• Aprile 18, 2024

Perché vogliono vaccinare i bambini?

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


“Il comitato consultivo della FDA sostiene il vaccino Pfizer per i bambini dai 5 agli 11 anni”, lo abbiamo letto su tutti i giornali.

Come può un gruppo che si suppone composto da scienziati razionali e lucidi fare una raccomandazione così inspiegabile?

Consideriamo i seguenti fatti.

Secondo una presentazione di Fiona Havers, che lavora presso i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) e che è membro del COVID-19 Response Team dell’agenzia, tra il 1 ° gennaio 2020 e il 16 ottobre 2021, solo 94 bambini di età compresa tra 5 e 11 anni sono morti di COVID, ovvero lo 0,00012% dei 723.880 decessi totali di COVID negli Stati Uniti durante la settimana che si è conclusa il 16 ottobre 2021. “Durante un periodo di 12 mesi, dal 2 ottobre 2020 al 3 ottobre 2021, ci sono stati 66 decessi associati a COVID-19 nei bambini dai 5 agli 11 anni“.

Sì, avete letto bene. Negli ultimi dodici mesi, ci sono stati solo 66 decessi correlati al Covid nella fascia demografica da 5 a 11 in tutti gli Stati Uniti d’America.

Per dare un senso di prospettiva, i bambini in quella fascia di età hanno il trecento per cento in più di probabilità di essere uccisi (207 morti) e il trenta per cento in più di probabilità di morire di influenza e polmonite (84 morti) rispetto che morire di Covid.

Per dare un altro punto di confronto, secondo il CDC nel 2019, “608 bambini passeggeri di età pari o inferiore a 12 anni sono morti in incidenti automobilistici”.

Vi prego di riflettere bene su questo punto. I bambini sotto i 12 anni hanno quasi il 1000% in più di probabilità di essere uccisi in un incidente stradale rispetto alla morte per Covid-19.

Un altro dato di riferimento. Secondo Statista, ci sono stati 20 morti e un centinaio di feriti a causa di fulmini negli Stati Uniti nel 2019. Pertanto, un bambino ha quasi il 200% in più di probabilità di essere colpito da un fulmine piuttosto che di essere ucciso dal Covid.

Ma anche questo non racconta tutta la storia, perché non tutti quegli sfortunati 66 bambini morti di Covid sono morti per Covid. La maggior parte di loro aveva gravi condizioni di salute preesistenti, che secondo Fiona Havers, includevano:

“… obesità, malattie metaboliche croniche, dipendenza da alimentazione artificiale, malattie cardiovascolari, disturbi neurologici, malattie polmonari croniche, disturbi del sangue, immunodepressione e “altre” condizioni.

Così, la maggior parte – se non tutti – dei bambini nella fascia di età 5-11 anni che sono morti mentre erano positivi al Covid, soffrivano di comorbilità gravi e potenzialmente letali.

Per porre la situazione in un modo diverso, è praticamente inaudito che un bambino attivo e sano muoia di Covid-19. Per tutti gli scopi pratici, la possibilità che il vostro bambino sano muoia di questa malattia è zero.

Anche l’allarmistico New York Times ha dovuto ammettere che per i bambini sani “il pericolo di Covid grave è così basso da essere difficile da quantificare”. In altre parole, il rischio è essenzialmente inesistente.

La domanda ovvia è questa: perché abbiamo intenzione di vaccinare in massa i bambini sani contro il Covid-19 dato che non affrontano praticamente alcun rischio serio da questa particolare malattia?

L’unica ragione medica valida per la vaccinazione di questa coorte di età sarebbe quella di fermare la diffusione dell’infezione.

Questo, però, non può essere il caso, perché è ormai ampiamente noto che i vaccini Covid non prevengono l’infezione.

E’ stato affermato pubblicamente circa tre mesi fa, nientemeno che dal direttore del CDC Rochelle Walensky. Parlando dei vaccini nella sua intervista alla CNN del 5 agosto con Wolf Blitzer, Walensky ha dichiarato:

“Quello che i vaccini non possono più fare è impedire la trasmissione”.

La combinazione di un rischio Covid estremamente basso per i giovani, e l’incapacità dei vaccini di prevenire la trasmissione, rende la vaccinazione dei bambini un non sequitur dal punto di vista della salute pubblica.

Non solo non vi è alcun reale vantaggio nel farlo, ma ci sono anche notevoli rischi associati a questa procedura. È risaputo che i vaccini Covid non sono stati adeguatamente sottoposti a sperimentazioni e test. Normalmente ci vogliono tra i 6 ei 10 anni per sviluppare e testare un vaccino che possa essere dichiarato sicuro ed efficace per l’implementazione di massa. I vaccini Covid sono in circolazione da meno di 18 mesi, il che rende impossibile sapere quali possano essere i loro effetti collaterali a lungo termine.

Nel frattempo, a breve termine, abbiamo tutte le ragioni per essere profondamente preoccupati per questi farmaci non adeguatamente testati. Secondo un’analisi del database Del Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), tra dicembre 2020 e il 15 ottobre di quest’anno, ci sono state registrazioni di oltre 17.000 morti e oltre 800.000 reazioni avverse in relazione ai vaccini.

Questo, tuttavia, non fornisce un quadro reale in quanto rappresenta solo una piccola frazione dei casi reali. Secondo uno studio di Harvard, solo circa l’uno per cento degli eventi avversi da vaccino viene registrato nel database VAERS.

Detto questo, ciò non significa che ci sia una connessione causale in ogni caso segnalato tra il vaccino e l’evento avverso. Tuttavia, in una parte sostanziale dei casi segnalati, tale connessione esiste. Tenere a mente i risultati dello studio di Harvard dovrebbe dare un’idea di quanto dovrebbero essere profonde le nostre preoccupazioni per la sicurezza.

Eppure, nonostante questo, i membri del comitato consultivo della FDA hanno pensato che iniettare bambini che hanno praticamente zero rischi di Covid gravi con queste sostanze non adeguatamente testate sia una buona idea.

Dire che questo è sconsiderato e irresponsabile sarebbe un eufemismo.

Perché stanno facendo una cosa del genere?

Il denaro è la ragione principale. Lo sforzo di vaccinare i tuoi figli probabilmente è principalmente guidato dal desiderio di aumentare ulteriormente i già immensi profitti dei giganti farmaceutici che producono questi vaccini.

Il detto “segui i soldi” si applica bene qui. Un recente titolo di US News dovrebbe darvi un’idea degli interessi coinvolti: “Pfizer si aspetta che le vendite del vaccino COVID-19 2021, 2022 totalizzino almeno $ 65 miliardi“.

Il vaccino Covid di Pfizer sta per diventare il prodotto farmaceutico più redditizio della storia.

Potete facilmente capire il loro gioco quando guardate chi siede nel comitato consultivo che ha emesso la raccomandazione. Secondo un rapporto di Zero Hedge:

“L’elenco delle riunioni mostra che numerosi membri del comitato e membri votanti temporanei hanno lavorato per Pfizer o hanno importanti connessioni con Pfizer. I membri includono un ex vicepresidente di Pfizer Vaccines, un recente consulente Pfizer, un recente beneficiario di una sovvenzione per la ricerca Pfizer, un uomo che ha fatto da mentore a un attuale dirigente della sezione vaccini Pfizer, il gestore di un centro che fornisce vaccini Pfizer, il presidente di un gruppo di dati Pfizer, un ragazzo che è stato orgogliosamente fotografato mentre riceveva un vaccino Pfizer e numerosi influencers a sostegno dei vaccini contro il Coronavirus per i bambini. Nel frattempo, il recente commissario della FDA Scott Gottlieb è nel consiglio di amministrazione di Pfizer.

Come se ciò non bastasse, il presidente ad interim del consiglio di amministrazione che ha formulato la raccomandazione è Arnold S. Monto che è stato consulente Pfizer pagato fino al 2018.

Il Dr. Robert Malone, l’inventore dei vaccini a mRNA , scienziato vero e onesto, ha definito tutto ciò “uno sconcertante conflitto di interessi”.

Ci mostra anche quanto siano sfacciate queste persone dal momento che lo hanno fatto alla luce del sole.

Questo fa parte di un modello più ampio, quello che mostra quasi tutte le agenzie di regolamentazione del governo degli Stati Uniti, nelle mani di coloro che dovrebbero supervisionare.

Il nome di questo processo è acquisizione normativa. Di conseguenza, non possiamo più avere fiducia negli enti governativi incaricati di proteggere la sicurezza e il benessere della popolazione.

Mettere in pericolo la salute dei bambini in assenza di una giustificazione medica e per il profitto è un crimine di proporzioni indicibili.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

STUDIO che mostra (di nuovo) un drammatico calo dell’efficacia di tutti e tre i vaccini COVID-19 nel tempo

Read Next

2.433 decessi fetali in VAERS. Più decessi fetali negli ultimi 11 mesi che negli ultimi 30 anni

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock