• Giugno 25, 2022

Pubblicato report austriaco su reazioni avverse al vaccino covid. 263 decessi dopo il vaccino. Dodicenne con arresto cardiaco il giorno successivo alla dose di Pfizer muore tre giorni dopo

Nel Land austriaco del Tirolo, un dodicenne ha avuto un arresto cardiaco il giorno successivo alla somministrazione del vaccino covid Pfizer ed è morto tre giorni dopo. E’ stata disposta l’autopsia ma “una valutazione finale non è ancora possibile”.

E’ quanto emerge dal report austriaco, appena pubblicato, “Relazione sulle segnalazioni di sospetti effetti collaterali dopo la vaccinazione per la protezione contro il COVID-19 – Periodo di rendicontazione dal 27.12.2020 al 11.02.2022”

Si legge, inoltre, che “gli effetti collaterali sono stati segnalati come pericolosi per la vita in 518 pazienti (367 BioNTech/Pfizer, 44 Moderna, 83 AstraZeneca e 24 Janssen)”.

Inoltre, si evidenzia un eccesso di casi che hanno riguardato il vaccino AstraZeneca, ora non più in commercio in Europa.

“Gli studi clinici sul vaccino di AstraZeneca hanno anche mostrato che gli effetti collaterali e le reazioni al vaccino riportati erano più gravi e più frequenti dopo la prima dose rispetto alla seconda dose. Finora, questo vaccino è stato somministrato principalmente ai giovani, che, secondo gli studi, di solito hanno reazioni vaccinali più forti”, segnalano nel report le Autorità austriache.

Fino all’11 febbraio 2022, sono state segnalate 766 reazioni allergiche che si sono manifestate subito o poco dopo il vaccino (448 casi relativi al vaccino BioNTech/Pfizer, 100 Moderna, 194 AstraZeneca e 24 Janssen).
Inoltre, si sono verificate 1098 reazioni cutanee allergiche (579 per il vaccino BioNTech/Pfizer, 220 Moderna, 279 AstraZeneca e 20 Janssen).
Paralisi facciale o parestesia orale è stata segnalata in 323 pazienti (219 BioNTech/Pfizer, 31 Moderna, 62 AstraZeneca e 11 Janssen). In proporzione alla popolazione (meno di 9 milioni di abitanti l’Austria e oltre 59 milioni di abitanti l’Italia), nel nostro Paese con lo stesso tasso di segnalazioni dovremmo avere 2000 casi di paralisi o parestesia facciale.

L’Ufficio federale della sicurezza sanitaria (BASG) ha segnalato 263 decessi in un breve lasso di tempo dopo il vaccino covid (200 relativi al vaccino BioNTech/Pfizer, 25 Moderna, 35 AstraZeneca e 3 Janssen). In 7 pazienti, sulla base del referto dell’autopsia, potrebbe essere esclusa una connessione con la vaccinazione. In 20 persone la vaccinazione è stata effettuata durante il periodo di incubazione del covid ed i pazienti sono deceduti. Altri 34 avevano gravi malattie pregresse che probabilmente, secondo quanto scritto nel report, sono state causa del decesso. In 2 casi si vede attualmente una connessione con la vaccinazione.

Altri 200 casi (145 per BioNTech/Pfizer, 22 Moderna, 31 AstraZeneca e 2 Janssen) sono ancora in fase di valutazione o non è stato possibile ottenere ulteriori informazioni.
15 casi sono stati segnalati all’Ufficio federale per la sicurezza nell’assistenza sanitaria (BASG) dopo i vaccini AstraZeneca e Janssen, in cui si sospetta il quadro clinico di una trombocitopenia trombotica indotta dal vaccino (VITT). È stata classificata come VITT la morte di un paziente di 49 anni deceduto a causa di gravi disturbi della coagulazione dopo essere stato vaccinato con AstraZeneca. Allo stato attuale delle conoscenze, al quadro clinico della VITT è assegnata anche la morte di un paziente di 36 anni dopo la vaccinazione con il vaccino di Janssen.
Finora, inoltre, sono stati segnalati 217 casi di miocardite manifestata in un breve periodo dopo la vaccinazione covid (171 con BioNTech/Pfizer, 22 Moderna, 17 AstraZeneca e 7 Janssen). Di questi, un paziente di 81 anni è deceduto per insufficienza multiorgano e un paziente di 71 anni è deceduto per miocardite; un altro paziente di 88 anni è morto per insufficienza cardiaca.

Ad un paziente di 73 anni, a cui era stata diagnosticata la sindrome di Guillain-Barré come sospetta causa di morte, è stata diagnosticata una miocardite concomitante (entrare le patologie emerse dopo la vaccinazione di BioNTech/Pfizer). La miocardite è stata diagnosticata anche in un paziente di 33 anni morto poco dopo la vaccinazione AstraZeneca, ma secondo il referto dell’autopsia il vaccino non è la causa del decesso. Allo stesso modo, in un paziente di 17 anni morto la vaccinazione Pfizer, è stata riscontrata una miocardite concomitante, ma secondo il referto dell’autopsia anche in questo caso il vaccino non è causa del decesso.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Indovinate chi farà giocare Djokovic senza vaccino? L’Italia.

Read Next

Convocata riunione straordinaria AIFA il 25 febbraio per via libera alla quarta dose