha perso il lavoro.
  • Le Tissier dice di non aver mai visto nulla di simile nei 17 anni in cui ha giocato a calcio – sta chiedendo un’indagine sugli eventi e dice che ignorarlo è un “massiccio abbandono del dovere” da parte dei funzionari.
  • I fact checker e i funzionari governativi stanno cercando di negare o screditare le informazioni che supportano la teoria secondo cui le iniezioni di mRNA sono dietro l’improvviso aumento di danni e morte, e stanno ignorando accuratamente le indagini sulle accuse.
  • Il Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS) rileva gli stessi danni degli atleti nella popolazione generale, ma è possibile che i rapporti non siano affatto aggiornati.

Ogni giorno che passa, l’elenco delle persone che subiscono tragiche conseguenze dai vaccini a mRNA COVID si allunga.

I dati mostrano che 23.149 persone sono morte dopo un vaccino COVID al 28 gennaio. Ci sono anche 13.575 segnalazioni di persone con paralisi di Bell, 41.163 che sono permanentemente disabili, 31.185 con miocardite, 11.765 che hanno avuto attacchi di cuore e 3.903 donne che hanno perso i loro bambini dopo aver ricevuto i vaccini.

Molte di queste persone e le loro storie sono rimaste sconosciute al pubblico. YouTube, Instagram, Facebook e altre piattaforme di social media hanno censurato le storie personali e i video di individui che documentano i loro danni e disabilità permanenti, quindi coloro che leggono solo i media mainstream non sono consapevoli del danno schiacciante che viene inflitto in nome della scienza.

Tuttavia, c’è una fascia di popolazione i cui danneggiati e morti sono stati resi pubblici. Negli ultimi sei mesi, una sfilza di atleti professionisti e dilettanti sono crollati e sono morti sul campo. Eppure, i media mainstream sembrano prendere nemmeno questo in considerazione, agendo come se ciò che sta accadendo fosse assolutamente normale.

Ma, come descritto da Matt Le Tissier nei primi secondi del video sopra, questo è tutt’altro che normale. Le Tissier era una leggenda del calcio . La sua abilità sul campo gli è valsa il soprannome di “Le God” prima di lasciare lo sport per diventare un commentatore sportivo, più recentemente con Sky Sports.

Come descrive nell’intervista, ha perso il lavoro per aver parlato e portato l’attenzione sul gran numero di morti cardiache improvvise inspiegabili che si verificano agli atleti professionisti e dilettanti di tutto il mondo.

Gli atleti stanno morendo sul campo in gran numero

Red Voice Media chiede in un titolo, “400 atleti che crollano e muoiono solo negli ultimi 6 mesi?” poi menziona “piccole storie che escono su atleti perfettamente sani che muoiono misteriosamente”.

Durante l’intervista, a Le Tissier viene chiesto cosa pensa dell’ondata di eventi cardiaci nel mondo dello sport, a cui risponde (23:30 – 24:35):

Non ho mai visto niente di simile. Ho giocato per 17 anni. Non credo di aver visto una persona in 17 anni dover uscire dal campo di calcio con difficoltà respiratorie, stringendosi il petto per problemi cardiaci …

“L’anno scorso, è stato incredibile quante persone sono crollate, non solo calciatori ma sportivi in generale, tennisti, giocatori di cricket, giocatori di basket. E ad un certo punto, sicuramente occorre dire che questo non è giusto, deve essere indagato. “

Le Tissier riconosce che potrebbero esserci altri fattori che hanno causato questo massiccio aumento degli eventi cardiaci negli atleti. Menziona che gli atleti potrebbero aver avuto il COVID, e questo potrebbe essere una conseguenza della malattia, o potrebbe essere il vaccino. Ma il punto è che dovrebbe essere indagato e non lo è.

Perché gli esperti di salute stanno ignorando completamente il problema? Sorge spontanea la domanda: conoscono già la risposta?

Le Tissier continua a parlare della sicurezza dei giocatori e di come i protocolli sportivi proteggano i giocatori dallo stress da super lavoro, eppure stiamo vedendo i giocatori crollare sul campo. Egli definisce un “massiccio abbandono del dovere” il fatto che nessuno in una posizione di potere chieda un’indagine (25:25 e 26:38).

“È disgustoso che possano starsene lì e non fare nulla per evitare l’aumento degli sportivi che stanno crollando sul campo di gioco. E non è solo quello che ho notato in questa stagione. Ancora una volta, nella mia carriera, non ricordo che una sola partita sia stata interrotta a causa di un’emergenza tra la folla, un’emergenza medica tra la folla …

“Vorrei che qualcuno lo esaminasse e andasse a ritroso nel tempo. Bene, aspetta un minuto, possiamo tornare indietro negli ultimi 15 o 20 anni e … diamo un’occhiata e vediamo quante volte è successo 10 anni fa e poi quante volte è successo nell’ultimo anno. Ho guardato un sacco di sport e un sacco di rapporti sul calcio, e non ho mai visto nulla di simile, la quantità di partite che sono state interrotte a causa di emergenze tra la folla”.

L’intervistatore ha sottolineato che correlazione non significa necessariamente causalità e Le Tissier è d’accordo, ma ha sottolineato che è necessaria un’indagine per approfondire. “A occhio nudo, la frequenza con cui si verificano questi eventi è nettamente superiore al passato. Non posso essere l’unico a vederlo”. (27:25))

Chi sono questi atleti?

Mentre un numero schiacciante di atleti professionisti e dilettanti sono crollati sul campo, si rileva qualcosa in comune tra di loro: hanno fatto il vaccino COVID.

Questo video di quattro minuti presenta una raccolta di atleti che “improvvisamente” sono crollati in un periodo di sei mesi.

Kyle Warner è uno di quegli atleti. Ha 29 anni ed è all’apice della sua carriera come corridore professionista di mountain bike. Dopo aver ricevuto una seconda dose di vaccino a mRNA di Pfizer nel giugno 2021, ha subìto una reazione così grave che a ottobre era ancora costretto a letto.

Nel tentativo di far sapere che i vaccini covid-19 non sono sempre così sicuri come sei stato portato a credere, Warner ha condiviso la sua esperienza con l’educatore infermiere in pensione John Campbell nel novembre 2021. Warner, sui 20 anni e in ottime condizioni fisiche, era ancora gravemente danneggiato dal vaccino.

“Credo che dove c’è rischio, ci deve essere scelta”, dice (1:01). Ma in questo momento, le persone vengono ingannate. “Le persone sono costrette a prendere una decisione basata sulla mancanza di informazioni rispetto alla convinzione di una decisione basata sulla totale trasparenza delle informazioni (41:51)”.

La storia di Warner non è diversa da quella di molti altri: come Campbell ha appreso in questa intervista, molti medici non sono disposti a riconoscere che i vaccini COVID-19 potrebbero essere correlati ai danni dei pazienti. Mentre i funzionari sanitari hanno iniziato a riconoscere che la miocardite può essere correlata alle iniezioni, continuano a ignorare altri eventi avversi.

È improbabile che i danneggiati da vaccino ottengano aiuto

I fact-checker sono pronti a negare la possibilità che un numero schiacciante di morti e feriti in atleti professionisti e dilettanti sia correlato ai vaccini COVID, ma gli imbalsamatori stanno raccontando una storia diversa.

Il direttore funebre Richard Hirschman è un imbalsamatore professionista certificato dal 2004 e attualmente lavora in diverse pompe funebri per imbalsamare i corpi. È apparso nello show “Dr. Jane Ruby” per condividere alcune scoperte scioccanti che ha fatto nel suo lavoro negli ultimi mesi (00:48).

A metà del 2021, ha iniziato a notare che alcuni individui morti per infarti e ictus avevano strani coaguli nelle vene e nelle arterie. Ha mostrato immagini di coaguli dall’aspetto fibroso che aveva estratto dai corpi dei pazienti, alcuni dei quali sono della lunghezza della gamba di una persona, e ha spiegato che i coaguli normali di solito cadono a pezzi quando vengono maneggiati. Questi coaguli fibrosi – che ha detto di vedere sempre di più – mantengono la loro integrità e possono essere manipolati senza disintegrarsi.

Sfortunatamente, che muoiano o meno, quando si tratta di ottenere aiuto per qualcuno che si presume abbia ricevuto un danno da vaccino, è improbabile che lo si possa ottenere senza sforzi intensi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Troppe morti improvvise nei giovani a causa della miocardite e le autopsie confermano

Read Next

Calabria. Grave reazione allergica un’ora dopo la terza dose. “L’oculista e il dermatologo non mi hanno visitata”

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock